menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alessandro Fei, la presidente Elisabetta Curti e il direttore generale Hristo Zlatanov

Alessandro Fei, la presidente Elisabetta Curti e il direttore generale Hristo Zlatanov

Fei punta in alto: «Voglio riportare questa squadra nel volley che merita». VIDEO

L'opposto della Gas Sales Piacenza non si nasconde nel giorno del raduno. «Perché sono rimasto a Piacenza? Mi sono trovato benissimo, conosco l’ambiente e ho tutto l’affetto dei tifosi»

In mezzo a tanti volti nuovi al raduno della Gas Sales Piacenza lui era una delle poche certezze. Lo sarà anche in campo, perché Alessandro Fei rappresenta le fondamenta su cui è costruita la nuova squadra biancorossa. Per rimanere alla corte di Massimo Botti ha rinunciato anche a offerte provenienti dalla Superlega: «Perché qui mi sono trovato benissimo, conosco l’ambiente e ho tutto l’affetto dei tifosi. Lo avevo già detto l’anno scorso: se ci sarà la squadra io rimango».

Anche a costo di scendere di categoria e di affrontare per la prima volta in carriera la Serie A2. Lui che in ventidue anni ad altissimi livelli ha conosciuto solamente i riflettori della A1, il sapore di quattro scudetti, cinque Coppe Italia e sei Supercoppe. Eppure quando l’ha chiamato il direttore generale Hristo Zlatanov, suo grande amico e da qualche settimana anche nuovo direttore generale della Gas Sales, non ha avuto dubbi. «Cosa ha fatto per convincermi? Niente. Semplicemente mi ha detto che ci sarebbe stata la squadra e io ho impiegato un attimo per confermare una decisione che avevo già preso». Anche se questo significa rinunciare, almeno temporaneamente, alla possibilità di superare proprio Zlatanov nella classifica dei bomber di tutti i tempi, diventando il miglior marcatore del campionato italiano. A Fox mancano 36 punti per raggiungere l’ex capitano di Piacenza, che a fine carriera aveva messo a terra 9688 palloni. Un traguardo che sembrava irraggiungibile, invece nell’ultima stagione l’opposto di Piacenza è arrivato a un passo dal traguardo, fermandosi a quota 9653. Ancora un paio di partite, tre al massimo, e sarebbe entrato nella storia. Ma Fei ha fatto un’altra scelta: «Per me è la situazione migliore. Ottenere dei primati fa sempre piacere, non posso negarlo, ma non è il mio obiettivo principale. Almeno non adesso: in questo momento punto solamente a riportare questa squadra nella pallavolo che merita».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento