Questo sito contribuisce all'audience di

Canottieri Ongina nella storia, approda alla Final four di Coppa Italia

Ripetuto il successo su Saronno dell'andata: nuova vittoria al tie break e pass per la fase decisiva della manifestazione

La gioia della Canottieri Ongina dopo la qualificazione alla Final four

«UN TRAGUARDO STORICO PER LA SOCIETA'»

In casa Canottieri Ongina, notevole la soddisfazione per lo storico traguardo raggiunto. Ecco le dichiarazioni raccolte in casa giallonera dopo l’impresa di Saronno.

Fausto Colombi (presidente): “E’ una soddisfazione sportiva grandissima, che vorrei condividere in primis con i protagonisti – gli atleti e lo staff – e anche con tutti coloro che ci danno una mano. Dopo aver vinto l’andata in casa davanti a un grande pubblico, volevamo completare l’opera e abbiamo saputo piegare una squadra come Saronno con un doppio ko dopo una lunghissima striscia di successi in campionato. Ora approdiamo in Final four, dove sfideremo città che hanno alle spalle una storia pallavolistica anche di serie A. Noi siamo una realtà di provincia, che ci mette serietà, impegno e anche un po’ di spensieratezza, oltre all’indubbio valore della squadra. Abbiamo compiuto un passo grandissimo, siamo consapevoli della forza delle altre squadre pretendenti alla Coppa, ma per noi la Final four non sarà di certo una gita. Inoltre, questo traguardo rappresenta un motivo d’orgoglio per il nostro paese (quasi 5.300 abitanti, ndc) che sto vedendo sempre più coinvolto nella nostra realtà sportiva”.

Donato De Pascali (direttore sportivo): “C’è stata una grande risposta della squadra e personalmente il secondo e il terzo set sono i migliori che ricordi a Monticelli, con un gioco spettacolare e aggressivo. La Final four sarà una bellissima esperienza e rappresenta la pagina di più alto livello della nostra storia. Penso che sfidare realtà come Latina, Gioia e Massa parli da solo”.

Massimo Botti (coach insieme a Davide Zanichelli): “E’ un traguardo storico per la società e per questo gruppo, con molti giocatori che per il primo anno sono a questi livelli. Non è il coronamento di nulla, perché si inserisce in un percorso di crescita necessario perché il campionato è ancora lungo e siamo in piena corsa anche solo per raggiungere i play off. Ora giustamente viviamo con entusiasmo questo risultato, ma non ci dimentichiamo che c’è ancora molto da fare”. Per Botti, il primo, significativo traguardo da allenatore (ruolo che ricopre per la prima stagione) dopo oltre un ventennio da professionista da giocatore. “E’ una soddisfazione – aggiunge – mi fa piacere essere riuscito a trasmettere qualcosa, così come i risultati positivi di questo periodo, ma soprattutto mi piace vedere come questi ragazzi stiano dimostrando di avere mille risorse in partite complicate: stanno diventando dei bei giocatori”.

SARONNO-CANOTTIERI ONGINA 2-3

(25-22, 15-25, 14-25, 25-22, 11-15)

SARONNO: Gaggini 10, Buratti 5, Cafulli 17, Canzanella 15, Spairani 9, Coscione 1, Cerbo (L), Barsi 1, Taliento. N.e.: Marelli, Calzaretti, Carucci, Rossi (L), Genovese. All.: Leidi

CANOTTIERI ONGINA: Giumelli 4, Nasari 13, De Biasi 11, Cardona 23, Caci 15, Bonola 9, Bisci (L), Binaghi 1, Pazzoni, Bara. N.e.: Filipponi, Miranda. All.: Botti-Zanichelli

ARBITRI: Marco Pasin e Andrea Alice

NOTE: Durata set: 28’, 24’, 23’, 29’, 20’ per un totale di 2 ore e 4 minuti di gioco

Saronno: battute sbagliate 17, ace 5, ricezione positiva 44% (perfetta 25%) attacco 47%, muri 9, errori 33

Canottieri Ongina: battute sbagliate 21, ace 8, ricezione positiva 64% (perfetta 46%), attacco 50%, muri 15, errori 32.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Il Piacenza fa la conta per la sfida di mercoledì contro la Giana Erminio. Sono 14 gli indisponibili

Torna su
SportPiacenza è in caricamento