menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zlatanov prova a superare il muro di Perugia

Zlatanov prova a superare il muro di Perugia

Volley - Tencati: «Noi non abbiamo mai mollato». Le pagelle

«Non siamo soddisfatti perché volevamo vincere, però se giochiamo con questa grinta possiamo battere anche le squadre più forti». Analisi di Miguel Tavares, per la prima volta titolare da inizio stagione, dopo essersi...



«Non siamo soddisfatti perché volevamo vincere, però se giochiamo con questa grinta possiamo battere anche le squadre più forti». Analisi di Miguel Tavares, per la prima volta titolare da inizio stagione, dopo essersi meritato i gradi con un buon finale di gara giovedì scorso contro Latina. «La mia prova? Qualche alto e basso di troppo, un paio di set sono andato bene, altri due un po’ meno. Adesso però dobbiamo dimostrare che non meritiamo l’ultimo posto in classifica».
Concetto ribadito anche da Luca Tencati, capace da solo di mettere a tabellino lo stesso numero di muri (5) di tutta Perugia. «Non siamo contenti perché non giochiamo per perdere. Però ci siamo ripromessi di non esprimerci più come contro Latina e oggi finalmente abbiamo giocato a pallavolo. I play off di Challenge? Ci crediamo, ma principalmente non vogliamo fare figuracce. Noi non abbiamo mai mollato anche se capisco che sia molto difficile crederlo visto le prove che abbiamo offerto».

Le pagelle
Tavares 6,5
: qualche alto e basso durante la gara, come conferma lui stesso a fine partita, non inficia eccessivamente sul risultato complessivo. Porta ancora una volta grinta e entusiasmo a tutta la squadra
Luburic 7: ma dove è stato fino ad adesso? Schierato a sorpresa dall’inizio, inaspettato è il suo rendimento eccellente. Trova colpi di alto livello in attacco ed è bravissimo anche a muro
Tencati 7: si capisce che sarà una giornata positiva quando difende in due occasioni nei primissimi scambi mostrando la voglia di non arrendersi a una situazione paradossale come quella che sta vivendo Piacenza. Poi si merita gli applausi per il muro. Anzi, per i tanti (ben 5) muri
Kohut 6,5: serata di quelle da ricordare al servizio, anche se forzando commette anche qualche errore di troppo. In attacco parte alla grande, poi crolla per tornare a livelli discreti nel finale. Attento a muro
Perrin 6,5: torna a giocare in posto 4 e il suo rendimento lievita. Discreto in ricezione, bravo in attacco e positivo a muro
Zlatanov 6,5: uno dei pochi che ha un rendimento costante per quasi tutta la gara. Regge in ricezione, può scatenarsi in attacco e soprattutto tira a tutto braccio al servizio
Papi 5,5: accetta di tornare a indossare la maglia di libero per portare solidità alla ricezione e complessivamente alla squadra. Per la quarta volta in stagione cambia ruolo, passando da schiacciatore a specialista della seconda linea. Accetta per il bene del gruppo ma inevitabilmente fatica
Lampariello 6: gioca solo in difesa, incide poco ma almeno ci prova
Patriarca sv

Coscione sv
Ter Horst sv

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento