Questo sito contribuisce all'audience di

Zlatanov: «Il ruolo di favoriti? Abbiamo giocatori in grado di gestirlo. Il nostro obiettivo è il più importante che esista». VIDEO

Il direttore generale della Gas Sales in vista dei play off: «Sono la parte più divertente del campionato, dove emergono i reali valori delle squadre. Brescia? Dimentichiamoci la gara di Coppa Italia, è un avversario tosto»

Hristo Zlatanov, direttore generale della Gas Sales

Di play off ne ha giocati un’infinità. «Sono il momento che aspetti per un'intera stagione», quello in cui l’adrenalina supera tutti i livelli previsti, quando le motivazioni non vanno trovate perché arrivano in automatico, lo stomaco si chiude prima della partita e ogni attacco può essere quello decisivo. Hristo Zlatanov vive l’ennesima “prima volta” da dirigente, dopo l’esordio in campionato e la finale di Coppa Italia ecco il via dei play off senza indossare la storica casacca numero 11 ma la giacca con il logo della Gas Sales.

Voltiamoci indietro per un istante e facciamo un bilancio di quanto successo in regular season. Meglio di così era difficile prevedere alla vigilia: qualificazione agli spareggi promozione ottenuta con cinque turni di anticipo e primo posto assicurato quando ancora mancavano due giornate al termine.

«Sicuramente – spiega il direttore generale biancorosso – è ottimo, anzi direi eccezionale. Stiamo bruciando le tappe e siamo molto felici perché un’annata simile ad agosto era solamente auspicabile e nulla più. Adesso l’abbiamo trasformata in realtà e siamo molto contenti, ma sappiamo bene di essere a metà strada, manca la parte più importante della stagione che ci attende a breve».

Il peccato è che questa cavalcata trionfale non vi dà alcuna garanzia. Anzi, vi mette sulle spalle il ruolo di favoriti che non è mai semplice da sopportare.

«Vero, ma abbiamo giocatori abituati a giocare con queste pressioni, in squadra ci sono ragazzi esperti e protagonisti in tante finali. Questa veste non ci spaventa perché non possiamo nasconderci dietro a un dito, il nostro obiettivo è il più importante che esista, anche se quella parola non voglio pronunciarla. Ci godiamo la parte più bella della stagione, quello che è divertimento e adrenalina. Da giocatore non vedevo l’ora che arrivasse, non ci sono più pause, si gioca e basta».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza sconfitto 3-1 dal Cittadella, i biancorossi giocano bene ma soffrono troppo sulle palle alte

  • Lega Pro - Ufficiali i Gironi A, B e C per la stagione 2020/2021. Il Piacenza è con le toscane, lombarde e piemontesi

  • Il Piacenza chiude il precampionato con un pareggio contro la Virtus Verona. Cosa va e cosa non va

  • Piacenza-Virtus Verona: 1-1, a Siani risponde Bridi

  • La Gas Sales Bluenergy va a singhiozzo, Padova vince 3-1. Biancorossi fuori dalla Coppa Italia

  • Il calcio vuole ripartire a metà ottobre, ma c'è un grosso punto interrogativo per i più piccoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento