Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Piacenza, un set non basta: ko con Verona

Sembra di essere tornati indietro nel tempo, quando a inizio stagione Piacenza giocava un set, due al massimo, e poi lasciava strada agli avversari. Rispetto alle ultime pessime prestazioni contro Padova e Trento l’Lpr compie un passo...

Volley - Piacenza, un set non basta: ko con Verona - 1

Sembra di essere tornati indietro nel tempo, quando a inizio stagione Piacenza giocava un set, due al massimo, e poi lasciava strada agli avversari. Rispetto alle ultime pessime prestazioni contro Padova e Trento l’Lpr compie un passo in avanti, ma per adesso bisogna accontentarsi solo di questo. Giuliani cerca di sorprendere Verona ribaltando l’assetto proposto fino a questo momento in campionato: Kohut gioca opposto, Ter Horst e Perrin di banda con Luburic, Zlatanov e Papi in panchina. Il tentativo va a buon fine per il primo set, con l’unico aggiustamento di Papi in campo per Ter Horst, poi la Calzedonia sembra aver preso le misure ai biancorossi. Invece sotto 19-16 la formazione di Giuliani trova il guizzo per recuperare: tre muri consecutivi riportano avanti 21-20 i padroni di casa e illudono il PalaBanca. Qui però si capisce che l’assetto di Piacenza è ballerino e la nuova formazione non può ovviamente avere troppe certezze. Un coraggioso Kohut prima viene murato, quindi manda out il pallone del 23-21 che lancia gli ospiti verso il pareggio.

REAZIONE - Riavvolgendo il nastro si capisce che la partita finisce qui, anche se questa volta Piacenza ha il merito di non crollare. Si ferma nel terzo set, quando gli avversari dilagano fino al 19-8, poi però reagisce e di questi tempi è già un aspetto positivo da sottolineare. Il problema, soprattutto nella terza frazione, è che Perrin non riesce a mettere a terra un pallone sugli otto tentativi concessigli da Coscione. Tutto il contrario della prima frazione, quando il canadese aveva entusiasmato il pubblico trovando tutti e cinque i punti finali che avevano illuso i padroni di casa. Sull’1-1 Giuliani le prova tutte, trasformando la zona dei cambi nel casello di Rimini in agosto. Un Papi a tratti eccellente lascia il posto a Ter Horst, come sempre fra i più positivi in attacco, per poi rientrare: Luburic e Tavares sostituiscono Coscione e Kohut inizialmente con il doppio cambio e successivamente anche nel tentativo di modificare qualcosa nell’assetto.

SICUREZZA - La realtà è che al di là dell’aspetto tattico (Verona dopo la sorpresa iniziale prende le misure agli attaccanti biancorossi che soffrono la mancanza di un opposto puro) il successo nel secondo set permette alla Calzedonia di fare il pieno di entusiasmo. Tutto il contrario dell’Lpr, che si scalda nuovamente solo per un paio di decisioni arbitrali molto discutibili, legate a un paio di chiamate del video check parse errate sul maxischermo, ma perde via via entusiasmo e sicurezza.
In una situazione normale si parlerebbe di occasione gettata al vento, perché quando hai la possibilità di affossare l’avversario e sei avanti 1-0 e 21-20 in rimonta devi solo abbassare la testa e tagliare il traguardo. In questo momento invece bisogna accontentarsi del passo in avanti mostrato sul piano del gioco e della grinta. Per tutto il resto bisognerà ripassare più avanti.

PIACENZA – VERONA 1-3
(25-23, 22-25, 19-25, 19-25)
LPR PIACENZA: Perrin 10, Tencati 7, Kohut 10, Ter Horst 8, Patriarca 5, Coscione 1; Lampariello (L), Papi 9, Tavares 2, Luburic 2. Ne: Sedlacek, Zlatanov e Cottarelli. All. Giuliani
CALZEDONIA VERONA: Kovacevic 21, Anzani 8, Bellei 2, Sander 25, Zingel 10, Baranowicz 1; Pesaresi (L), Gitto, Lecat 6, Spirito. Ne: Frigo (L), Starovic e Bucko. All. Giani
ARBITRI: Bartolini e Zucca
NOTE: Spettatori 2000, incasso 14000. Durata set: 29’, 27’, 28’, 27’; tot. 111’.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Piacenza lotta, ma Verona prende il largo: il pallonetto ospite cade nonostante il tentativo di difesa dei locali e la Calzedonia è avanti 18-13. Kohut viene murato per il 23-17 Calzedonia e Zingel chiude 25-19

Aggiornamento - Ancora una protesta su una chiamata del video check che l'arbitro Zucca pare interpretare a proprio piacimento, poi Papi (entrato per Ter Horst) trova il mani e fuori che riporta l'Lpr in partita: 10-11. Poi Verona trova il 12-10

