Questo sito contribuisce all'audience di

Volley B - Che battaglia il derby: l'Alsenese vince al tie break e torna in vetta. Grande Canottieri

Fiorenzuola prima deve rincorrere, poi si porta avanti 2-1 ma cede al tie break. La Conad approfitta della sosta del Gorla e guadagna il comando della classifica. L'Ongina espugna Savigliano e si avvicina alla vetta

La Conad Alsenese, capace di vincere il derby al tie break

La vittoria più bella è quella che deve ancora arrivare e che arriva davvero. Se poi avviene in un derby diventa apoteosi. La speranza e la voglia di riscatto che aveva la Conad Alsenese dopo la sconfitta della settimana scorsa si materializza in gioia sfrenata al termine del successo interno in rimonta al tie break contro le vicine di casa della Pavidea Fiorenzuola che proietta momentaneamente le gialloblù in vetta alla classifica a quota 28 in coabitazione con la Cosmel Gorla (in attesa che giochi il 17 gennaio con la Foppapedretti) e portando a due lunghezze il vantaggio sull'Abo Offanengo caduta sorprendentemente al quinto set in casa del Sanda Volley Brugherio.

Entrambe le squadre, mosse da diversi stimoli per fare bene, hanno dato vita ad un match tirato, forse non particolarmente bello sotto l'aspetto tecnico ma certamente emozionante, che non ha deluso le aspettative degli appassionati che hanno riempito il palasport di via Cavour (circa 250 spettatori) come mai capitato prima per quello che adesso rappresenta il meglio che il volley femminile piacentino possa proporre. 

Alla fine a trionfare con carattere e lucidità sono state le ragazze di mister Scaltriti, trascinate da un prova pazzesca di capitan Amasanti - 26 punti (compreso quello decisivo) - e da un livello difensivo cresciuto soprattutto negli ultimi due set, proprio quando la situazione sembrava compromessa.

La Conad - con ancora ai box Ghirardotti (infortunio ad un piede) e con la palleggiatrice titolare Losi in panchina (recuperata ma non rischiata dopo lo strappo inguinale di inizio anno) - schiera la diagonale Canossini-Amasanti, Pesce-Fanzini in banda, al centro Rovellini-Ghisolfi e Gorreri libero, mentre dall'altra parte coach Marini parte con Vignola in regia opposta ad Hodzic, Tosi-Donida in banda, Cattaneo-Morelli al centro e Coti Zelati libero.

L'inizio è tutto per le padrone di casa con una Pesce ispirata (buona la sua prestazione sia in attacco con 19 punti che in seconda linea) che conduce le sue compagne sull'8-4, obbligando Fiorenzuola al time out discrezionale. Il contro break, mortifero, è firmato da uno show di Hodzic - 4 punti consecutivi - e il 10-13 della Pavidea è presto servito, compreso il tempo chiamato stavolta dal tecnico gialloblù. Si viaggia gomito a gomito, ma la Conad poco per volta allunga e poco prima del set point con Pesce al servizio il tecnico delle padrone di casa alza il muro inserendo Maini per Canossini. È la mossa vincente perché Ghisolfi, affiancata proprio dalla nuova entrata, blocca il pallone di Donida per il 25-20.

Nel secondo parziale le ospiti scappano subito sul 2-8 salvo subire il violento 9-0 dell'Alsenese firmato da un ace di Pesce, ma il trend positivo dura poco perché in parte alcune decisioni della coppia arbitrale, in parte la deconcentrazione delle gialloblù consentono la mini-fuga di Donida e compagne (14-16). Nel finale Scaltriti, con le sue ragazze ad inseguire di un incollatura, ritenta il jolly dalla panchina con Maini per Canossini a muro, Faccini per Ghisolfi e Magno per Rovellini al servizio, ma i cambi non sortiscono alcun effetto e Hodzic può così armare il suo braccio sinistro per firmare il 23-25 ed il pareggio.

Per la Conad ora la priorità è cercare di mettere la museruola all'opposto avversario di origine croata e registrare la propria ricezione per trovare più fluidità offensiva. L'andamento della terza frazione vive sulla falsariga di quello di prima, con Amasanti e compagne che, dopo aver rincorso, sembrano scavare il solco giusto sul 14-11 costringendo la Pavidea al time out discrezionale. Un errore al servizio di Cattaneo mantiene il medesimo divario (17-14) ma sarà proprio la centrale a creare il contro break con tre fast consecutive portando Fiorenzuola sul 21-23. Sul set-ball ospite Scaltriti riprova con i soliti cambi, ma Donida chiude per il 22-25.

L'Alsenese è con le spalle al muro e se vuole vincere deve cambiare ritmo nel quarto set. Detto fatto, le gialloblù innestano la marcia veloce, alzano il livello in difesa (Gorreri a tratti impressionante su alcuni salvataggi in tuffo) e surclassano la Pavidea, senza che le ospiti possano capacitarsene. La cavalcata del 25-8 non ammette repliche e il tie break diventa il nuovo striscione d'arrivo per entrambe le squadre.

L'inerzia si è girata ed è tutta a favore della Conad, che inizia il set corto con lo stesso passo di prima, insostenibile per le avversarie. Sul 5-2 di Pesce, Fiorenzuola chiama il tempo, sull'ace dell'8-2 di Amasanti si cambia campo mentre Fanzini (in crescendo la sua prestazione) mantiene a distanza Donida e compagne sul 13-8. Il traguardo è ad un passo ma c'è ancora tempo per emozionarsi e preoccuparsi: Tosi firma il 13-10 e Scaltriti chiede il time out per tranquillizzare il suo sestetto. Una battuta sbagliata di Cattaneo certifica la resa della sua squadra prima che Amasanti, cresciuta per dieci anni a pane e volley proprio a Fiorenzuola, sancisca il 15-11 per il 3-2 finale facendo letteralmente esplodere di gioia tutto il popolo alsenese. 

Contro un'avversaria forte ed in salute come la Pavidea (che veniva da cinque successi pieni consecutivi), c'è stata la reazione che si voleva dopo la batosta (anche morale) della settimana scorsa e sabato prossimo in casa della Bracco Propatria Milano, penultima in classifica, la Conad Alsenese non dovrà avere alcun calo di tensione per chiudere al meglio il girone di andata ed impostare i suoi nuovi obiettivi stagionali.

CONAD ALSENESE-PAVIDEA ARDAVOLLEY FIORENZUOLA 3-2

(25-20, 23-25, 22-25, 25-8, 15-11)

Conad Alsenese: Pesce 19, Fanzini 12, Amasanti 26, Canossini, Ghisolfi 10, Rovellini 4, Gorreri (L); Maini, Magno, Faccini. N.e.: Losi, Gandolfi (L). All.: Marco Scaltriti

Pavidea Ardavolley Fiorenzuola: Donida 16, Cattaneo 8, Tosi 15, Morelli 1, Vignola 4, Hodzic 20, Coti Zelati (L), Premoli, Messaggi, Sfogliano 5, Scapuzzi. N.e.: Riboni (L), Ermoli, Arbini. All.: Roberto Marini.

NOTE - Ace: Conad 13, Pavidea 4. Muri: Conad 4, Pavidea 4. Attacco: Conad 36%, Pavidea 39%. Ricezione: Conad 43%, Pavidea 40%.

Arbitri: Roberta Soranno, Vanessa Bacchella

Durata set: 29', 30', 29', 21', 16'. Totale 2h05'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Simone Carpanini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento