Questo sito contribuisce all'audience di

Elisabetta Curti: «Vogliamo fare squadra coinvolgendo altre aziende». Zlatanov: «Dobbiamo creare entusiasmo». VIDEO

Presidente e direttore generale il giorno della presentazione della nuova Gas Sales Piacenza. «Siamo gasati, cercheremo sinergie per il bene di Piacenza»

Elisabetta Curti non perde il sorriso nemmeno per un istante. La presentazione ufficiale della You Energy volley significa che è riuscita a tagliare il traguardo al termine di un percorso che definire accidentato è eufemistico. «Ogni giorno un ostacolo nuovo» spiega il sindaco Patrizia Barbieri al suo fianco. Lei e i suoi collaboratori hanno fatto dell’entusiasmo l’arma in più, il carburante da utilizzare per raggiungere un obiettivo solo fino a pochi giorni fa impensabile.

«Finalmente - spiega il nuovo presidente - siamo arrivati alla fine perché eravamo molto stanchi. E’ stato un percorso lungo e difficile; quando pensavamo di essere a un passo dallo striscione d’arrivo succedeva sempre qualcosa. Ma al termine ce l’abbiamo fatta; siamo sfiniti ma adesso dobbiamo ricaricare immediatamente le batterie perché bisogna mettere in moto la squadra. Siamo molto gasati».

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Hristo Zlatanov, il vostro direttore generale, ha detto: sono stato convinto dal loro entusiasmo. E’ quello che probabilmente vi ha permesso di andare avanti nonostante le tante difficoltà.

«Vero, ma dobbiamo anche ringraziare il sindaco Patrizia Barbieri, l’onorevole Paola De Micheli e gli amici di Confapi perché hanno creato una serie di relazioni importanti mettendomi in contatto con tante aziende. Poi anche il consigliere comunale Gian Paolo Ultori, i colleghi che mi hanno sostenuto e ovviamente il presidente Corrado Sforza Fogliani che attraverso la Banca di Piacenza ci ha mostrato un aiuto concreto».

Cosa vi ha spinto a mettervi in gioco a partita in corso, visto che di fatto il vostro ingresso ufficiale è avvenuto a metà del tragitto da compiere?

«Ci siamo trovati su un carro di imprenditori che voleva salvare la pallavolo piacentina, poi mentre ci avvicinavamo al traguardo mi rendevo conto che scendevano tutti. Sono rimasta sola, mi sono confrontata con la mia famiglia e con i colleghi e ci siamo detti: vale la pena andare avanti. Abbiamo trovato energie in noi stessi dimostrando di crederci fino all’ultimo».

La società è costituita ma è solo il primo passo. Adesso puntate ad allargare l’impianto dei vostri sponsor.

«L’hashtag che abbiamo appena lanciato recita: #facciamosquadraxpiacenza, l’obiettivo è coinvolgere il numero maggiore di aziende pronte a credere nello sport e nello sviluppo del territorio. E’ giusto che chi lavora a livello locale poi restituisca qualcosa alla propria provincia. Se aderiscono in tanti si possono raggiungere grandi risultati, come insegnano realtà del calibro dell’Imoco a Conegliano, dove 300 aziende contribuiscono allo stesso progetto. Sarebbe bello fare sinergia, business e sviluppo puntando sullo sport, perché vorrebbe dire fare il bene di Piacenza».

Il sogno del presidente Elisabetta Curti qual è?

«Comportarci bene in A2, magari raggiungendo i play off, ma soprattutto gettare le basi per le giovanili perché vogliamo coinvolgere le famiglie, portare gente al PalaBanca e fare del volley quello che rappresenta realmente, uno sport sano e divertente che unisca i cuori dei piacentini».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Nibbiano&Valtidone, CastellanaFontana e Bobbiese in vetta

  • Piacenza-Vicenza 2-1: i biancorossi trovano il gol vittoria nel recupero con Della Latta

  • Gare truccate, bomber scambiati, cannonieri show e campioni: Piacenza-Vicenza non è una sfida come le altre

  • Serie C - Piacenza tutto cuore e grinta: Pergreffi e Della Latta ribaltano il Vicenza

  • Piacenza - Franzini: «Abbiamo vinto da grande squadra». Della Latta: «Risultato frutto del gruppo»

  • Dilettanti - Mercoledì di Coppa: tutti i risultati

Torna su
SportPiacenza è in caricamento