Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Bakery al via del sogno chiamato Serie A

Sono le parole del presidente Beccari a riassumere lo spirito con cui il neopromosso Bakery si affaccia alla prima stagione in A2: «Il nostro gruppo - spiega alle giocatrici sedute sulle tribune - ha una grande passione e una grande...

La prima squadra con il settore giovanile del Mio Volley

Sono le parole del presidente Beccari a riassumere lo spirito con cui il neopromosso Bakery si affaccia alla prima stagione in A2: «Il nostro gruppo - spiega alle giocatrici sedute sulle tribune - ha una grande passione e una grande voglia di fare. C’è una carica enorme e l’adrenalina fondamentale per ottenere risultati in campo sportivo. Il nostro è un messaggio di grande entusiasmo e voi fate parte di un piccolo sogno: siamo partiti dalla C e adesso affrontiamo l’avventura della Serie A».

Ad ascoltarlo, alle spalle della prima squadra, anche le ragazze del MioVolley, il settore giovanile biancorosso. Beccari si rivolge indirettamente anche a loro: «Chi gioca in A2 - è l’invito del presidente - deve trasmettere la gioia di seguirci e la gioia di fare sport. Dovete essere un esempio per le più giovani».
Pochi istanti prima il massimo dirigente del Bakery aveva posto l’accento su una polisportiva capace per la prima volta di presentare in Serie A sia la squadra di basket sia quella di volley, sottolineando la crescita comune. «La pallavolo a Piacenza è radicata e questo è un aspetto positivo. Da parte nostra vogliamo far vedere alla città di cosa siamo capaci, diventando ogni giorno sempre più simpatici. I miei collaboratori sono quasi tutti piacentini e anche questo è un aspetto importante che potrà aiutarci a fare bene».

Entusiasmo non solo a parole per il numero uno della società biancorossa: è arrivato a Cesena apposta per la presentazione e quindi è subito ripartito per la sede della sua attività lavorativa: 500 chilometri fra andata e ritorno per dimostrare quanto sia vicino alla squadra ma soprattutto quanto entusiasmo stanno mettendo tutti i dirigenti in questa avventura.
Un quarto d’ora di discorso poi la rosa dei tanti volti nuovi, a iniziare dalla punta di diamante Natalia Viganò, rivoluzionata dopo la fantastica ultima stagione, ha iniziato a lavorare sotto la guida del preparatore atletico e del confermato tecnico Andrea Pistola, uno che preferisce i fatti alle parole. «Siamo una squadra giovane ma di buone prospettive, impreziosita da qualche giocatrice esperta che conosce la categoria. Adesso dobbiamo solo allenarci per conoscerci meglio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento