rotate-mobile
Volley A1 maschile

Zlatanov, il campione consola la figlia

Per essere dei campioni bisogna dimostrarlo quando si vince e anche quando si viene sconfitti. Non si diventa fuoriclasse se non si superano tutti e due i passaggi. Hristo Zlatanov quel titolo se lo è...




Per essere dei campioni bisogna dimostrarlo quando si vince e anche quando si viene sconfitti. Non si diventa fuoriclasse se non si superano tutti e due i passaggi. Hristo Zlatanov quel titolo se lo è appuntato sul petto da tempo, ma non perde occasione per dargli una lustratina e soprattutto per impartire lezioni di stile e di comportamento. Domenica pomeriggio a Trento il numero 11 biancorosso ha guidato la squadra fino al quinto set da vero trascinatore. Poi, dopo l’ultimo punto, è diventato il campione e capitano che da queste parti conosciamo a memoria. Non appena l’arbitro assegna la palla scudetto a Trento e mentre il palazzetto esplode, lui rimane un paio di secondi con le mani dietro la schiena. Cosa gli sarà passato per la testa in quei momenti non lo sa nessuno, probabilmente avrà rivisto la finale del 2009, così simile e così diversa, e forse anche quella del 2008. O magari avrà pensato al futuro, non lo sapremo mai se non sarà lui a dirlo.
Poi il primo abbraccio è per De Cecco, perché è il giocatore più vicino. Subito dopo arriva la pacca sulle spalle di Papi, autore dell’errore decisivo. Ma non è finita: Zlaty prima chiama a raccolta tutti i compagni per il saluto finale, quindi porta la squadra ad applaudire i Lupi Biancorossi, fantastici dal primo all’ultimo pallone. Intanto un altro che il titolo di campione l’ha impresso sui pettorali è Luca Tencati; si avvicina a Holt e lo abbraccia consolandolo, poi toccherà anche a Marra, uno dei più abbattuti.
Zlatanov nel frattempo cerca con lo sguardo la sua famiglia, si avvicina alla transenna e viene raggiunto dalla moglie e dai figli. Mia, la più grande, è in lacrime. Lui si china, la abbraccia e la consola a lungo. Teniamoci strette queste immagini, teniamoci stretti questi campioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zlatanov, il campione consola la figlia

SportPiacenza è in caricamento