Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Lpr, reazione vincente contro Milano

Finisce con il presidente Molinaroli e il presidente onorario Pighi a scambiarsi il “cinque” con i Lupi Biancorossi, come avevano fatto pochi istanti prima i giocatori in campo. Dieci sconfitte consecutive, le ultime tre gare senza vincere...

Perrin in attacco, il canadese è stato il miglior marcatore contro Milano con 26 punti (f. legavolley.it)
Finisce con il presidente Molinaroli e il presidente onorario Pighi a scambiarsi il “cinque” con i Lupi Biancorossi, come avevano fatto pochi istanti prima i giocatori in campo. Dieci sconfitte consecutive, le ultime tre gare senza vincere nemmeno un set e anche i primi due parziali ceduti a Milano. Sembrava un baratro senza fine, invece proprio nel momento più difficile ecco l’Lpr che pensavi non esistesse, quella che reagisce, inizia a giocare senza paura e soprattutto trova risposte dai fondamentali sotto accusa da mesi. Trascinati da Perrin, 26 palloni a terra e decisivo dal terzo set in avanti, i biancorossi si appoggiano al muro, che regala ai piacentini 15 punti (metà dei quali per merito della coppia di centrali Kohut-Patriarca) contro gli 8 di Milano, mentre dal servizio arrivano 6 ace a fronte di soli 9 errori.

DOPPIO - Non è finita, perché la reazione di Piacenza vale doppio. Innanzitutto quando sotto 2-0 non si spegne come domenica scorsa contro Molfetta, ma si aggrappa al carattere per rimontare. La seconda risposta arriva al tie break: l’Lpr parte male, agguanta il pareggio, è ancora sotto 8-6 ma poi mette la freccia e lascia sul posto gli avversari gestendo al meglio anche un infortunio a Zlatanov, che esce dal campo toccandosi una coscia ma vuole subito rientrare per diventare protagonista degli scambi conclusivi.
Niente voli pindarici, Milano rimane l’ultima in classifica e non è certamente una formazione che scoppia di salute. Però domenica scorsa ha battuto in trasferta Ravenna e soprattutto ha recuperato Skrimov, l’attaccante principale della formazione meneghina che i biancorossi sono bravi a limitare. Insomma, Piacenza non è guarita, ma dimostra di aver imboccato la via del recupero, più che altro caratteriale. Perché contrariamente alle ultime gare non molla un pallone, non si abbatte dopo aver perso ai vantaggi il secondo set e reagisce anche dopo un brutto avvio nel tie break.

RESPIRO - L’esultanza a fine gara dimostra che la vittoria era attesa come aria da parte di un claustrofobico chiuso in ascensore. Peccato che questo entusiasmo non si possa gettare subito in campo, visto la lunghissima pausa natalizia che riporterà le squadre a lottare per i tre punti a metà gennaio. Non si può fare altrimenti; l’aspetto positivo è che l’Lpr avrà il tempo di metabolizzare le novità nello staff definite nelle ultime ore, con Carlos De Lellis a gestire i muscoli dei giocatori. Si ripartirà al PalaBanca con la Lube il 17 gennaio, occasione per la squadra di Giuliani di mostrare i passi in avanti almeno a livello caratteriale.
Considerazione a margine: un applauso particolare va ai Lupi Biancorossi, presenti anche a Castellanza in buon numero dopo aver seguito la squadra in tutte le trasferte. Hanno dimostrato di crederci sempre e con Milano arriva la conferma che avevano ragione loro.

REVIVRE MILANO - LPR PIACENZA 2-3
(25-22, 27-25, 23-25, 18-25, 12-15)
REVIVRE MILANO: Milushev 26, Alletti 15, Sbertoli 1, Skrimov 14, Russomanno Dos Santos 12, Tosi (L), De Togni 9, Rivan (L), Baranek 3, Boninfante 1, Burgsthaler, Marretta. Non entrati Gavenda. All. Monti
LPR PIACENZA: Coscione 3, Kohut 13, Ter Horst 2, Perrin 26, Sedlacek 1, Patriarca 11, Lampariello (L), Zlatanov 14, Luburic 17, Tencati, Tavares Rodrigues. Non entrati Papi, Cottarelli. All. Giuliani
ARBITRI: Pozzato, Cipolla
NOTE - Spettatori 1427, incasso 3533, durata set: 28', 35', 29', 27', 19'; tot: 138'.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Milushev spedisce out il servizio del 10-12, il diagonale di Luburic vale il 13-10 con Monti che ferma il gioco. patriarca manda out la battuta dell'11-13. Zlatanov trova il primo match point pur zoppicando, Kohut regala il 15-12 all'Lpr che interrompe la serie negativa a 10 sconfitte consecutive.

Aggiornamento - Coscione si affida ai centrali e Patriarca riposta Piacenza a meno 1: 8-9. Zlatanov pareggia a 9 sfruttando il muro di De Togni, Patriarca mura Baranek e l'Lpr vola 10-9 quindi Luburic firma il doppio vantaggio biancorosso.Il capitano di Piacenza lascia il posto a Sedlacek con Hristo che esce toccandosi una gamba. Il punto successivo è caotico, Milano copre in modo fortunoso un muro piacentino e poi si guadagna il 10-11. Rientra Zlatanov

Aggiornamento - Piacenza fatica in ricezione e Milano si porta subito 3-1. Zlatanov viene murato per il 4-2 dei locali, poi Kohut ferma Milushev per il 4-4. Sul 5-5 Piacenza ha l'occasione per rigiocare ma Coscione si scontra con Lampariello e commette fallo. Stesso discorso sul punto successivo, che Milushev concretizza per l'8-6

Aggiornamento - Boninfante manda out il servizio del 17-12 Lpr, poi Perrin diventa protagonista due volte per il 19-13. Ancora il canadese e poi Kohut trova l'ace del 21-13. Poi Milano cerca il guizzo e trova anche un aiuto da Piacenza, che regala il 16-21. Zlatanov in pipe firma il 23-17, Luburic chiude con il diagonale del 25-18 che manda le squadre al tie break

Aggiornamento - Patriarca protagonista in avvio di quarto set: muro e attacco per il 6-2 ospite. Il diagonale di Perrin consegna il 10-6 a Piacenza, Patriarca mura l'11-6 e ancora il canadese attacca il 12-7. Imprecisione sull'asse Coscione-Zlatanov e la palla dello schiacciatore finisce in rete per il 10-14

Aggiornamento - La pipe di Perrin vale il primo break sul 18-16, ma Milushev lo annulla con il mani-fuori del 19 pari. Baranek manda in rete il 21-20 Piacenza, Kohut potrebbe mettere a terra il 22-20 ma non chiude e Milano pareggia a 21. Muro di Sedlacek, appena entrato, per il 23-21 Lpr. Milano manda out al servizio il 24-22 Lpr. Alletti annulla il primo set point, Perrin chiude per l'1-2

Aggiornamento - Il terzo set a quota 15 non ha ancora trovato un padrone. Piacenza ha un paio di occasioni per allungare ma non le sfrutta, Milano può contare su Sbertoli in regia per Boninfante

Aggiornamento - Piacenza deve subito rincorrere, ma il muro di Kohut vale la parità a 5. Poi la pipe di Zlatanov e ancora il muro biancorosso portano gli ospiti avanti 7-5. Patriarca mura Alletti per il 10-8 e al time out tecnico l'errore di Milushev al servizio vale il 12-11 biancorosso

Aggiornamento - Il lungolinea di Luburic consegna ai biancorossi il 20-22, quindi Kohut ferma Milushev: 21-22. Skrimov manda out il 22-22 ma mette a terra il pallone successivo. Perrin riceve e attacca per la parità a 23, Milushev dalla seconda linea consegna il primo set point ai suoi annullato da una intelligente azione di Luburic. Ancora Skrimov in pipe porta in vantaggio i suoi, ma Zlatanov gioca con il muro per il 25 pari. Lo stesso capitano ha la palla del vantaggio ma la spedisce fuori, quindi Russomanno chiude il secondo set

Aggiornamento - Piacenza risale, ma quando arriva a un passo non riesce mai a raggiungere gli avversari. Così il muro su Perrin vale il 21-17 Milano; gli ospiti risalgono fino al 19-21 e Monti ferma il gioco

Aggiornamento - Milano attacca out e sarebbe il punto del 13-14, ma l'invasione di Kohut non sfugge al video check così la formazione di Monti vola 15-12. Zlatanov trascina i suoi: muro a uno e attacco per il 16-17

Aggiornamento - Piacenza parte bene nel secondo set, con Zlatanov confermato in campo e Ter Horst in panchina.Un paio di imprecisioni permettono però ai padroni di casa di risalire, fino a quando patriarca non mette a terra l'8-6 biancorosso. Ma un ace fortunoso di Alletti riporta avanti Milano 10-9. L'ace di Coscione vale l'11 pari, poi ancora il regista mette in difficoltà la ricezione di Tosi consentendo a Kohut di mettere a terra il 12-11

Aggiornamento - Skrimov in diagonale porta Milano a condurre 20-16, Piacenza ha in campo Tavares e Sedlacek come doppio cambio. Quindi didenta protagonista Perrin: muro e attacco e i biancorossi sono sotto 18-20. L'ace di Milushev su Lampariello porta avanti i padroni di casa 22-18. Skrimov manda out il 23-20 poi Kohut trova l'ace del 23-21 ed è protagonista anche del servizio che porta Piacenza 22-23. Piacenza non rigioca bene la palla del possibile 23 pari, poi Luburic sbaglia l'appoggio e Russomanno mette a terra il 25-22

Aggiornamento - Luburic al servizio suona la carica: doppio ace (uno con un fallo di Boninfante) e Piacenza è 14-16

Aggiornamento - Milano vola 12-9 con due attacchi che sfruttano il muro scomposto di Piacenza. L'Lpr si riavvicina con Luburic, poi De Togni trova l'ace che permette ai padroni di casa di volare 15-11. Ter Horst viene murato per il 16-11 e lascia il posto a Zlatanov

Punto di Patriarca, si prosegue a braccetto sul 6 pari tra le due formazioni. Fallo di Coscione, 7-6. Milano scappa 8-6, Perrin la riprende, 8-8.

Si parte colpo su colpo, 2-2, Lpr a segno con Kohut e con un muro di Ter Horst. Errore al servizio di Milano, 2-3. Attacco di Patriarca 3-3. Risponde Perrin in pipe, 3-4. Muro di Alletti su Ter Horst, Milano ora avanti 5-4.
Lpr Piacenza in campo con: Coscione, Kohut, Ter Horst, Perrin, Patriarca, Luburic, Lampariello. Si parte, Coscione al servizio

Lpr in campo a Castellanza per la prima giornata del girone di ritorno. Si affrontano Piacenza e Milano, appaiate all'ultimo posto della graduatoria: chi conquista la vittoria lascia agli avversari lo scomodo ruolo di fanalino di coda della Superlega.
Dalle 18 segui la diretta su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento