Questo sito contribuisce all'audience di

Dalla Gas Sales solo risposte positive: Taviano annientato 3-0

Tutto facile in casa biancorossa in una partita mai in discussione. Buon esordio di Tondo

La festa della Gas Sales a fine gara

Ancora una volta cambia l’assetto in casa Piacenza, in parte per obbligo in parte per l’arrivo in settimana di Alessandro Tondo che Botti spedisce subito in campo, ma il risultato resta lo stesso. Impiega poco più di un’ora la Gas Sales per incamerare tre punti mai in discussione, in una gara che i padroni di casa sono bravi a non complicarsi in nessun momento, restando avanti praticamente per l’intero incontro. Taviano non è certamente un avversario di primo livello e il fatto che non sia ancora riuscire a conquistare una vittoria in campionato è lì a dimostrarlo, ma i biancorossi hanno il merito di non abbassare mai l’attenzione anche se diventa molto difficile tenere alto il ritmo con un avversario palesemente di livello inferiore.

LEGGI LA GARA PUNTO A PUNTO

Le incognite durano giusto il tempo di vedere l’ingresso della squadra in campo: Tondo, arrivato a metà settimana, gioca titolare insieme a Copelli, Fanuli prende regolarmente il suo posto come specialista della seconda linea mentre Mercorio lascia la maglia di libero indossata domenica scorsa a Cisano Bergamasco e viene schierato da schiacciatore al posto di Klobucar. Lo sloveno comunque effettua tutto il riscaldamento, a dimostrazione che fisicamente è sulla via del completo recupero.

Poi inizia la partita e dopo qualche scambio ricco di errori (soprattutto al servizio) Piacenza decide che è ora di dare una svolta e lascia subito intendere di essere padrona assoluta della sfida. Se si eccettua l’inizio del terzo set, con gli ospiti avanti 8-6, sono sempre i biancorossi a comandare, trascinati dalla coppia Yudin-Fei scatenata in attacco e capace di mettere a terra complessivamente 30 palloni con percentuali eccellenti. Taviano ci capisce poco o niente, Licchelli cerca soluzioni dalla panchina senza trovarle, mentre Botti soprattutto nel secondo parziale potrà permettersi di concedere la vetrina a quasi tutti i suoi giocatori. «Lo ripeto sempre, ci sarà bisogno di tutti» ribadirà il tecnico a fine gara, logico dunque che l’allenatore punti a tenere i suoi ragazzi sempre pronti. Con i pugliesi a volte il ritmo cala, ma non per colpa dei padroni di casa che possono contare su un Mercorio precisissimo in seconda linea e pronto a farsi sentire anche in attacco. Con tre attaccanti di palla alta in serata e un’intesa con Tondo ancora, ovviamente, da affinare, Paris non deve nemmeno cercare soluzioni troppo arzigogolate, si affida alle bande e all’opposto e tanto basta per trasformare il confronto in una strada in discesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Calciomercato: Bortoletti, Baldan, Borghini, Conson, Biondi e Alvaro Montero non arriveranno

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

  • Serie C - Il Piacenza non sa più vincere. La Pro Vercelli strappa l'1-1 nel finale, biancorossi ora terzultimi

Torna su
SportPiacenza è in caricamento