menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Guido Molinaroli, presidente dell'Lpr-3

Guido Molinaroli, presidente dell'Lpr-3

Volley - Molinaroli: «Per Marshall siamo al paradosso»

«Per Marshall ormai siamo arrivati al paradosso». Il presidente Guido Molinaroli ormai non sa più a che santo votarsi per ottenere il via libera che consentirebbe allo schiacciatore (in possesso del passaporto italiano) di giocare nel nostro...

«Per Marshall ormai siamo arrivati al paradosso». Il presidente Guido Molinaroli ormai non sa più a che santo votarsi per ottenere il via libera che consentirebbe allo schiacciatore (in possesso del passaporto italiano) di giocare nel nostro campionato non in quota stranieri. Dopo aver fatto il giro del mondo, mandando documenti prima a Roma, quindi a Losanna, poi a L’Avana e infine a Buenos Aires, sede del congresso internazionale della Fivb, la società biancorossa ha scoperto che tutto potrebbe dipendere esclusivamente dai dirigenti della federazione italiana.

SITUAZIONE IDENTICA A ANGEL DENNIS
«Situazione identica a quella di Marshall - spiega Molinaroli - è stata vissuta negli anni scorsi da Angel Dennis, opposto cubano che proprio insieme a Leo era fuggito dal ritiro della nazionale caraibica approdando nel nostro Paese. Bene, Dennis ha giocato da italiano nel nostro campionato perché aveva la nostra nazionalità giuridica, ma non ha mai ottenuto la nazionalità sportiva. Tanto che nel momento in cui era schierato in Europa per le coppe continentali “tornava” a essere cubano».
Un caso che dovrebbe fare giurisprudenza, identico alla situazione che sta attraversando in queste settimane Marshall. In pratica, se venisse applicato lo stesso metodo, lo schiacciatore biancorosso dovrebbe ottenere automaticamente lo status per giocare da italiano in Superlega. In occasione delle coppe europee il problema invece non si porrebbe, visto che il limite degli stranieri in campo non vale per Champions, Challenge e Cev Cup.

«ANCHE LASKO NELLA STESSA SITUAZIONE»
«Ci risulta - prosegue Molinaroli - che non solo Dennis, ma anche Lasko abbia vissuto la stessa situazione in Polonia. Potendo contare sul doppio passaporto, giocava con il Wegiel da polacco pur avendo la nazionalità sportiva italiana».
A questo punto dunque la patata bollente torna sulle scrivanie romane. Dalla Fipav concederanno il via libera a Marshall oppure il giocatore si troverà nella situazione paradossale di scendere in campo da straniero pur essendo cittadino italiano residente in Italia?
Ancora poche ore per saperlo: nel pomeriggio di giovedì l’Lpr tessererà Marshall e in quel momento si conoscerà lo status sportivo del giocatore.
«Attendiamo fino a domani - conclude Molinaroli - e in base alle decisioni prese dalla Fipav ci riserviamo il diritto di adire le vie legali». Bufera in vista sull’asse Piacenza-Roma?

RANDAZZO VERSO PIACENZA? MOLINAROLI SMENTISCE
Intanto lo stesso Guido Molinaroli ha smentito le voci che vorrebbero Randazzo, in uscita dalla Lube, diretto verso Piacenza.

GIOVEDI' AMICHEVOLE CON CANTU'
Nel pomeriggio di giovedì la formazione di Giuliani sosterrà al PalaBanca un'amichevole contro Cantù, formazione che ha appena iniziato il campionato di A2. Inizio riscaldamento alle 17.00, inizio gara intorno alle 17.45.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento