menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del match di andata (f. Scrollavezza)

Un momento del match di andata (f. Scrollavezza)

La Canottieri Ongina insegue il pass per la seconda fase play off

Sabato alle 18 a Monticelli la squadra di Mauro Bartolomeo sfida nuovamente Sassuolo, già battuto 3-1 all’andata

Una nuova sfida, resettando – seppur con un’eredità positiva – quella di mercoledì scorso, perché il bello (e talvolta difficile) dei play off è anche questo. Dopo la vittoria inaugurale di mercoledì scorso a Sassuolo per 3-1, la Canottieri Ongina incrocia nuovamente la strada della Kerakoll nella sfida di ritorno della prima fase degli spareggi promozione di serie B maschile. L’appuntamento è per domani (sabato) alle 18 al palazzetto di Monticelli d’Ongina (Piacenza), dove la squadra di Mauro Bartolomeo cercherà il pass per la seconda fase dove la qualificata affronterà la vincente tra Moma Anderlini Moma e Querzoli Forlì (3-0 per gli emiliani all’andata).

In base al regolamento, ai gialloneri piacentini basterà vincere due set (arrivare al tie break) per essere certi della qualificazione; viceversa, in caso di vittoria di Sassuolo per 3-0 o 3-1, si disputerebbe il golden set. A presentare la sfida di ritorno è il centrale (e capitano) della Canottieri Ongina Beppe De Biasi.

“In gara 1 – osserva De Biasi – nella nostra metà campo non c’è una cosa specifica che ha funzionato particolarmente bene o qualcosa che è andato così male. In una partita infrasettimanale in trasferta nei play off conta il risultato, certamente ci piacerebbe vincere giocando bene, ma portiamo a casa anche le vittorie  quando la pallavolo è meno brillante perché può capitare. Mercoledì i nostri laterali hanno svolto un ottimo lavoro, poi in generale la battuta ha funzionato bene e a ruota le vanno dietro muro e difesa. La qualità della fase break ha fatto da spartiacque, mentre abbiamo fatto più fatica del solito nel cambiopalla”. Quindi guarda al match di ritorno. “Il nostro obiettivo è vincere e passare il turno; non ci sarà da inventarsi nulla, se non giocare la nostra pallavolo, spero con un po’ più di tranquillità e ritrovare un po’ il nostro cambiopalla. Abbiamo una ricezione di eccellente qualità e con gli attaccanti che abbiamo, in caso di primo tocco positivo, di pensieri ne abbiamo pochi, mentre le squadre che devono preoccuparsi sono altre. Inoltre, cercheremo di continuare a tenere una buona efficienza in battuta e a spingere sulla fase break, che è migliorata in questa seconda fase della stagione. Infine, non dobbiamo dimenticarci di far bene le cose semplici”.

L’AVVERSARIO – In casa Sassuolo non ci sarà il libero Matteo Managlia, squalificato per somma di penalità dopo il cartellino rosso rimediato nel finale di mercoledì scorso. A parlare alla vigilia è il tecnico Alberto Di Mattia. “Sono molto orgoglioso della mia squadra – afferma il tecnico della Kerakoll – nel match d’andata avevo chiesto, nelle condizioni in cui siamo con diverse assenze, ai ragazzi di uscire dal campo a testa alta, consapevoli che Ongina ci avrebbe sovrastato dal punto di vista fisico. Tecnicamente invece ce la siamo giocata, siamo partiti un po’ contratti nel primo set con qualche errore, siamo crollati nel successivo, ma non abbiamo mai perso lucidità e voglia di combattere. Ognuno ha dimostrato di potersi confrontare con una squadra di spessore e siamo riusciti a dar filo da torcere fino all’ultimo. La Canottieri Ongina ha una panchina molto importante, alla fine del quarto set è entrato un giocatore come Amorico che fa la differenza e con lui la squadra è ripartita verso la vittoria”. Quindi aggiunge. “Per il match di ritorno chiedo a Sassuolo di lottare fino all’ultima palla, per noi è già un grande obiettivo raggiunto essere arrivati fino a qui. Il confronto contro una squadra come Ongina è utile anche in vista del prossimo anno per compiere un upgrade, capendo cosa dobbiamo fare. La Canottieri sarà ancora più motivata giocando in casa; sappiamo sarà dura ma speriamo di non sfigurare”.

GLI ARBITRI – A dirigere la sfida tra Canottieri Ongina e Kerakoll Sassuolo saranno il primo arbitro Tiziana Lo Verde e il secondo arbitro Giuseppe Fichera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento