Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Una Lpr mascherata sconfitta da Trento a Villafranca

Una Lpr mascherata cede 3-0 (25-21, 25-22, 28-26) a Trento nella finale del Torneo di Villafranca. Impossibile però analizzare la prova dei biancorossi che scendono in campo con una formazione completamente rinnovata, tanto che addirittura devono...

Samuele Papi schierato da libero contro Trento
Una Lpr mascherata cede 3-0 (25-21, 25-22, 28-26) a Trento nella finale del Torneo di Villafranca. Impossibile però analizzare la prova dei biancorossi che scendono in campo con una formazione completamente rinnovata, tanto che addirittura devono chiedere in prestito un giocatore agli avversari. Della presunta squadra titolare sono in campo solamente Clevenot e Alletti, con Papi schierato da libero. Hierrezuelo è fuori, Hernandez deve fare i conti con un dolore al polpaccio, Zlatanov e Marshall inutilizzabili già da ieri, al lungo elenco degli indisponibili si aggiungono anche Yosifov e Manià. Così Giuliani è obbligato a inserire Cottarelli in regia schierato in diagonale a Nelli. Che sarebbe un giocatore di Trento, ma visto lo spirito amichevole del torneo indossa la maglia biancorossa e porta punti all’Lpr. La coppia di centrali è Tencati-Alletti, mentre di banda insieme a Clevenot gioca Andrea Nasari, altro “prestito” che arriva dalla Serie B del Monticelli Ongina.

Impossibile con queste premesse analizzare la gara, perché in campo c’è una Piacenza nemmeno lontana parente di quella capace di superare i campioni d’Italia di Modena solo ventiquattro ore prima. La cronaca parla di un primo set sostanzialmente equilibrato almeno fino a metà frazine, quando un paio di errori dei biancorossi permettono a Trento di guadagnare un break difeso fino all’ultimo pallone. Nella seconda frazione il solito scatenato Stokr trascina la formazione di Lorenzetti, mentre l’Lpr si aggrappa, come in tutta la sfida, ai servizi e alla verve di Clevenot. Non è sufficiente né sul 2-0 della Diatec e neppure nel terzo set, quando Piacenza ha anche a disposizione una serie di set point mai sfruttati prima della chiusura di Antonov che regala il 30-28 e il 3-0 a Trento.

LPR PIACENZA-DIATEC TRENTINO 0-3
(21-25, 22-25, 26-28)
LPR PIACENZA: Clevenot 15, Tencati 4, Nelli 17, Nasari 1, Alletti 4, Cottarelli 3, Papi (L); N.e. Hierrezuelo. All. Alberto Giuliani.
DIATEC TRENTINO: Mazzone D. 9, Stokr 17, Antonov 10, Solé 5, Giannelli 2, Lanza 12, Chiappa (L); Burgsthaler 2, Mazzone T. N.e. Colaci e Urnaut All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Tassini e Iosca di Verona.
DURATA SET: 22’, 22’, 29; tot 1h e 13’.
NOTE: 1.500 spettatori circa. LPR: 10 muri, 6 ace, 13 errori in battuta, 7 errori azione, 43% in attacco, 41% (19%) in ricezione. Diatec Trentino: 8 muri, 3 ace, 18 errori in battuta, 1 errori azione, 64% in attacco, 52% (29%) in ricezione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento