rotate-mobile
Volley A1 maschile

Volley - Molinaroli scioglie i dubbi: «Simon resta»

Niente Russia, niente Turchia, niente Brasile e neppure Modena, di cui si era parlato (sottovoce) nelle ultime ore: Robertlandy Simon rimane a Piacenza. Lo annuncia Guido Molinaroli, presidente del Copra Elior, a poche ore dalla chiusura dei...

Niente Russia, niente Turchia, niente Brasile e neppure Modena, di cui si era parlato (sottovoce) nelle ultime ore: Robertlandy Simon rimane a Piacenza. Lo annuncia Guido Molinaroli, presidente del Copra Elior, a poche ore dalla chiusura dei tesseramenti fissata per martedì alle 16.30. Ormai non interessa più nemmeno conoscere la decisione della federazione russa sulla ventilata apertura al terzo straniero perché il centrale cubano il prossimo anno vestirà ancora la casacca biancorossa.

RESTA - «Simon non andrà via» attacca il numero uno piacentino. E’ la notizia che i tifosi volevano leggere dallo scorso maggio, quando è terminata l’ultima stagione. Tutto il resto è contorno in un piatto che più prelibato non si può.

«Bisogna chiarire una cosa - prosegue il presidente - perché forse è stata male interpretata: non volevamo vendere il giocatore a tutti i costi. In caso di offerte interessanti per la società e per l’atleta eravamo disposti a privarcene. Non sono arrivate, siamo contenti noi di tenerlo in rosa ed è contento lui di rimanere. Punto».

Con la conferma di Simon (che aveva un altro anno di contratto) nel sestetto ci sarà una sola novità rispetto all’ultima stagione, almeno nei protagonisti. Vettori sarà titolare in diagonale a De Cecco, con lo spostamento di Fei al centro insieme a Simon, la coppia Papi-Zlatanov di banda e Marra libero.

PIU’ FORTE - «Una formazione rinnovata ma non rivoluzionata. Sulla carta questa rosa, volontariamente o meno, è più forte di quella che ha giocato la finale scudetto pochi mesi fa. Di Kaliberda si parla poco ma penso sia un grande acquisto, in coppia con Husaj ritengo possa darci qualcosa in più rispetto all’anno scorso nel settore dei cambi. Le Roux è più forte di Holt se facciamo la media dei campionati dell’americano e non ci limitiamo all’ultima stagione e poi Monti avrà a disposizione molte alternative. Lo stesso Le Roux può giocare anche da opposto, così come Fei, mentre Kaliberda è più di un cambio. Insomma, la rosa è molto valida».

SMERILLI - Probabile che del gruppo faccia parte anche Lorenzo Smerilli, libero lo scorso anno in A2 a Corigliano che ha in bacheca anche una Coppa Italia vinta con Macerata. Sarà il vice di Davide Marra.
La rosa dunque è definita, in Italia il Copra Elior è una delle formazioni più attrezzate, ma dove può arrivare in Europa e nella nuova avventura in Champions League?

FINAL FOUR - «Se abbiamo fatto la scelta di tenere certi giocatori, compiendo grandi sacrifici, l’obiettivo è andare il più avanti possibile. Puntiamo alla Final Four, quello deve essere il nostro traguardo, sperando di non trovare sulla nostra strada Macerata nel derby italiano. In Champions ci sono avversarie forti, ma sicuramente non come la Lube o Trento dell’anno scorso. Lo stesso Ankara, dove si sono trasferite le punte di diamante dell’Itas, non penso sia al livello della formazione che ha vinto lo scudetto».
La conferma di Simon sicuramente alzerà l’entusiasmo dei tifosi biancorossi: la prossima settimana è prevista la presentazione della campagna abbonamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley - Molinaroli scioglie i dubbi: «Simon resta»

SportPiacenza è in caricamento