Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Zlatanov, gli esami escludono fratture

Sarà in forse fino all’ultimo minuto la presenza di Hristo Zlatanov alla Final four di Coppa Italia. Il capitano del Copra Elior, infortunatosi domenica a Molfetta, ha riportato un forte trauma distorsivo alla caviglia sinistra: l’arto è stato...

La grinta di Hristo Zlatanov (cev.lu)
Sarà in forse fino all’ultimo minuto la presenza di Hristo Zlatanov alla Final four di Coppa Italia. Il capitano del Copra Elior, infortunatosi domenica a Molfetta, ha riportato un forte trauma distorsivo alla caviglia sinistra: l’arto è stato immediatamente immobilizzato e le radiografie di controllo effettuate non appena la squadra è rientrata a Piacenza hanno dato esito negativo. «Non ci sono fratture - spiega il fisioterapista Alessandro Russo - né infrazioni e neppure distacchi ossei, situazioni che possono verificarsi quando accadono traumi simili. Già a un primo controllo erano ipotesi che sembravano scongiurate, ma abbiamo comunque voluto effettuare esami più approfonditi per avere la certezza che dal punto di vista osseo sia tutto a posto».

INCERTEZZA - Una frattura avrebbe allungato notevolmente i tempi di recupero, la sola distorsione velocizza il rientro in campo ma comunque non garantisce la presenza di Zlatanov sabato contro Trento. In situazioni simili ci vogliono almeno un paio di settimane per recuperare, in questo caso bisogna accelerare al massimo le operazioni per ridurre i tempi a soli sei giorni.
«La caviglia - prosegue Russo - non si è gonfiata in maniera esagerata, anche perché abbiamo deciso di immobilizzare l’articolazione per ridurre l’edema e consentire un recupero più rapido. Adesso Zlatanov non si allenerà con i compagni sicuramente fino a mercoledì-giovedì, quindi la sua situazione verrà valutata giorno per giorno».
La volontà del giocatore ovviamente è quella di essere a disposizione di Monti: «Siamo tirati per i capelli, ma Hristo ci tiene tantissimo a giocare la Final four e sono sicuro che farà il possibile per esserci. Un pronostico? Se dovesse recuperare gran parte del merito andrà a lui e alla sua volontà».

ACCELERARE - Anche la società spera in un recupero lampo e sta facendo il possibile per ridurre al minimo i la convalescenza: «Faremo il possibile - è il commento laconico del direttore generale Gabriele Cottarelli - per poter contare su di lui nella semifinale contro Trento».
Intanto il capitano biancorosso da casa sua spiega come si è verificato l’infortunio: «Sono saltato a muro su un attacco di Sabbi, eravamo tutti e due al limite e nel ricadere sono atterrato sul suo piede. Sono situazioni che capitano quando si gioca a pallavolo».
Trova anche la forza di scherzare Hristo: «E’ la dimostrazione di quanta fortuna sto avendo quest’anno: ho avuto infortuni a spalla, polso, addominali, polpacci e caviglia. Piano piano i problemi si sono abbassati, adesso spero che escano definitivamente dal corpo».
E sulla sfida di sabato non si tira indietro: «Scrivi pure che ci sarò».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Il Piacenza fa la conta per la sfida di mercoledì contro la Giana Erminio. Sono 14 gli indisponibili

Torna su
SportPiacenza è in caricamento