rotate-mobile

Leal: «Sarà una Piacenza aggressiva e con tanta voglia di conquistare trofei importanti». VIDEO

Lo schiacciatore della Gas Sales Bluenergy anticipa la nuova stagione: «Abbiamo tutto quello che serve per disputare un ottimo campionato»

Yoandy Leal ha le idee molto chiare. Inutile pensare a obiettivi parziali oppure ai vari moduli di gioco che la Gas Sales Bluenergy può mettere in campo. L’importante è tenere la barra ben dritta sul traguardo finale, quello che al termine della stagione potrebbe regalare qualcosa di importante a Piacenza. Lo schiacciatore è stato presentato nella sala stampa del PalabancaSport di fronte a un nutrito gruppo di Lupi Biancorossi, che ha accolto il nuovo arrivato e anche i tre azzurri campioni del mondo con uno striscione piazzato all’interno dell’impianto: “Fortunati ad avervi nel branko. Welcome home campioni”

Hai ripetuto quello che aveva già sostenuto Simon: siamo a Piacenza per vincere, questo è il nostro obiettivo.

«Quello è sicuro, tutti i giocatori  - spiega Leal - ogni anno puntano a conquistare più trofei possibili. Con Simon, che è mio amico, abbiamo parlato della squadra e concordiamo sul fatto che sia una grande rosa. Però è una formazione nuova, sappiamo di dover lavorare tanto e che a inizio campionato potremmo avere qualche problema, ma dobbiamo guardare avanti e credere di poter tagliare traguardi importanti».

Conosci bene anche Lucarelli, che tipo di squadra potrà essere questa Gas Sales Bluenergy?

«Una formazione aggressiva e con voglia di vincere, anche la società e i tifosi si aspettano di fare bene. Poi servirà un pizzico di fortuna, ma siamo sulla strada giusta per disputare un bel campionato».

Pensavi di andare via dall’Italia, poi cosa ti ha convinto a scegliere Piacenza?

«Principalmente la squadra. Volevo andarmene per una questione personale, per tutto quanto successo lo scorso anno, ma sono un giocatore che cerca sempre nuove sfide e la Gas Sales Bluenergy mi ha dato l’opportunità di rimanere con una realtà in grado di vincere, adesso dobbiamo dimostrarlo».

E’ una Piacenza che potrà scendere in campo con tanti vestiti differenti, con un opposto classico o con tre schiacciatori. Potrebbe essere l’arma in più?

«Penso di sì. Possiamo provare varie alternative, anche se alla fine tocca al tecnico decidere chi mandare in campo. Come ha detto Bernardi dobbiamo tutti restare concentrati sul nostro traguardo finale e ognuno di noi sarà chiamato a dare il 100 per cento per la squadra».

Sullo stesso argomento

Video popolari

Leal: «Sarà una Piacenza aggressiva e con tanta voglia di conquistare trofei importanti». VIDEO

SportPiacenza è in caricamento