Lunedì, 22 Luglio 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Romanò: «La Polonia ci è stata superiore. Peccato, perché con loro possiamo giocarcela». VIDEO

L'opposto azzurro e della Gas Sales Bluenergy dopo la sconfitta nella finale degli Europei: «Comunque direi che è un bell’argento, siamo riusciti a compiere un bel percorso»

Gli azzurri non perdono la lucidità neppure dopo la sconfitta subita per mano della Polonia. Il 3-0 nella finale degli Europei brucia parecchio, ancora di più perché arrivato di fronte a un PalaEur esaurito con 11300 spettatori e il record assoluto di incasso per il volley: 831090 euro. Anche Yuri Romanò si presenta ai microfoni senza il sorriso ma con una tranquillità che dimostra la maturità raggiunta da lui e da tutta la squadra, capace di restare serena anche dopo uno stop bruciante.

«La Polonia ha giocato alla grande – spiega l’opposto della Gas Sales Bluenergy – ma noi avremmo potuto reagire prima. Anche nel secondo set abbiamo dimostrato che quando restavamo attaccati c’era partita; poi sono arrivati dei bei turni al servizio dei nostri aversari che ci sono stati superiori».

Di certo in finale non è scesa in campo l’Italia brillante delle giornate precedenti. «Non siamo riusciti a esprimerci al meglio e ci dispiace perché sappiamo di potercela giocare con loro. Quando abbiamo visto che ai polacchi riusciva tutto forse ci siamo un pochino demoralizzati. A freddo sarà più semplice analizzare i nostri Europei, ma direi che è un bell’argento, siamo riusciti a compiere un bel percorso».

Poi analizza l’aspetto tecnico dell’incontro. «Probabilmente avremmo dovuto gestire meglio delle palle non impossibili, invece abbiamo subito troppi break e di conseguenza non siamo riusciti a prendere il ritmo in attacco. Per il resto abbiamo difeso parecchio e almeno in parte si è vista la vera Italia, ma è stato troppo poco».

Video popolari

SportPiacenza è in caricamento