rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Volley A1 maschile

Romanò: «Una gara molto complicata. Bisogna pensare di più alla tecnica». VIDEO e pagelle

L'opposto biancorosso: «Non ha funzionato per niente la battuta, che è un fondamentale su cui facciamo molto affidamento, e neppure la ricezione»

GSE_banner_322x250_statico-2Anche Yuri Romanò non cerca giustificazioni. La sconfitta della Gas Sales Bluenergy con Trento è stata pesantissima e l’opposto biancorosso capisce che è meglio lasciarsi subito alle spalle la brutta prestazione pensando già al futuro.

Una partita resa difficile già nel primo set.

«Una gara molto complicata, non ha funzionato per niente la battuta, che è un fondamentale su cui facciamo molto affidamento, e neppure la ricezione. Sono due aspetti importantissimi nella pallavolo moderna, quando non sono a buoni livelli le partite diventano complicate. Non siamo riusciti a reagire se si fa eccezione per il secondo parziale quando è arrivato un bel turno al servizio di Simon. Per il resto non ne siamo venuti fuori».

E’ mancata parecchio la fase break.

«Certo, come ho detto abbiamo sbagliato molto in battuta concedendo anche tanti cambi palla semplici e quando i nostri avversari prendevano il vantaggio non riuscivamo più a reagire».

Ti sei dato una spiegazione su questa mancanza di reazione da parte vostra?

«Direi di no, credo che il motivo sia più che altro tecnico. Bisogna pensare un po’ di più alla tecnica, abbiamo cercato di trovare risposte con la forza ma da sola può poco».

Nel secondo set, l’unico in cui siete andati bene, avete messo in mostra una buona difesa.

«Vero; anche quella è una cosa che ci è mancata, se facciamo eccezione per il secondo parziale e l’inizio del terzo, quando eravamo punto a punto. Poi è venuta a mancare anche quella».

Perché con le dirette concorrenti a tratti riuscite a mettere in difficoltà gli avversari ma poi sembra manchi qualcosa dal punto di vista mentale?

«Non credo sia un problema mentale. Capita di giocare male, purtroppo è successo qualche volta di troppo, ma nelle ultime due gare di Champions League che erano molto importanti e contro formazioni di assoluto livello è successo il contrario. È andata bene in Europa e in campionato no».

LE PAGELLE

Brizard 4,5: si tocca spesso i muscoli dorsali e quando non gioca si sottopone alle cure del fisioterapista. E' ovvio che non stia bene e gli venga chiesto di stringere i denti, ma come per molti suoi compagni è una giornata da dimenticare presto

Romanò 5: parte male, subisce subito due muri e attacca out. Poi va a sprazzi, ma in generale commette troppi errori sia al servizio sia a rete

Caneschi 5: bravo almeno a dare coraggio con il servizio nel primo set, poi anche lui non emerge dal marasma generale

Simon 6,5: uno dei pochissimi a salvarsi. Prova a dare la svolta, addirittura difende anche in un paio di occasioni, ma attorno a lui c'è il deserto. E arriva la solita domanda: al netto di una ricezione piuttosto problematica perché a lui vengono serviti (numericamente) gli stessi palloni del suo omologo?

Lucarelli 4,5: in avvio non ne azzecca una, poi gioca un discreto secondo set ma si ferma lì. Per la prima volta in stagione è davvero in difficoltà, forse vittima di una condizione fisica precaria

Recine 5,5: lasciamo da parte le statistiche. Dimostra almeno di voler lottare trovando alcune difese che lasciano intendere la sua voglia di non arrendersi. In una partita come quella con Trento è già un aspetto positivo da segnalare

Scanferla 5: anche per lui una giornata ben lontana dai livelli a cui ci ha abituato. Spesso fuori posizione e poco reattivo

Leal 6: entra in campo e piazza subito un paio di attacchi che impressionano il PalabancaSport. A rete gioca una buona gara e dimostra di essere sulla via del recupero, ma in seconda linea viene affossato da Trento che su di lui trova sei ace

Dias 6: in campo nel primo set, quando la barca è nei pali, e anche nel finale di gara. Si gioca bene la sua chance, dimostra di avere coraggio e trova anche un ace

Andringa sv: dentro per rinforzare la seconda linea, ma quella linea di ricezione fa acqua da tutte le parti

Alonso sv: un pallone e un punto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romanò: «Una gara molto complicata. Bisogna pensare di più alla tecnica». VIDEO e pagelle

SportPiacenza è in caricamento