menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Volley - Molinaroli: «Un silenzio asfissiante» - 1

Volley - Molinaroli: «Un silenzio asfissiante» - 1

Volley - Molinaroli: «Un silenzio asfissiante»

«E’ un silenzio asfissiante». Bastano due parole di Guido Molinaroli per sintetizzare la situazione attuale che vive il Copra Elior e lo stato d’animo del presidente biancorosso. Il conto alla rovescia ormai è arrivato al termine ed entro la fine...

«E’ un silenzio asfissiante». Bastano due parole di Guido Molinaroli per sintetizzare la situazione attuale che vive il Copra Elior e lo stato d’animo del presidente biancorosso. Il conto alla rovescia ormai è arrivato al termine ed entro la fine della settimana verrà presa una decisione sul futuro della società, ma per il momento nessuno dei contatti degli ultimi giorni si è concretizzato. Qualche possibilità di mantenere la pallavolo maschile di alto livello a Piacenza esiste ancora, ma ogni ora che passa le speranze si assottigliano sempre di più. Nessuno lo conferma ufficialmente, ma è certo che ieri mattina il gruppo (già ristrettissimo) dei pretendenti a salvare il Copra Elior abbia perso per strada un’altra unità. Adesso le opzioni rimangono sostanzialmente due, ma nessuna è semplice da realizzare soprattutto per i tempi ridottissimi.

Ci sarebbe anche una terza opzione, non si sa quanto realizzabile per la riservatezza dei diretti interessati, vale a dire lo sponsor su cui sta lavorando l’amministrazione comunale. Un imprenditore annunciato da Dosi il 14 giugno che avrebbe dovuto dare una risposta nella serata successiva. La decisione è stata ritardata di giorno in giorno, l’assessore Cisini aveva indicato martedì come termine ultimo e invece pare che il tutto sia nuovamente slittato di almeno 24 ore. Nulla di clamoroso, rallentamenti simili sono normali in trattative così complesse, se non fosse che ormai il tempo sta scadendo e queste (poche) persone interessate o escono allo scoperto nelle prossime ore oppure non potranno più farlo.
Le alternative? Trasferimento a Bologna o chiusura definitiva. Ma entrambe sarebbero una sconfitta bruciante per Piacenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento