Questo sito contribuisce all'audience di

Arianna Molinari: «Il Sangiorgio è una squadra molto unita»

Il centrale della formazione piacentina analizza il momento del gruppo: «Siamo state all'altezza anche contro avversarie di categoria superiore»

Arianna Molinari è alla sua prima stagione in Serie B2

Dopo l’ultimo allenamento congiunto dei giorni scorsi, vinto in tre set contro le cugine della Vap (Volley Academy Piacenza), il centrale Arianna Molinari, classe 2000, commenta l’uscita della Pallavolo Sangiorgio Piacentino. «E’ andata bene. La sera prima avevamo svolto una seduta di allenamento un po’ sottotono, c’era bisogno di riscatto e lo abbiamo fatto. In queste fasi stiamo migliorando. Quando siamo in difficoltà cerchiamo di aiutarci ed si è visto che quando giochiamo lo facciamo bene e siamo state all’altezza anche contro squadre di categoria superiore».

Debuttante in un campionato di B2, nel cuore di Arianna Molinari cresce l’adrenalina per un’avventura molto importante nella breve attività pallavolistica. «Mi sento migliorata ma sono ancora in ansia perché so che il livello del campionato è alto, se mi impegno potrò dimostrare di valere la categoria». Novità nel gruppo di coach Matteo Capra ed Emanuele Piccoli. «Conoscevo già Perini perché abbiamo giocato insieme nel River Volley e l’intesa con lei va bene, mentre quella con Chiara Nichelini sta migliorando. Siamo molto unite come squadra»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento