Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Perugia-Copra Elior: si va a gara5

Ancora un tie break, ancora una vittoria per la squadra di casa. Ancora una prova di Piacenza con alti e bassi, così la serie di semifinale si chiuderà il lunedì dell’Angelo al PalaBanca. Appuntamento alle 17.30 con i biancorossi che...

Contrasto a rete fra Simon e Vujevic (foto Corsi)

Ancora un tie break, ancora una vittoria per la squadra di casa. Ancora una prova di Piacenza con alti e bassi, così la serie di semifinale si chiuderà il lunedì dell’Angelo al PalaBanca. Appuntamento alle 17.30 con i biancorossi che hanno già chiamato a raccolta i tifosi. Quelli del PalaEvangelisti sono stati l’arma in più della Sir Safety, al termine di una partita in cui il Copra Elior ha gettato al vento troppe occasioni per vincere la gara e chiudere la serie. Invece gli umbri allungano la semifinale e questo per Piacenza non è un bene, soprattutto per le condizioni fisiche della formazione di Monti.

INFERMERIA - Marra si arrende alla pubalgia a metà secondo set dopo un tentativo (riuscito) di recupero lasciando spazio a un comunque positivo Smerilli, Kaliberda entra al posto di Papi ma si accascia nella quarta frazione dopo un tentativo di schiacciata (sembra un problema muscolare al polpaccio) e lascia il campo a braccia, lo stesso Papi è decisivo quando rientra nel quarto set ma fisicamente non è al top. Con queste premesse gara5 sfugge a ogni pronostico, perché la formazione più che Monti la farà lo staff medico indicando al tecnico chi è disponibile e chi invece dovrà limitarsi a guardare la partita dalla panchina o dalla tribuna.

ALTALENA - Partendo dalla fine e riavvolgendo il nastro, il tie break è pessimo, ma negli altri due set persi Piacenza ha comunque gettato al vento delle buone opportunità per chiudere la gara prima della quinta frazione. Il primo esempio si ha in avvio: Perugia fatica a entrare in partita e sul 12-7 Vettori ha l’opportunità mettere il sigillo sul parziale prima ancora che si entri nel vivo. Invece arriva il muro a uno di Atanasijevic che è l’inizio della rimonta umbra. L’opposto serbo va al servizio, trova due ace consecutivi quindi Zlatanov manda out la palla del sorpasso dei padroni di casa. Sia chiaro, c’è ancora tutto un set da giocare, ma la Sir Safety che era a un passo dal trovarsi a rincorrere trova invece entusiasmo in un ambiente che non ha bisogno di essere caricato.

TOURBILLON - Poi inizia un tourbillon di alti e bassi in cui Piacenza prima domina poi viene travolta. Sembra vicino al crollo nel terzo set: con le squadre sull’1-1 la Sir Safety vola 15-8. A un passo dal tracollo i biancorossi risorgono. Kaliberda firma il 21-23, poi Fei si vede passare in mezzo alle braccia il possibile 22-23. Nonostante tutto non è ancora finita, Kaliberda può rigiocare la palla del 24 pari ma la spara in tribuna.

ASSENTE - Il tedesco si infortuna a inizio del set successivo e allora di nuovo dentro Papi (decisivo in battuta) con Monti che sostituisce Fei, in grande difficoltà soprattutto a muro, con Tencati che nel fondamentale è stratosferico. La ricezione continua a faticare, ma anche quando può De Cecco non serve quasi mai Simon. Al cubano finiscono solamente sei palloni in tutta la gara e Monti alla fine sottolineerà proprio questo aspetto: «Dobbiamo migliorare, perché non possiamo perdere un attaccante del suo calibro per tutta la partita».
E sul 2-2 è inspiegabile anche il bruttissimo tie break in cui è totalmente mancata la reazione al bell’avvio dei padroni di casa. Si finisce con il pubblico in campo e anche un pizzico di tensione con il secondo allenatore di Perugia che ha uno scambio di opinioni prima con Zlatanov e poi con Delmati.
Tutto rimandato a gara5 in cui non ci saranno appelli. E questa volta si gioca a Piacenza.

SIR SAFETY PERUGIA - COPRA ELIOR PIACENZA 3-2
(25-20, 18-25, 25-23, 19-25, 15-8)
SIR SAFETY PERUGIA: Buti 11, Paolucci 2, Petric 18, Giovi (L), Cupkovic, Barone 6, Della Lunga, Mitic 3, Vujevic 10, Atanasijevic 21, Fanuli (L). Non entrati Della Corte, Semenzato. All. Kovac
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux 2, Papi 7, Fei 5, Smerilli (L), Kaliberda 2, Simon 8, Zlatanov 16, Tencati 6, Vettori 25, De Cecco 3. Non entrati Partenio, Husaj. All. Monti
ARBITRI: Sobrero, Cesare
NOTE - Spettatori 6023, durata set: 28', 25', 32', 28', 18'; tot: 131'.

Il film della gara
Aggiornamento - Ace di Paolucci su Smerilli e Perugia è 9-4, a un passo da gara5. La jump flot trova ancora grandissime pecche nella ricezione biancorossa e la Sir Safety è 10-4. Ormai è finita, Barone mette a terra il 13-6, poi Petric trova il 15-8 che manda le squadre a gara5 in programma lunedì alle 17.30.

Aggiornamento - Vettori mette a terra il 6-4 in un PalaEvangelisti bollente, poi Vujevic è bravo a giocare sul muro l’8-4 che manda le squadre al cambio di campo

Aggiornamento - Fanuli trova una grande difesa che poi Perugia concretizza per il 4-1. Vujevic troverebbe il punto in un contrasto a rete ma tocca il nastro: 5-3 Perugia

Aggiornamento - Zlatanov manda out il 2-0 Perugia, poi il muro biancorosso spedisce fuori il 3-0 e Monti ovviamente ferma subito il gioco

Aggiornamento - Altro muro di Tencati per il 20-15 Piacenza, con un vantaggio guadagnato grazie al muro e al servizio di Papi. Vettori spara a terra il diagonale del 23-18, Papi guadagna il set point concretizzato dal muro di Simon: 25-19

Aggiornamento - Tencati entra e ferma Atanasijevic per la parità a 13 quindi si ripete bloccando Vujevic e regalando il vantaggio ai biancorossi. Sul 14-14 si infortuna Kaliberda ricadendo da una schiacciata; il tedesco va direttamente negli spogliatoi lasciando spazio a Papi. Tencati guadagna anche il muro che varrebbe il 16-14, ma il video check vede un tocco a rete e il tabellone segna 15-15. Papi al servizio mette in difficoltà Perugia e il COpra Elior vola 18-15

Aggiornamento - Vettori ha l’occasione di mettere a terra il 3-2 dopo uno scambio lunghissimo e contestatissimo ma spara fuori. Poi però riesce a trovare i due punti successivi che riportano avanti Piacenza 4-3. De Cecco chiama in causa Fei che trova il 7-7, il Copra Elior resta attaccato agli avversari ma fa sempre fatica perché non trova mai continuità nei vari fondamentali. Vettori trova l’ace del 10-9 ma i biancorossi non riescono a ricostruire bene per il doppio vantaggio e Atanasijevic mette a terra il 10-10. E subito dopo errore di doppia di Vettori e Smerilli manda out un bagher in recupero: 12-10

Aggiornamento - Atanasijevic non è immarcabile come al solito, ma Piacenza non riesce ad approfittarne. Zlatanov lo mura per il 16-20 poi lo stesso capitano trova il punto del 17-20. Ma quando i biancorossi arrivano a un passo dal raggiungere gli avversari Perugia trova sempre il modo di allungare. Così la Sir Safety arriva 22-18 con il tempo chiamato da Monti. Simon al servizio non permette a Perugia di attaccare, poi Kaliberda trova il 21-23 ma Fei si vede passare in mezzo alle braccia il pallone del 22-23 consegnando il 24-21 agli avversari. Vettori mette a terra il 23-24 e Kaliberda manda fuori il 25-23

Aggiornamento - Vettori spara out il servizio del 15-8, ma il problema di Piacenza è che sembra non crederci più. Lo svantaggio è notevole, ma i biancorossi sembrano aver già dato per persa la terza frazione. Simon al servizio propizia l’11-16. Il muro di Vettori su Atanasijevic vale il 13-17, poi De Cecco trova un ace fortunoso e Piacenza è a meno 3

Aggiornamento - Marra non ce la fa, così nel terzo set inizia Smerilli, mentre Perugia lascia in campo Paolucci in regia, entrato nel corso della seconda frazione. L’ace di Petric porta gli umbri 4-2, poi Buti a muro ferma Papi e gli umbri sono avanti 7-4, quindi un errore dello stesso Papi obbliga Monti a fermare il gioco sull'8-4. Poi sul 9-4 dentro Kaliberda per Papi, quindi Tencati per Fei, ma il muro di Perugia vale il 12-5 con Piacenza in grandissima difficoltà

Aggiornamento - Muro di Papi su Atanasijevic e Piacenza è avanti 18-13, poi tocca a Fei fermare Cupkovic per il 19-14 e l’errore di Buti consegna ai biancorossi il 20-14 ratificato dal nuovo muro di Fei per il 21-14. Ormai la frazione è decisa e termina con l'errore di Buti al servizio: 25-18

Aggiornamento - Dopo un recupero Marra si tocca la gamba e lascia spazio a Smerilli sul 14-9. Piacenza con Vettori trova il muro del 16-10, quindi Atanasijevic spedisce out il servizio del 17-11

Aggiornamento - De Cecco ferma Petric a muro e Piacenza è avanti 5-3, poi l’ace di Simon porta Perugia a chiedere tempo sull’8-4 biancorosso. Marra è sempre in difficoltà sul servizio jump flot degli avversari, ma Vettori risolve trovando il punto del 10-6. poi Atanasijevic manda out il 12-6 Piacenza

Aggiornamento - Attacco e muro di Le Roux e Piacenza torna 19-21, poi però non difende un pallone non impossibile toccato a muro da Fei. L’ace di Buti su Marra vale il 23-19, poi Zlatanov manda fuori la palla del 25-20

Aggiornamento - L’ace di Simon (corretto dal video check) riporta Piacenza a meno 2, poi un nuovo muro su Vettori, che però è costretto a giocare sempre palle scontate, porta in campo Le Roux sul 20-16 Perugia

Aggiornamento - Perugia fatica a entrare in partita. Sbaglia anche Buti al servizio e allo stop tecnico gli ospiti sono avanti 12-7. Poi Vettori subisce un muro a uno e Atanasijevic trova il doppio ace consecutivo dell’11-12, quindi Zlatanov manda out il pallone del pareggio e viene murato su un attacco non facile che regala il 13-12 agli umbri. La ricezione di Piacenza continua a faticare e Vettori non passa sul muro a tre per il 17-14 umbro, con Monti che ferma il gioco

Aggiornamento - Due attacchi out di Atanasijevic regalano il 2-0 a Piacenza con Perugia che si gioca i video check nei primi due punti. L’errore di Vettori porta gli umbri sul 4-5, ma sbaglia anche Atanasijevic per il 6-4 Piacenza. I biancorossi riescono a limitare l’opposto serbo e quando Vettori scarica a terra il suo diagonale il Copra Elior è avanti 9-6. Zlatanov firma il 10-6 e Kovac chiama tempo

Piacenza in campo a Perugia per gara4 di semifinale scudetto. I biancorossi sono avanti 2-1 nella serie, vincendo questa sera si qualificherebbero per la finale contro Macerata, mentre se fosse la Sir Safety a conquistare il successo si andrebbe a gara5 in calendario il lunedì dell'Angelo al PalaBanca.
Monti manda in campo il sestetto capace di vincere sabato scorso: De Cecco in regia, Vettori opposto, Simon e Fei centrali, Zlatanov e Papi di banda con Marra libero.
Segui la diretta su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento