rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Volley B

L'Alsenese torna sola al comando e si qualifica per la Coppa Italia di B2

Colpaccio del Miovolley che ferma la corsa di Imola prima in classifica in Serie B1. Stop per le altre formazioni piacentine

Boa di metà stagione amara per la Canottieri Ongina, che sabato nell'ultima giornata d'andata del girone D di serie B maschile ha incassato una netta sconfitta in tre set sul campo veronese al cospetto dell'Arredopark Dual. In una sfida che di fatto metteva in palio il quarto posto provvisorio (le due formazioni erano distanziate di una sola lunghezza alla vigilia), la squadra allenata da Gabriele Bruni non è riuscita a ingranare, cedendo in modo netto in ognuno dei tre parziali disputati come evidenziato anche dai parziali del tabellino. Nell'occasione, ha debuttato l'ultimo volto nuovo in ordine di tempo, lo schiacciatore Nicolò Colella (partito dalla panchina e autore di 7 punti).
"Siamo andati male in tutti i fondamentali - commenta Fausto Perodi, vice allenatore giallonero - gli avversari ci hanno aggredito dalla battuta e noi siamo andati giù senza reagire. Abbiamo commesso tanti errori, dei quali 15 al servizio, fondamentale dove anche quando non sbagliavamo offrivamo un primo tocco troppo semplice a Caselle, che con ricezione doppia positiva ci metteva poi in difficoltà per quanto rigurda il nostro muro. L'aspetto più negativo è la poca determinazione: non appena le cose vanno male ci demoralizziamo e non è un caso che fin qui stiamo perdendo contro le formazioni che ci precedono in classifica".
In graduatoria, la Canottieri Ongina resta ferma al quinto posto a quota 22 punti, bilancio di fine andata frutto di sette vittorie e cinque sconfitte, anche se aumenta il gap dalle posizioni precedenti (-5 dal secondo e terzo posto e -4 dalla quarta piazza occupata proprio dal Caselle).
Dopo la sosta, il cammino dei gialloneri riprenderà sabato 10 febbraio alle 18,30 a Viadana.

ARREDOPARK DUAL CASELLE-CANOTTIERI ONGINA 3-0
(25-18, 25-18, 25-17)
ARREDOPARK DUAL CASELLE: Valbusa 7, Sasdelli, Bonizzato 11, Solazzi 10, Perera 10, Tarocco 11, Frigo (L), Caliari, Squarzoni. N.e.: Alberti, Tocco, Rancan, Botteon (L). All.: Pes
CANOTTIERI ONGINA: Ramberti 1, Di Tullio 9, Bertuzzi 3, Malvestiti 9, Miglietta 5, De Biasi B. 5, Rosati (L), Ousse, Colella 7, De Biasi M., Tagliaferri. N.e.: Muroni, Sala (L). All.: Bruni
ARBITRI: Bonzanni e Galletti
NOTE: Durata set: 26’, 24’, 24’ per un totale di 1 ora e 14 minuti di gioco
Arredopark Dual Caselle: battute sbagliate 10, ace 4, ricezione positiva 60% (perfetta 35%), attacco 49%, muri 7, errori 14
Canottiera Ongina: battute sbagliate 15, ace 1, ricezione positiva 56% (perfetta 28%), attacco 41%, muri 7, errori 26.

GAS SALES BLUENERGY KO - Disco rosso per la Gas Sales Bluenergy, impegnata ad Asola in provincia di Mantova nella tredicesima giornata di campionato con Kema Asola Remedello: 3-0 (25-14, 26-24, 28-269 per i padroni di casa.

---

EVEREST MIOVOLLEY-CSI CLAI IMOLA 3-1

(18-25; 25-20; 28-26; 25-15)

EVEREST MIOVOLLEY: Colombano 4, Nonnati 15, Cornelli 13, Scarabelli 14, Naddeo, Ducoli, Guaschino 11, Negri 14, Fizzotti (L). NE: Bianchini, Moretti, Nedeljkovic, Passerini (L). All. Mazzola

CSI CLAI IMOLA: Cavalli, Arcangeli 2, Cammisa 11, Migliorini 6, Rubini 8, Esposito 11, Missiroli, Rizzo 16, Mastrilli (L). NE: Casotti, Gaffuri, Lanzoni, Fazziani (L). All. Caliendo-Zuffranieri

Splendida vittoria dell'Everest MioVolley che ferma Imola, finora sconfitta una sola volta da inizio campionato: dopo un primo set difficile arriva la grande reazione delle biancoblu che culmina nel finale ai vantaggi del terzo parziale e in quarto set controllato senza affanni.

Coach Mazzola manda in campo Colombano e Nonnati in diagonale, Scarabelli e Cornelli bande, Guaschino e Negri al centro con Fizzotti libero. Si entra subito nel vivo con un inedito attacco di Colombano e una pipe di Scarabelli, Imola risponde e trova il muro del 7-10. Timeout per il MioVolley sul 7-11, Cornelli trova il mani out del 9-13 e l'ace del 13-16 con le romagnole che fermano il gioco a loro volta (13-16) riprendendo quota (14-19). Guaschino e Negri scelgono primo tempo e fast, il Clai alza il muro e chiude 18-25.

Nonnati interrompe il primo break di Imola (1-4) che però resta avanti (3-7) ed il MioVolley a richiedere timeout quando il tabellone recita (4-9). La formazione ospite continua a macinare gioco, Guaschino prova a mettere i bastoni tra le ruote della capolista (11-14) che però si rimette in marcia (13-18): la reazione biancoblu è veemente e si concretizza con una diagonale di Scarabelli (17-18) e un pallonetto di Negri (18-19). L'Everest passa a condurre, il nastro spinge l'ace di Colombano (23-20) e il set termina 25-20.

Avvio combattuto nel terzo parziale (8-8): Cornelli prova l'allungo, Imola rimane a ruota (11-9) e pareggia i conti. Si prosegue nel segno dell'equilibrio (14-15) ma le romagnole infilano il primo autentico break (14-17). Due grandi difese di Fizzotti rilanciano il MioVolley che pareggia nuovamente e torna a condurre con l'ace di Negri (20-18). Finale incandescente che si trascina ai vantaggi e con l'Everest che passa 28-26 dopo un attacco out delle avversarie.  L'Everest apre con convinzione il quarto set (6-2), Imola sfrutta qualche indecisione biancoblu e si riporta sotto (9-7) perdendo però ancora terreno nei successivi scambi (11-7). Nonnati spinge un pallonetto, Negri sceglie la potenza (15-10). Il muro di Guaschino vale il 19-12 e la strada è spianta per la squadra di coach Mazzola che trova la vittoria alla seconda match ball.

---

VIVI ENERGIA VAP-BLUELINE LIBERTAS FORLI' 1-3

(25-20, 19-25, 17 -25, 15-25)

VAP: Terrana 19 punti, Schillkowski  6, Da Pos, Milani 7, Ruggeri, Konate 3, Bibolotti 1, Borri 1, Nella 5, Dodi 4, Liberi: Gazzola, Riccio. All. Licata e Chiodaroli.

FORLI': Bernardeschi, Sgarzi, Bruno, Giacomel, Altini, Pulliero, Comastri, Balducci, Gatta, Bellavista, Simoncelli, Liberi: Gregori e Cavalli. All: Marone e Agatensi

Ultima partita di andata di Serie B, girone che la Vivi Energia Vap chiude con un solo punto in classifica ma con la consapevolezza di aver fatto passi da gigante nel gioco e nella tenuta mentale delle ragazze. Se la partita persa con Forlì si fosse giocata ad inizio stagione avremmo assistito sicuramente ad un monologo della squadra romagnola con uno scarto di punti ben più ampio. Ora invece il lavoro svolto da Licata in questi mesi è emerso in modo davvero evidente. 
Il primo set delle ragazze piacentine è da applausi. Velocità di gioco, precisione e determinazione su ogni palla mettono in imbarazzo le forlivesi che sembrano a tratti sbalordite ed impotenti davanti al gioco delle giovanissime avversarie.

Negli altri tre parziali invece la maggior esperienza delle forlivesi comincia ad emergere in modo sempre più evidente e le padrone di casa non riescono più ad opporsi in modo efficace. Rimane la buona prestazione e l'ottimo atteggiamento delle ragazze di Licata che non hanno mai mollato giocando sempre con determinazione. Licata può essere soddisfatto dei miglioramenti della sua squadra, anche se logicamente c'è ancora molto da lavorare. Da segnalare la prova dell'opposto Samanta Terrana autrice di 19 punti.

---

ROSSETTI MARKET CONAD-VIADANA 3-1

(23-25, 25-23, 25-13, 25-16)

ROSSETTI MARKET CONAD: Falotico 12, Frassi 11, Bernabè 14, Marchesi 16, Scurzoni 7, Neri 5, Toffanin (L), Palazzina. N.e.: Ghizzoni, Brunani, Spagnuolo, Gandolfi (L), Tartari, Bozzetti. All.: Bonini.

VIADANA: Panazza 11, Favari 12, Piantoni 10, Binacchi 4, Vulkovic 12, Guidetti 10, Braga (L), Bottarelli, Mulas, Daolio. N.e.: Grassi, Santagiuliana, Tomaiuolo, Feroldi (L). All.: Bolzoni

ARBITRI: Armelani e Scialpi

NOTE: durata set: 28’, 29’, 22’, 24’ per un totale di 1 ora e 43 minuti di gioco

Rossetti Market Conad: battute sbagliate 10, ace 5, ricezione positiva 39% (perfetta 27%), attacco 36%, muri 11, errori 18

Viadana: battuta sbagliata 12, ace 8, ricezione positiva 39% (perfetta 31%), attacco 30%, muri 6, errori 33.

Sabato di festa per la Rossetti Market Conad, che in B2 femminile supera 3-1 il Viadana nell'ultimo match del girone d'andata e si qualifica alla Coppa Italia, grazie al ritrovato primato solitario in classifica. Dopo aver perso 3-0 a San Damaso contro la Zerosystem e venendo agganciate in vetta, le gialloblù piacentine si sono riprese il trono approfittando del ko delle stesse modenesi sul campo di Cerea (3-2) in un turno che ha riservato diverse sorprese. In classifica, Alseno chiude l'andata in vetta a 32 punti, a +2 sulla Zerosystem e con quattro punti sulle cugine piacentine del San Giorgio (28), mentre Cerea sale a quota 26, con Davis quinto con 24.

Così, per la seconda volta nella storia (la prima nell'annata di esordio in quarta serie nazionale contro Parella Torino), il sodalizio del presidente Stiliano Faroldi si qualifica alla Coppa Italia di B2 femminile, dove parteciperà a partire dal prossimo week end al girone della prima fase insieme alle bresciane della Promoball ("regine" del girone D con 33 punti) e alle romagnole della Lasersoft Riccione, in testa al raggruppamento F con 36 punti. Il girone di Coppa sarà di sola andata, con ogni squadra che giocherà un match in casa e uno in trasferta, con la vincente del raggruppamento che otterrà il pass per la Final Four.

Contro Viadana, la Rossetti Market Conad è uscita alla distanza, rimontando il primo set sfuggito di mano in extremis (23-25) e dopo aver chiuso sempre con il minimo scarto anche il secondo parziale (stesso risultato), mentre la seconda parte del match è stato un monologo gialloblù. Senza la palleggiatrice Mercedes Pieroni (infortunata) e con alcune situazioni individuali ancora imperfette, le piacentine (guidate in regia da Giulia Neri) hanno offerto una prova corale, testimoniata da quattro doppie cifre. Top scorer, la schiacciatrice Virginia Marchesi (16 punti e 45% in attacco), spalleggiata nel reparto laterale dalla capitana Chiara Shanti Falotico (12) e dall'opposta Stefania Bernabè (14). Al centro, spiccano gli 11 punti di Elisa Frassi, protagonista tra attacco (50%), muri (3) e battuta (2 ace). Proprio il muro è stato un fondamentale dove Alseno ha brillato (11 block vincenti con anche 4 muri di Scurzoni, 3 di Neri e 1 di Marchesi), oltre a capitalizzare un minor numero di errori complessivi nel gioco (18 contro i 33 ospiti).

"Mi fa piacere questo traguardo - commenta coach Federico Bonini - la società si merita questa bella vetrina e anch le ragazze se lo meritano appieno per quanto hanno saputo fare dal primo giorno di lavoro insieme, passando per i miglioramenti, le belle vittorie centrate e anche la capacità di stringere i denti nelle difficoltà. E' indubbio come non siamo nel momento migliore della stagione, la ruota gira per tutti, è un periodo dove bisogna stringere i denti e cercare di fare il possibile per stare compatti e non trovare alibi nonostante la sfortuna. Temevo Viadana, so cosa poteva fare e che ha dato fastidio a diverse squadre fin qui. Loro hanno spinto forte al servizio e cercato colpi coraggiosi in attacco, nel primo set eravamo avanti ma complice qualche ingenuità nostra ci è sfuggito di mano, andando meritatamente a Viadana. ll copione non è stato molto diverso nel secondo, con cose buone alternate a occasioni non concretizzate; non siamo riusciti a staccare l'avversario nel punteggio ma questa volta abbiamo chiuso 25-23 noi. Dal terzo set, Viadana è un po' calato, noi abbiamo preso le misure e iniziato a ingranare facendo bene fino al 3-1 finale".

---

BEONE SAN MARTINO-PALLAVOLO SANGIORGIO 3-2

(25-20, 25-18, 15-25, 26-28, 15-7)

PALLAVOLO SANGIORGIO: Amadei (L), Erba 2, Polletta 1, Sangiorgi, Marinucci 10, Gilioli 16, Camurri 15, Galelli (L), Lunardini, Tonini 14, Arfini 2, Cossali 6, Zoppi 1 . All. Capra.

La Pallavolo San Giorgio soffre il mal di trasferta e anche con la BeOne continua la serie negativa della formazione piacentina lontana dalle mura amiche. Per la squadra di Capra arriva la terza sconfitta di fila lontana da San Giorgio, dopo quelle con Alseno e Volley Davis 2c, e i. secondo ko consecutivo al quinto set (il primo contro Mirandola nell’unica sconfitta interna). Arriva un punto solo che permette di chiudere il girone d’andata al terzo posto con 28 punti, frutto di 9 vittorie e 4 sconfitte.

Nel primo parziale Sangiorgio parte forte, portandosi 7-11 con Camurri. Il ritorno della BeOne è prepotente: il team veronese infila un break di undici ad uno (18-12) per chiudere 25-20. Nel secondo set la squadra di casa parte a razzo, le piacentine provano a rimontare con Zoppi e arrivano fino al 22-17, ma non basta e la frazione va in archivio sul 25-18.

Sotto di due parziali le giallobiancoblù reagiscono. Nonostante il buon inizio della BeOne, 10-9, un attacco di Tonini e due ace di Cossali ribaltano il punteggio, 12-14. Preso in mano il set la squadra piacentina chiude 15-25 e riapre la partita. Combatutto il quarto parziale: rotta la parità con Camurri e Marinucci innescate da Erba, il punteggio registra il 15-12. La squadra ospite allunga sino al 23-19 ma subisce la rimonta delle veronesi, facendosi annullare due palle set: 24-24. Nella lotta ai vantaggi la spunta San Giorgio che prolunga l’incontro al set corto: 28-26, ultima palla griffata. Arrivato all’ultimo parziale con il serbatoio vuoto di energia, le piacentine cedono 15-7.

Risultati

Mirandola-Soliera 1-3; Be One San Martino-Pall. San Giorgio3-2; Moma Anderlini-Top Volley 3.0; Pall. Alsenese-Viadana 3-1; Volley Davis 2c-Galaxy Volley 1-3; Piadena-Spakka Volley oggi; Cerea-San Damaso 3-2.

Classifica

Pall. Alsenese 32 punti; San Damaso 30 punti; Pall. San Giorgio 28; Cerea 26; Volley Davis 2c 24; Be One San Martino 22; Galaxy Volley 21; Piadena 18; Moma Anderlini 16; Mirandola 15; Soliera 14; Top Volley 12; Viadana 6; Spakka Volley 0.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Alsenese torna sola al comando e si qualifica per la Coppa Italia di B2

SportPiacenza è in caricamento