rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Romanò: «Tutto il pubblico a urlare il mio nome? Quasi piangevo». Simon: «Non abbiamo ancora fatto niente». VIDEO e pagelle

L'opposto della Gas Sales Bluenergy: «Previsioni per Gara5? Durante tutto l’anno chi le ha fatte ci ha azzeccato poche volte. Noi aspettiamo la partita di martedì e vediamo come va». Il centrale: «A Trento bisogna lasciare il cuore»

GSE_banner_322x250_statico-2

Massimo Botti saluta i tifosi del PalabancaSport con il classico giro di campo insieme ai suoi giocatori poi prende la via degli spogliatoi, così tocca a Yuri Romanò commentare per primo la partita.

Che effetto ti ha fatto sentire il palasport urlare il tuo nome quando ti presentavi al servizio nei momenti decisivi?

«E’ stata una figata. L’ultima battuta quasi piangevo; è stato bellissimo, questo è un gran pubblico che nei playoff si sta facendo sentire. Speriamo di regalare ai nostri tifosi altre partite che contano».

Un successo importantissimo arrivato pur non essendo perfetti. Specie nel secondo set la battuta non entrava e Trento si è portata avanti, poi però quando serviva fare la differenza l’avete fatta.

«Il nostro servizio è stato un’arma per tutta la stagione. Ci è mancata un po’ nelle prime due gare ma adesso la stiamo ritrovando e siamo bravi a usarla bene; quando ci sono state le occasioni le abbiamo sfruttate. Certo, ci sono stati alti e bassi durante la partita come in tutta l'annata, ma nei momenti tosti ci siamo espressi bene. Dovremo farlo anche a Trento perché sarà un incontro punto a punto».

Per quanto ti riguarda eri reduce da un momento non brillantissimo, ma adesso che conta hai giocato le ultime gare ad alti livelli.

«Gli alti e bassi ci stanno anche per i giocatori. L’importante è stare lì con la testa perché il momento arriva. Quando non funziona una cosa cerchi di aiutare la squadra in altri modi, se poi vanno bene attacco e battuta li sfrutti al massimo, come sto cercando di fare».

Per Gara5 si può fare un pronostico?

«No. E’ un bel campionato, molto equilibrato. Durante tutto l’anno chi ha fatto previsioni ci ha azzeccato poche volte. Noi aspettiamo la partita di martedì e vediamo come va».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romanò: «Tutto il pubblico a urlare il mio nome? Quasi piangevo». Simon: «Non abbiamo ancora fatto niente». VIDEO e pagelle

SportPiacenza è in caricamento