rotate-mobile
Volley A1 maschile

Volley - Super Simon, il Copra Elior abbatte Latina

Se Latina al PalaBanca non ha mai vinto (l’unico successo risale al 2002 al PalaFranzanti) un motivo deve pur esserci. Se poi a un Copra Elior di buon livello aggiungiamo un super Simon si capisce che la sfida con l’Andreoli non può avere storia...

Se Latina al PalaBanca non ha mai vinto (l’unico successo risale al 2002 al PalaFranzanti) un motivo deve pur esserci. Se poi a un Copra Elior di buon livello aggiungiamo un super Simon si capisce che la sfida con l’Andreoli non può avere storia. I parziali di un 3-0 nettissimo (25-19, 25-16, 25-21) non sono sufficienti per raccontare una sfida a senso unico. Una gara decisa fin dall’inizio dai servizi dei biancorossi, con Simon e Holt esagerati nel fondamentale. Sono i due centrali a sotterrare Latina senza che la formazione di Prandi abbia la possibilità nemmeno di alzare gli occhi, affossata dalle bordate dei due centrali a cui si aggiunge un Fei in grande serata, miglior marcatore con 15 punti e capace di attaccare con il 72 per cento. Percentuali da strabuzzare gli occhi per uno che viene chiamato in causa da un ispiratissimo De Cecco in ben 18 occasioni.

TESTA BASSA - Non c’è partita perché il Copra Elior è bravo a non alzare mai il piede dall’acceleratore. Questa è una delle caratteristiche delle grandi squadre: mai complicarsi la vita quando la partita si mette sui binari giusti. Piacenza non compie l’errore di credersi troppo bella, non si fa impietosire da un avversario in palese difficoltà e continua a picchiare in battuta. L’attacco non ha nemmeno bisogno di fare gli straordinari e finalmente qualche giocatore può prendersi mezza giornata di riposo dopo il superlavoro delle ultime settimane.

ESAGERATI - Grazie soprattutto a uno stratosferico Simon e a un superlativo Holt in battuta. Nessuna esagerazione, chiedere ai ricettori di Latina se gli aggettivi sono esatti. Almeno a quelli che hanno avuto la sfortuna di sfiorare i missili lanciati dal cubano e dallo statunitense al servizio e ne portano i segni sulle braccia. Poi c’è stato anche qualcuno che quelle bordate le ha viste solo quando sono finite in tribuna dopo essere rimbalzate in campo.

Servizio da dieci e lode, ma già dai primi scambi le difese di Fei e Simon avevano fatto capire che era tutto un altro Copra Elior rispetto a quello impacciato di Castellana Grotte e di Perugia. Una squadra che, vista l’importanza della gara, non ha voluto rischiare nulla.

SOLIDO - Adesso il terzo posto è consolidato, con Cuneo a cinque lunghezze. Vero che la Bre Banca ha una gara in meno, ma ora tocca ai piemontesi andare a vincere per riavvicinarsi, perché Piacenza l’ha già fatto. Già da questa sera, lo confermano le dichiarazioni dei biancorossi, tutti concentrati su Trento, ospite domenica al PalaBanca. La bestia nera contro cui nelle ultime sette gare sono arrivate solo sconfitte. Ma se il Copra Elior si confermerà su questi livelli è probabile che il risultato finale non sia così scontato.

COPRA ELIOR PIACENZA - ANDREOLI LATINA 3-0 (25-19, 25-16, 25-21)
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Corvetta, Papi 6, Fei 15, Simon 13, Zlatanov 8, Holt 11, Tencati 1, Vettori, De Cecco 1. Non entrati Latelli, Ogurcak, Maruotti. All. Monti
ANDREOLI LATINA: Rauwerdink 2, Rossini (L), Gitto, Jarosz 11, Patriarca 4, Verhees 2, Prandi (L), Troy 6, Cisolla 8, Fragkos 3, Guemart 2. Non entrati Sottile, Noda Blanco. All. Prandi
ARBITRI: Sobrero, Boris
NOTE - Spettatori 2971, incasso 12800, durata set: 26', 24', 25'; tot: 75'.

LE PAGELLE
De Cecco 7: difende un pallone rischiando di schiantarsi contro il seggiolone dell’arbitro, andando a riprendere la sfera ben oltre i tre metri di Latina. In un paio di occasioni inventa magie con una sola mano, quasi sempre mette i suoi attaccanti in condizione di schiacciare con il muro a uno. Un solo errore, quando attacca due palloni consecutivi a metà primo set, ma sono un’inezia in una gara spettacolare
Fei 7,5: e chi lo ferma? Alzategli la palla sopra la rete, al resto pensa lui. La difesa in tuffo in uno dei primi punti fa subito capire che sarà una serata di quelle particolari. E le previsioni vengono rispettate
Simon 8,5: rende la partita noiosa quando diventa infermabile al servizio. E’ incredibile vedere l’attesa del pubblico quando si presenta in battuta. In attacco è il solito spettacolo, idem a muro sulle palle non velocissime
Holt 8+: fa a gara con il suo compagno di reparto Simon a chi tira più forte dai nove metri. Latina non sa più cosa sperare, con Max che diventa implacabile anche in attacco
Zlatanov 6: non c’è bisogno del solito cecchino a rete, così lui per una volta si immedesima nella giornata di un giocatore normale
Papi 6+: la solita gara tutta sostanza in ricezione, ma questa ormai è una costante, poi impreziosisce il tabellino con due muri. Per l’attacco si può fare il copia-incolla di Zlatanov
Marra 6.5: sotto pressione in ricezione, regge bene ma non è una gara eccezionale. Discorso completamente diverso per la difesa: almeno tre salvataggi da acrobata circense e un’attenzione sempre altissima
Vettori sv: entra e fa il suo, ma questa volta non c’è bisogno di dare la svolta
Corvetta sv: discorso identico a quello di Vettori
Tencati 6,5: entra e piazza subito un muro. Tanto per far capire che nel fondamentale il maestro resta lui

La gara set per set
Aggiornamento secondo set - Copra Elior-Latina 2-0 (25-19, 25-16). Non c’è gara nella seconda frazione, con un super Simon che abbatte avversari a ogni servizio. Il centrale cubano si presenta in battuta con Piacenza già avanti 7-3 e spacca la gara (arrossendo le braccia avversarie) fino al 12-4. A questo punto è tutto facile, comprese le magie di De Cecco che smarcano tutti gli attaccanti fino al 25-16.

Aggiornamento primo set - Copra Elior-Latina 1-0 (25-19). L’ace di Holt al primo punto fa subito capire che per i ricettori di Latina sarà una giornata difficile. La seconda linea laziale ha gli incubi quando dai nove metri si presenta Simon: prima abbatte Rauwerdink, poi piazza a terra un altro tracciante e quindi firma d’astuzia il terzo ace del 16-11. Piacenza si distrae un istante commettendo due errori evitabili, ma sono ancora due ace consecutivi di Holt a firmare il 22-16 biancorosso prima del definitivo 25-19.

Squadre in campo al PalaBanca per l'anticipo della decima giornata di ritorno fra il Copra Elior e l'Andreoli Latina. Biancorossi a caccia dei tre punti per confermarsi al terzo posto in vista del big match di domenica contro Trento, laziali che vogliono dare seguito al bel successo di domenica a domicilio di Vibo Valentia.
Monti ha tutta la rosa a disposizione e schiera il sestetto consueto, con De Cecco in regia, Fei opposto, Holt e Simon al centro, Zlatanov e Papi di banda con Marra libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley - Super Simon, il Copra Elior abbatte Latina

SportPiacenza è in caricamento