Questo sito contribuisce all'audience di

Volley A2 - Impresa Bakery, ko la capolista Bolzano

Il Bakery sogna e fa sognare il pubblico di casa che al termine del match può festeggiare un successo al tie break contro la capolista Bolzano. Le ragazze di Andrea Pistola sfoderano la miglior prestazione della stagione contro una...

La gioia del Bakery

Il Bakery sogna e fa sognare il pubblico di casa che al termine del match può festeggiare un successo al tie break contro la capolista Bolzano. Le ragazze di Andrea Pistola sfoderano la miglior prestazione della stagione contro una vera e propria corazzata, che fino a questo momento si era inceppata una sola volta in tutto il campionato.
Pistola torna all’antico e propone la coppia Giuliodori e Moretto al centro, mantenendo Do Carmo in campo dal primo minuto. Nel primo set Kajalina scava il break decisivo e Piacenza, è costretta ad abdicare. Istantanea la reazione delle biancorosse, che ritrovano una Viganò eccellente: la sciacciatrice risulterà anche la più prolifica assieme alla solita Giuliodori con 22 punti a referto. Piacenza controlla lo score e con forza, personalità e senza timori reverenziali, conquista il secondo parziale. L’avvio di terzo set è probabilmente il momento più complicato dell’intera gara del Bakery, che va sotto 9-0 con un infinito turno al servizio di Mollers che ha, di fatto, reso vani i tentativi di rimonta delle emiliane.

Sofferto, equilibrato ed emozionante il quarto parziale è quello decisivo nell’economia dell’incontro. Le squadre si inseguono punto a punto sin dal primo servizio. Un ace di Fava illude Piacenza, che però deve lottare con le unghie per arpionare il tie break dopo un 30-28 emozionante.
Il quinto set è un monologo di marca piacentina: le difese di Cecchetto e gli attacchi di Giuliodori sono la ciliegina sulla torta in una prova corale di altissima intensità. Anche un top team come Bolzano è costretto ad alzare bandiera bianca. Sono due punti importantissimi che consentono al Bakery di salire a quota 13.
Andrea Pistola avrà una settimana di tempo per preparare la gara che sabato sera, a Milano, vedrà le sue ragazze opposte al Club Italia.

Bakery Piacenza – Volksbank Sudtirol Bolzano 3–2
(21-25; 25-18; 19-25; 30-28; 15-7)
Bakery Piacenza: Viganò 22, Fiesoli 1, Rocca, Giouliodori 22, Do Carmo 6, Saguatti 13, Cambi 3, Fava 1, Moretto 15, Ferretti, Gioia 5, Cecchetto (L). All Andrea Pistola, Ass Lionetti
Volksbank Bolzano: Bonafini, Trevisan, Gabrieli 1, Kajalina 14, Papa 14, Repice 16, Bacchi 13, Mollers 4, Veglia 10, Bresciani (L). NE: Bertolini, Waldthaler, Filippin. All Fabio Bonafede, Ass Donzella.

La gara punto a punto
Primo set: Piacenza schiera Cambi e Do Carmo in diagonale, Giuliodori e Moretto al centro, Saguatti e Viganò in banda, Cecchetto libero. L’avvio di gara è piuttosto combattuto ma Bolzano con Repice pare avere qualcosa in più: Giuliodori e Saguatti non bastano alle biancorosse che però non demordono (8-12). Dopo la sosta le ragazze di Pistola partono benissimo e costringono Bonafede a chiamare timeout: si gioca punto a punto con la capolista che insiste con Bacchi e Papa a cui risponde Viganò (16-18). Pistola inserisce Fiesoli nel finale che premia la caparbietà di Bolzano nonostante due palle set annullate da Piacenza (21-25).

Secondo set: partono forte le biancorosse con una grande diagonale di Saguatti. Dall’altra parte della rete risponde bacchi ma le ragazze di Pistola, trascinate da Viganò e Do Carmo, conducono il secondo set e strappano un break di cinque punti (14-9). Bonafede corre ai ripari con l’inserimento di Veglia ma le biancorosse volano sulle ali dell’entusiasmo con una grande Giuliodori allungando il passo (19-13). Nel finale le ospiti si rifanno sotto ma il muro di Giuliodori mette le cose a posto con la Bakery che conquista il secondo set 25-18.

Terzo set: Bolzano cerca di dimenticare il secondo set con un break di sei punti. Fiesoli e Gioia subentrano a Do Carmo e Saguatti ma le ospiti difendono con ordine e attaccano con grande efficacia: non basta l’ace di Gioia per il cambio di passo (6-12). Dopo la sosta la Bakery prova a scrollarsi di dosso l’avvio sfavorevole con l’ingresso di Rocca al palleggio ma Bolzano controlla con Papa e Repice e chiude i conti 19-25.

Quarto set: Viganò e Saguatti mettono subito a terra punti pesanti per un avvio equilibrato e combattuto dove nessuna delle due squadre pare voler allungare (12-10). Superato il timeout tecnico la Bakery riparte alla grande giocando con grande intensità (18-17) ma il team di Bonafede non vuole arrendersi (20-18). In un finale di set al cardiopalma Repice chiama, Moretto risponde e arriva un grande ace di Fava. Si combatte su ogni pallone con la Bakery che vuole a tutti i costi arpionare il tie break e lo strappa dopo un estenuante batti-ribatti (30-28).

Tie break: Giuliodori apre le danze con due punti, risponde Kajalina (3-2). Il muro fuori di Viganò e il grande attacco di Gioia valgono un break di tre punti (6-3): le biancorosse al cambio campo sono avanti sospinte dal calore del Pala Bakery e da Viganò (8-4). Gioia a muro non concede nulla (10-4) e il capitano martella: Bolzano fatica a trovare la quadra (12-5). Due salvataggi incredibili di Cecchetto regalano sette match point alla Bakery: ne basta uno, Bolzano si arrende 15-7.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento