menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un attacco di Marshall nell'amichevole giocata dall'Lpr contro Trento

Un attacco di Marshall nell'amichevole giocata dall'Lpr contro Trento

Volley - Marshall: «Una Lpr a buoni livelli». VIDEO

Insieme a Yosifov è stato l’unico biancorosso sempre in campo nell’amichevole contro Trento. Se si esclude un paio di azioni nel primo set per dare spazio in seconda linea a Papi, Leo Marshall non ha mai lasciato il terreno di gioco...


Insieme a Yosifov è stato l’unico biancorosso sempre in campo nell’amichevole contro Trento. Se si esclude un paio di azioni nel primo set per dare spazio in seconda linea a Papi, Leo Marshall non ha mai lasciato il terreno di gioco. E per lui è stato un pomeriggio di superlavoro, visto che la Diatec lo ha messo sotto pressione con il servizio e Hierrezuelo lo ha chiamato spesso a concludere in attacco. Tutti aspetti risaputi: probabile che in campionato gli avversari proveranno a creargli difficoltà in seconda linea, così come è praticamente certo che toccherà a lui e ad Hernandez farsi carico del maggior numero di palloni giocati dall’Lpr.
Nessuna sorpresa dunque, Leo Marshall lo sa e alla fine di un’ora e mezza di gioco piuttosto intensa non sembra nemmeno eccessivamente provato.

«Nel primo set - analizza l’amichevole persa 3-1 con Trento - abbiamo messo in mostra una buona pallavolo. Ma adesso siamo molto carichi di lavoro, stamattina abbiamo fatto allenamento e la seduta di ieri è stata particolarmente pesante. L’obiettivo era giocare nonostante i muscoli affaticati, abbiamo fatto cose belle e altre meno, ma era da mettere in preventivo. Queste sono partite che ci servono per capire a che punto siamo».

Cosa ha funzionato meglio contro Trento e cosa invece bisogna migliorare maggiormente?
«La distribuzione è andata bene e per tutto il primo set il cambiopalla è rimasto a buoni livelli, anche se poi siamo calati. A muro siamo riusciti a toccare parecchi palloni, facilitando anche il compito della difesa; queste sono cose che ci serviranno per il campionato. Non è andata bene invece la battuta, da parte di tutti, ma sapevamo di dover ancora lavorare».

Avete giocato a sprazzi, ma è normale in questo momento della stagione.
«Giuliani ci aveva messo in guardia, spiegando che potevano starci gli alti e bassi e anche qualche errore di troppo, considerato il lavoro che stiamo facendo e il momento della stagione. Ma dobbiamo giocare sempre al massimo, da questo punto di vista sono contento, perché nonostante la stanchezza restiamo in campo e ci esprimiamo a buoni livelli».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento