Questo sito contribuisce all'audience di

Botti: «Sono molto contento per la vittoria, ma a Spoleto bisognerà giocare meglio». VIDEO e pagelle

Il tecnico biancorosso pensa già alla gara di lunedì: «Bisogna trovare le migliori sincronie e il tempo è poco. Adesso sarà necessario racimolare le energie rimaste»

E’ un Massimo Botti diverso dal solito quello che si presenta di fronte alle telecamere. Perché stavolta la sua Gas Sales si è portata avanti nella serie e dunque la gestione dei giorni che separano i biancorossi da Gara2 saranno completamente differenti rispetto alla vigilia dei quarti di finale.

Vi siete un po’ complicati la vita avanti 24-21 nel primo set.

«Vero. In realtà è stata una gara in cui non siamo riusciti a trovare una buona fluidità di gioco. E’ stato un incontro sotto ritmo, ma sono soddisfatto dell’ingresso dei ragazzi che erano convalescenti. Nel primo set eravamo avanti, ma Fedrizzi ci ha messo in difficoltà al servizio, poi hanno preso una bella difesa dunque è corretto dare i meriti agli avversari. Gli altri set li abbiamo condotti in maniera onesta, raggranellando qualche punto di vantaggio all’inizio che poi gli umbri non sono riusciti a recuperare».

Grazie a che fondamentale avete vinto la partita?

«Le statistiche non le ho viste, sicuramente Sabbi ha giocato una grande gara. Abbiamo portato a casa il risultato perché forse siamo individualmente un pochino più forti. Ma se giocheremo così a Spoleto sono certo che perderemo».

In Umbria troverete un altro clima ma avrete anche Fei e Klobucar in condizioni migliori rispetto a stasera, quando sono rientrati al termine di un lungo periodo di assenza.

«Il volley non è un’equazione matematica. Oggi eravamo al completo, abbiamo un tasso tecnico importante ma dobbiamo trovare ancora un po’ di sincronie e ci sono pochi giorni per farlo, in pratica solamente due allenamenti. Bisogna racimolare le energie avanzate, si vede che non siamo abituati a scendere in campo ogni tre giorni, perché la qualità del nostro gioco ne risente. Ci vorrà una gara migliore ma nei play off conta vincere e dunque sono molto contento».

Dovrete soprattutto limitare Padura Diaz, una vera spina nel fianco in Gara1.

«E’ un giocatore importante e non sarà facile ridurre la sua positività. Bisognerà aggiustare qualcosa nel timing di muro ma a volte fa punto lo stesso anche se indovini dove schiaccia. I grandi attaccanti non li abbiamo solo noi, ma anche i nostri avversari»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento