menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Matteo Paris, nuovo regista di Piacenza

Matteo Paris, nuovo regista di Piacenza

Matteo Paris: «Sono un guerriero che a 35 anni non ha ancora smesso di sognare»

Parla il nuovo regista della Gas Sales: arrivò a Piacenza già nel 2015 ma non riuscì mai ad essere tesserato

Si definisce «un guerriero», uno che «a 35 anni non ha ancora smesso di sognare». Matteo Paris torna a Piacenza dopo una breve e strana avventura: arrivò al PalaBanca nel gennaio 2015 con l’obiettivo di indossare la maglia biancorossa, ma un cavillo regolamentare gli consentì solamente di allenarsi senza mai scendere in campo. Adesso invece la situazione è completamente cambiata e la prossima stagione sarà lui il regista titolare di Piacenza, chiamato a innescare il braccio armato di Alessandro Fei.

Chi è Matteo Paris?

«Sono uno che a 35 anni non ha ancora smesso di sognare, sempre pronto a nuove sfide, uno che non molla mai: più l’obiettivo è difficile e più ci prova. Insomma, un guerriero; ho fatto tanti sacrifici, tanti viaggi, conosciuto tantissimi posti e tantissime persone. Ho avuto tante delusioni ma anche tantissime soddisfazioni, ma questo è il bello dello sport. Mi piace lavorare in palestra e cercare di migliorare sempre. Sono legatissimo alla mia famiglia ai miei fratelli. Sono diventato papà da 7 mesi e spero di poter essere un buon padre di famiglia».

Quando hai iniziato a giocare a pallavolo?

«Per caso, a 15 anni. Giocavo a calcio, poi in estate incontrai degli amici di infanzia che erano pallavolisti, mi portarono con loro e da lì non ho più smesso. Ho iniziato con la squadra del paese, il Volley Anguillara, dove sono stato fino ai 22 anni militando in serie C. Devo molto al mio primo allenatore Saverio Fagiani che mi ha insegnato i fondamentali e ha forgiato il mio carattere».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento