Questo sito contribuisce all'audience di

Gas Sales, serve l'ultimo balzo verso il Paradiso

Sabato alle 20.30 Gara3 al PalaBanca contro Bergamo: in caso di vittoria i biancorossi verrebbero promossi in Superlega

La festa Gas Sales dopo un punto, con Klobucar in primo piano

E’ il momento che tutti aspettano da mesi, da quando a fine giugno dello scorso anno sembrò una vittoria anche solamente l’iscrizione al campionato di A2. Invece la Gas Sales non si è accontentata, ha costruito una squadra di ottimo livello, l’ha migliorata durante la stagione, ha inserito dei pezzi pregiati e sabato sera alle 20.30 al PalaBanca si gioca la prima possibilità di tornare immediatamente in Superlega. Fra Piacenza e la massima serie c’è Bergamo, squadra già battuta due volte nella serie di finale (e cinque in tutta la stagione) che però non ha intenzione di fare un passo indietro. Insomma, se i biancorossi vorranno fare festa con i propri tifosi dovranno meritarsela: si sono sudati ogni traguardo raggiunto, dovranno uscire dal campo madidi anche in occasione dell’obiettivo più importante.

Le prime due partite hanno detto che la formazione di Massimo Botti in questo momento è superiore agli avversari. Lo è come singoli ma soprattutto sia in Gara1 al PalaBanca sia nella seconda partita al Pala Agnelli ha dimostrato di esserlo anche come squadra. Sempre attenta nei momenti importanti degli incontri, concreta, solida, pronta a sporcarsi le ginocchiere in difesa anche con gli elementi di punta, quelli che potrebbero limitarsi a prendere gli applausi con un ace o un attacco spettacolare. Dunque sarà tutto facile? Bisogna scordarselo, perché nonostante due ottime prove la Gas Sales ha capito che deve lottare su ogni pallone se vuole avere la meglio di un avversario mai domo. Nonostante due set pessimi (i primi) in entrambe le partite, l’Olimpia ha sempre trovato la forza di reagire arrivando a giocarsi la vittoria nei singoli parziali praticamente in tutte le altre occasioni.

E’ una finale, non può trasformarsi in una passeggiata, ma Piacenza è pronta perché ha una voglia enorme di festeggiare. Ce l’hanno i giocatori e lo staff al termine di una stagione in cui, obiettivamente, sarebbe stato impossibile fare meglio. Ma ce l’ha anche una società che vive con entusiasmo questa sua prima volta, a cui si somma la voglia di esplodere da parte di un pubblico pronto a tornare dove è stato per tante stagioni fino a qualche mese fa: in Superlega.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manca l’ultimo sforzo, serve ancora una scalata per arrivare fino in vetta. La Gas Sales è pronta e preparata, adesso deve piantare la bandiera biancorossa sulla cima e poi la festa potrà finalmente iniziare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sport di contatto: Bonaccini scarica la responsabilità sull'assessore Donini. «Aspetto il via libera dalla mia sanità»

  • Calciomercato - Piacenza: occhi sull'attaccante Francesco Maio e sul centrocampista Alberto Acquadro

  • Calciomercato Dilettanti - Cossetti rinnova con la CastellanaFontana. Vigolzone: arriva Nicola Spelta

  • Piacenza e Corradi: fase di stallo ma il nodo va sciolto in fretta. Sestu non tornerà in biancorosso

  • Serie C Playoff 2020 - Domenica si gioca il secondo turno a Girone. Programma e orari delle partite

  • Calciomercato Dilettanti - Gotico Garibaldina: per la panchina arriva Emanuele Reboli

Torna su
SportPiacenza è in caricamento