Questo sito contribuisce all'audience di

Volley A2 - Bakery sconfitto, ma il sorriso non manca

Un punto è sempre meglio di niente, direbbe qualche principe dell’ovvietà e come dargli torto. Il piccolo malloppo conquistato dal Bakery nella sconfitta al tie break contro Vicenza nel ventesimo turno di campionato ha un peso specifico importante...

Pistola con il libero Cecchetto
Un punto è sempre meglio di niente, direbbe qualche principe dell’ovvietà e come dargli torto. Il piccolo malloppo conquistato dal Bakery nella sconfitta al tie break contro Vicenza nel ventesimo turno di campionato ha un peso specifico importante e  potrebbe diventare ancor più prezioso verso la fine del torneo perché fare punti contro l’Obiettivo Risarcimento, ora in seconda piazza a quota 40 al fianco di Monza, sarà difficile per tutti. Certo, ora la classifica di Piacenza, 19 punti, mantiene un sorriso tirato, di quelli a denti stretti, sperando che il fanalino Filottrano compia una mezza impresa a Caserta, la rivale più diretta delle biancorosse, ma è indubbio che Viganò e compagne debbano ritornare ad essere più precise.
La sconfitta di sabato contro la Volalto ha lasciato qualche scoria da smaltire nel morale della Bakery, ma la reazione delle piacentine contro una Vicenza che in difesa raccoglie di tutto è da contestualizzare come un deciso passo in avanti, benché il rendimento migliore della banda di coach Pistola sia ancora da trovare. Il sesto tie break su sette partite del girone di ritorno è comunque il segnale chiaro che Piacenza è viva e nella lotta per la salvezza può continuare a far sentire la propria voce, soprattutto grazie ai tenori più esperti.

La gara parte con un sostanziale equilibrio da ambo le parti, Vicenza controlla la situazione con le padrone di casa che vanno in vantaggio sul 17-16 su una battuta sbagliata di Kapturska. Il punto a punto però dura poco,  Piacenza arricchisce lo score degli errori favorendo la fuga delle ospiti che con Cella chiudono 20-25.
Il Bakery ad occhio non sembra vivere la sua serata migliore ma dal 12-11 del secondo parziale cambia atteggiamento, continua nel gomito a gomito e le sportellate più forti le danno le piacentine a Vicenza sul finale del secondo set (terminato ad oltranza con un muro di Do Carmo su Cella) e anche del terzo, nel quale, senza strafare, vince di quattro lunghezze (25-21 grazie ad una fast di Giuliodori) dopo aver recuperato il gap verso metà frazione.

La mission minima di giornata intanto è portata a termine per le ragazze piacentine, ora manca il punto esclamativo. Invece arriva quello di domanda, perché il quarto set è l’involuzione di tutto ciò che di buono la Bakery ha fatto durante la partita. Certo, la birra spesa per andare in vantaggio si fa sentire, però è difficile darsi una risposta ai perché che riguardano certi errori grossolani. Sul 14-20 per Vicenza, il Bakery inanella una galleria oscena con quattro errori consecutivi (tre di Viganò, che obiettivamente deve ritrovare la miglior condizione psico-fisica) intervallati da una palla piazzata di Smirnova (piedi a terra) dai cinque metri e caduta senza colpo ferire nel cuore di una difesa piacentina completamente disattenta. 
Il nono tie break stagionale del Bakery diventa reale dopo il 14-25 del set precedente, ma la musica non cambia, anzi Smirnova picchia come un fabbro, Piacenza non passa più e un mezzo rigore di Fronza fissa l’8-15 e sancisce il successo delle vicentine. 
Per il Bakery un bel bicchiere mezzo pieno da affrettarsi però a colmare nei prossimi impegni.

BAKERY PIACENZA-OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA 2-3
(20-25, 29-27, 25-21, 14-25, 8-15)
Bakery Piacenza: Viganò 19, Giuliodori 18, Do Carmo 14, Saguatti 12, Cambi 2, Moretto 8, Cecchetto (L); Fava 1, Ferretti 1, Gioia 1. N.e.: Fiesoli, Rocca. All.: Pistola
Obiettivo Risarcimento Vicenza: Strobbe 1, Kapturska 7, Cella 20, Smirnova 27, Pastorello 6, Ghisellini 1, Lanzini (L); Cialfi 1, Baggi 6, Fiori, Fronza 6. All.: Rossetto
Arbitri: Roberto Guarneri, Fabrizio Lolli
Durata set: 27’, 34’, 25’, 21’, 15’. Totale 2h02’.
Simone Carpanini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento