Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Piacenza da urlo: battuta Trento 3-1

E’ una partita che Piacenza aspettava da anni. Ben più delle due stagioni di sofferenza che adesso fanno gustare ai tifosi biancorossi ogni singola vittoria, perché battere Trento per i sostenitori dell’Lpr vale più di ogni altro confronto...

L'esultanza di Hierrezuelo dopo la vittoria contro Trento


E’ una partita che Piacenza aspettava da anni. Ben più delle due stagioni di sofferenza che adesso fanno gustare ai tifosi biancorossi ogni singola vittoria, perché battere Trento per i sostenitori dell’Lpr vale più di ogni altro confronto. Soprattutto se gli avversari arrivano al PalaBanca da imbattuti e con l’etichetta (meritatissima) di squadra più in forma del campionato. Non basta? Allora il divario attuale diventa ancora più evidente quando Lorenzetti a metà del terzo set inserisce dalla panchina Antonov (argento olimpico a Rio) Stokr e Solé, mentre Giuliani quando si gira nella zona delle riserve la vede quasi desolatamente vuota, considerato che i soli utilizzabili sono Yosifov, il regista Cottarelli e un Parodi da schierare in seconda linea. Insomma, sembra tutto a favore della Diatec: classifica, rosa al completo e anche un primo set in cui pur non giocando male Piacenza si vede superare nel momento decisivo senza più riuscire a riprendere gli avversari.
Invece la formazione di un chirurgico Giuliani, un computer nel gestire gli ingressi dalla panchina fra problemi fisici e la solita questione italiani in campo, proprio dal secondo set cambia completamente marcia. Dopo aver inserito nel motore il solo Marshall nella prima frazione, trova velocemente l’apporto di tutti gli altri protagonisti. Trento perde qualche certezza e tanto basta ai biancorossi per inserirsi in qualche piccola crepa degli avversari minando le sicurezze della Diatec. Operazione non semplice ma che a Piacenza riesce in modo perfetto, puntando su un Marshall che cresce gara dopo gara ed è già arrivato a livelli eccellenti: «Da giocatore importante si è trasformato in importantissimo – dirà Giuliani alla fine - un elemento di equilibrio che dà stabilità in ricezione ed oltre alle qualità in attacco sta migliorando anche al servizio». Proprio la battuta è uno dei fondamentali su cui l’Lpr costruisce la propria vittoria: solida, efficace e soprattutto con pochissimi errori nei momenti importanti. Ma Piacenza getta le fondamenta anche con il muro, tre decisivi nella seconda frazione e tanti palloni toccati, e con una difesa in crescita. E poi quando tutto gira a questo livello ci pensano gli attaccanti piacentini a chiudere l’incontro. Hernandez parte lentamente, poi in tre set mette a terra 25 palloni, di Marshall si è già detto, ma è Clevenot la vera sorpresa di questo avvio di stagione. Trento prova a metterlo sotto pressione prendendolo di mira con il servizio, il francese nemmeno barcolla in seconda linea e poi trova soluzioni impensabili in attacco, come l’impossibile schiacciata da seconda linea per il 23-18 del terzo set. Poi non è un caso che sia proprio il transalpino a chiudere sia la terza sia l’ultima frazione con un mani e fuori che permette al PalaBanca di esplodere.
Dal recupero i campionato arrivano tre punti insperati ma meritatissimi, che lanciano Piacenza a una sola lunghezza dal quarto posto in classifica attualmente occupato dalla coppia Perugia-Verona. La vittoria contro Trento permette ai biancorossi di fare il pieno di entusiasmo, ma i festeggiamenti potranno durare solo poche ore: domenica la trasferta di Padova sarà un confronto forse ancora più importante in chiave graduatoria. L’Lpr è pronta e se, come sostiene Hierrezuelo a fine gara «questa squadra può ancora crescere parecchio», i biancorossi potranno finalmente togliersi tante soddisfazioni.

LPR PIACENZA - DIATEC TRENTINO 3-1
(22-25, 25-23, 25-21, 25-22)
LPR PIACENZA: Parodi, Alletti 6, Papi (L), Marshall 14, Yosifov 3, Tencati 5, Hierrezuelo 3, Hernandez Ramos 28, Clevenot 14, Cottarelli. Non entrati Manià, Zlatanov. All. Giuliani
DIATEC TRENTINO: Nelli 7, Burgsthaler, Antonov 4, Giannelli 1, Lanza 11, Solé 3, Van De Voorde 10, Colaci (L), Stokr 10, Urnaut 13, Mazzone D 6. Non entrati Mazzone T, Blasi, Chiappa. All. Lorenzetti
ARBITRI: Florian, Lot
NOTE - Spettatori 3014, incasso 15929, durata set: 25', 31', 28', 28'; tot: 112'.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Hernandez con il mani e fuori del 21-19, poi Antonov trova un pallone impossibile per il meno 1: 21-20. Ancora Antonov manda out il servizio del 22-20, Hernandez attacca il 23-21, Alletti spedisce fuori la battuta del 23-22, poi Clevenot chiude con un mani e fuori da manuale.

Aggiornamento - Hernandez trova la piazzata del 18-15, Lanza firma il 16-18. Marshall viene murato e Trento è a meno 1: 19-18

Aggiornamento - Ancora Hernandez mette a terra il diagonale del 12-9, l'ace di Stokr su Papi riporta Trento a meno 1: 12-11. Poi ancora il servizio del ceco propizia la parità a 12. Replica Hernandez con la battuta del 14-12

Aggiornamento - Il muro di Alletti vale il 4-1 Piacenza, Solè trova il 4-2 e Lorenzetti ferma subito il gioco. Stokr manda fuori l'attacco dell'8-4 Piacenza. Hernandez trova il 9-4

Aggiornamento - Urnaut manda in rete il servizio regalando il 20-16 all'Lpr, Antonov spedisce out l'attacco del 21-16. Yosifov entra e mette subito a terra il 22-17. Clevenot tira fuori dal cilindro una magia per il 23-18, Hierrezuelo di seconda intenzione mette a terra il 24-19, chiude Clevenot per il 25-21

Aggiornamento - Tencati mura, Hernandez attacca e Piacenza conduce 17-13. Ace di Alletti e l'Lpr è avanti 18-13

Aggiornamento - L'azione più bella della partita vale il 6-6 per Piacenza con Hernandez dopo una strepitosa difesa di Hierrezuelo. Ace di Tencati per il 10-8, Hernandez per l'11-8, Lorenzetti inserisce in una volta sola Stokr, Antonov e Solé. Ancora Hernandez per il 13-9 biancorosso

Aggiornamento - Yosifov mura Urnaut e Piacenza è a meno 1: 20-21. Hierrezuelo si ripete su Nelli per il 21 pari. Ace di Hernandez per il 22-21, pareggia Stokr appena entrato ma Lanza manda in rete il servizio del 23-22. Ancora Stokr 23-23, Clevenot firma il primo set point, Tencati trova il muro decisivo su Stokr per il 25-23 che vale l'1-1

Aggiornamento - Antonov al servizio crea grossi problemi alla ricezione di Piacenza: Hernandez commette invasione nel tentativo di attaccare un pallone impossibile e la Diatec vola 20-18. Hernandez trova il tocco del muro per il 19-20

Aggiornamento - Il muro di Mazzone su Hernandez vale il sorpasso di Trento, poi Marshall firma il 13 pari. Poi l'ace di Hierrezuelo riporta avanti i biancorossi 16-15. Sbaglia Nelli e l'Lpr conduce 18-16, Antonov con il servizio propizia il 18 pari poi Marshall viene murato per il 19-18 ospite

Aggiornamento - Il servizio di Clevenot termina vicinissimo alla riga e neanche il video check chiarisce dove finisce il pallone. L'arbitro lo vede out fra le proteste dei piacentini: è il punto che permette a Trento di risalire 10-8. Poi Hernandez manda out e l'Lpr conduce 11-10

Aggiornamento - Piacenza riparte forte, ma soprattutto è Hernandez che si scalda dopo un avvio di gara in sordina e firma il 5-2 che obbliga Trento a fermare subito il gioco. Tencati mura Van De Voorde e firma l'8-3

Aggiornamento - Hernandez spedisce fuori la palla del 20-17. Piacenza chiede il tocco del muro di Trento ma il video check dà ragione agli arbitri. Marshall è l'unico che garantisce una certa continuità in attacco e trova il punto del 21-19 Trento, poi la Diatec allunga nuovamente 22-19. Dentro anche Parodi e Yosifov,che mura Giannelli per il 22-24, ma Trento chiude con l'errore al servizio di Hierrezuelo: 25-22

Aggiornamento - Hernandez, ben servito da Hierrezuelo, trova il meno 1, poi l'ace di Clevenot vale la parità: 16-16 con Lorenzetti che chiama time out

Aggiornamento - Marshall parte molto bene, Hernandez invece fatica a entrare in partita, così prima Trento rigioca mettendo a terra l'11-10, poi l'opposto viene murato per il 12-10 ospite

Aggiornamento - Piacenza e Trento sbagliano qualcosa di troppo al servizio in avvio di gara e quando Nelli manda out anche l'attacco dalla seconda linea le due squadre sono in parità a 7

Aggiornamento - Confermate le assenze di Tzioumakas, nemmeno in panchina, Manià e Zlatanov che sono in divisa ma non effettuano il riscaldamento, Giuliani ha le alternative ridotte ai minimi termini. Giocano Hierrezuelo in regia, Hernandez opposto, Alletti e Tencati al centro, Marshall e Clevenot di banda con Papi libero

Recupero della quinta giornata al PalaBanca, dove l'Lpr affronta la capolista Trento, unica formazione della Superlega ancora imbattuta, Esame difficile per i biancorossi di Giuliani, che si trovano dall'altra parte della rete la squadra più in forma del campionato.
Segui la diretta su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

  • La Pedrini durissima contro Piacenza: «Si sciacquino la bocca prima di parlare di Callipo»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento