Volley B

Festa grande in casa Carpaneto, trasferta amara per la Libertas

Le piacentine, all'esordio casalingo dopo un anno, superano al tie break la Coop Parma. La formazione di Feroldi cede alla bestia nera Vigili del Fuoco

La formazione del Savi Italo Carpaneto

Trasferta amara per la Libertas Steriltom in terra reggiana. La compagine piacentina torna a casa senza punti e soprattutto piena di rammarico. Partita difficile contro i Vigili del Fuoco, avversaria quotata e da sempre “bestia nera” per i biancorossi. La Libertas Steriltom, in sintesi, crea, disfa e poi si perde. I ragazzi di Feroldi scendono in campo con Capra in regia, Bassani opposto, Bertuzzi e Delorenzi al centro, Mazzoni e Zangrandi di mano con Filippi libero. Primo set con partenza a razzo: subito 7 a 2 e poi 16 a 8 per i biancorossi che sembrano avere in controllo la gara senza particolari patemi. Si gioca in tranquillità e la formazione dei Vigili del Fuoco di Reggio Emilia sembra non avere contromosse per arginare la veemenza dei piacentini. Invece così come ha creato la Libertas in un battibaleno disfa e si fa raggiungere sul 25 a 25 nel parziale: la tensione sale e da ambo le parti si sprecano i set ball a disposizione. Solo sul 30 a 28 i biancorossi riescono a chiudere l’interminabile set a proprio favore. Buona ripartenza nel secondo parziale per i piacentini che però si perdono in innumerevoli errori gratuiti che riportano a galla la formazione reggiana che sembrava ormai rassegnata: da segnalare l’innesto di Pontoglio per uno spento Bassani, ma sono bravi i Vigili del Fuoco di Reggio Emilia a crederci sino in fondo ed a limitare al massimo i propri errori, così senza particolari patemi conquistano il secondo parziale 25 a 21 ed in seguito anche il terzo 25 a 22. Feroldi le prova tutte: innanzitutto sotto l’aspetto motivazionale e poi con una serie di cambi che però non danno il risultato sperato.

I suoi ragazzi non reagiscono più: complice anche la stanchezza fisica e soprattutto mentale lasciano via libera ai padroni di casa che meritatamente chiudono 25 a 12 incassando l’intera posta in palio. Nel complesso prestazione opaca dei biancorossi ma soprattutto degli schiacciatori di palla alta che hanno costellato la serata di errori gratuiti sia in attacco sia in ricezione: valutazione a parte per Mazzoni, comunque capace di supplire alle sue difficoltà in attacco con giocate astute spesso efficaci. In conclusione tutta la squadra ha reso al di sotto delle proprie possibilità. Nulla è perduto, afferma Feroldi. Siamo solo all’inizio e quindi c’è tutto il tempo per recuperare già dalla prossima partita casalinga contro la compagine parmense dell’Eureka. Complimenti agli avversari che comunque hanno giocato bene concretizzando al massimo.

VVF MARCONI RE – LIBERTAS STERILTOM 3-1

(28-30, 25-21, 25-22, 25-12)
LIBERTAS STERILTOM: Mazzoni 17, Ricordi 2, Nalio 1, Bertuzzi 12, Capra 2, Bassani 8, Pontoglio 7, Garilli 2, Manfredi, Zangrandi 6, Delorenzi 12, Filippi (L), n.e. Soavi. All.: Feroldi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa grande in casa Carpaneto, trasferta amara per la Libertas

SportPiacenza è in caricamento