rotate-mobile
Volley A1 maschile

La serenità della famiglia, Marta, l'idolo Simon: Yuri Romanò dalla gavetta ai Mondiali

L'opposto della Gas Sales Bluenergy si racconta, dagli esordi a Bollate fino all'oro iridato. «Il sogno nel cassetto? Giocare le Olimpiadi»

Cosa puoi dire ai giovani?

“Che bisogna concentrarsi sempre su sé stessi se si vuole arrivare a raggiungere un certo traguardo. Senza farsi condizionare da chiunque ma dando ascolto solo alle persone giuste; se arrivano opinioni o consigli devono essere di persone fidate”.

Il tuo rapporto con gli animali?

“Adoro il mio cane Charlie, in famiglia non ne abbiamo mai avuti, a Marta piaceva e l’idea di avere un cucciolo che crescesse con noi non mi dispiaceva. Da piccolo avevo un buon rapporto con i cavalli perché mio padre era un appassionato, insieme ad alcuni amici ha avuto anche un cavallo da corsa”.

Cosa farà Yuri Romanò da grande?

“Vedremo. Intanto sto studiando Economia qui a Piacenza alla Cattolica, mi piace l’idea di potere gestire qualcosa. La priorità è comunque fare felice Marta che si sta scarificando parecchio per me per starmi vicino e quindi la seguirò dove dovesse andare lei per lavoro. Di una cosa poi sono abbastanza sicuro: non rimarrò nel mondo della pallavolo come allenatore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La serenità della famiglia, Marta, l'idolo Simon: Yuri Romanò dalla gavetta ai Mondiali

SportPiacenza è in caricamento