Aggiornamento - Nel quarto set dentro Tavares per Coscione e Ter Horst per Papi, anche se dopo pochi scambi il regista titolare riprende il suo posto. Piacenza commette due invasioni e manda out l'attacco che regala il 6-5 a Verona

Aggiornamento - Ormai il terzo set è deciso: Verona vola 21-12 prima che Ter Horst ottenga il suo secondo muro in pochi scambi fermando Sander. Gli ospiti rallentano e commettono l'invasione del 16-22 che suggerisce a Giani di fermare il gioco. Piacenza non si arrende e al termine di un'azione spettacolare risale fino al 19-23. Lecat trova il lungolinea del 24-19 poi Verona si porta 2-1 con il la seconda linea di Kovacevic che vale il 25-19

Aggiornamento - La gara si scalda sulle proteste di Piacenza: un servizio di Verona viene dato in campo dall'arbitro dopo aver controllato il video check mentre sul maxischermo la palla sembra fuori. E Verona si porta 13-7. Luburic, entrato per Kohut, subisce il muro del 17-7 e poi commette l'invasione del 19-8 ospite

Aggiornamento - L'avvio è equilibrato, poi Verona trova un doppio ace e arriva a condurre 6-3 con Giuliani che ferma subito il gioco. Kohut si fa pescare in fallo di formazione ma poi mette a terra l'attacco dalla seconda linea: 4-7. Verona dilaga, Kovacevic trova l'11-6 quindi Kohut manda out il 12-6

Aggiornamento - Il lungolinea di Papi vale il 21-20 ma Sander pareggia e Verona torna avanti con un muro su Kohut e quindi ancora Kohut manda out il diagonale del 23-21. Papi in diagonale mette a terra il 22-23, il pallonetto di Sander regala due set point agli ospiti: 24-22. Chiude un muro su Papi per il 25-22 Verona

Aggiornamento - Verona risale e trova il mani e fuori che vale il vantaggio 14-13. Kohut viene murato per il 15-13 Verona e Giuliani propone subito il doppio cambio inserendo Tavares e Luburic. Verona si porta 19-16 con Kovacevic, che poi subisce il muro a uno di Papi per il 18-19, imitato da Kohut che ferma la Calzedonia al centro e acciuffa il pari a 19. terzo muro consecutivo, stavolta è Tencati a firmare il 20-19

Aggiornamento - Piacenza è ancora molto fallosa al servizio, ma il solito Perrin mette a terra il pallone dell'8-7. Un errore di Patriarca che tocca il pallone scendendo dal muro riporta avanti gli ospiti, ma Anzani manda out il servizio quindi Papi mura Bellei per il 12-11 Piacenza. Giani sostituisce Bellei con Lecat

Aggiornamento - Kohut trova l'ace del 18-18, ma Sander replica trovando la riga sulla battuta del 20-18 Verona per poi sbagliare il 19-21. Gli ospiti in veloce mettono palla a terra e si portano a condurre 22-19. Doppio muro di Piacenza: prima Patriarca e poi Perrin firmano il 21-22, quindi il canadese con un intelligente pallonetto pareggia a 22 ma Patriarca manda out il servizio del 23-22 Verona. Ancora Perrin pareggia a 23 e poi trova le dita del muro per il set point biancorosso del 24-23 e firma anche il definitivo 25-23

Aggiornamento - Entrambe le squadre sbagliano molto al servizio, l'errore di Verona tiene in partita Piacenza, poi Perrin manda out il lungolinea per il 16-13 ospite. Ma ancora il canadese trova mezzo punto dal servizio, poi concretizzato da Papi rimasto in campo per Ter Horst anche a rete dopo essere entrato per rinforzare la seconda linea: 15-16

Aggiornamento - Kohut dalla seconda linea trova il meno 1 per Piacenza, poi Patriarca manda in rete il servizio e Verona è avanti 7-5. Piacenza lotta e difende anche un paio di palloni complicati. poi Kovacevic mette a terra il 12-10

Aggiornamento - Giuliani a sorpresa manda in campo tre centrali. Giocano Coscione in regia, Kohut opposto, Patriarca e Tencati al centro, Perrin e Ter Horst di banda con Lampariello libero

Turno infrasettimanale per la A1 maschile, con l'Lpr che cerca punti ospitando Verona. Piacenza negli ultimi sette set in campionato non è riuscito a superare quota 20, la Calzedonia è reduce da tre sconfitte consecutive tutte al tie break.
Dalle 20.30 segui la diretta su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Piacenza - Se ne va la "voce" che ci scaldava il cuore allo stadio, ci lascia il mitico Pio Bosini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento