Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Lpr, quante emozioni nella sfida alla corazzata Lube

Ridurre Lube-Lpr al solo ritorno di Alberto Giuliani in casa della squadra con cui ha vinto due scudetti e due Supercoppe negli ultimi quattro anni sarebbe molto riduttivo. Logico che domenica, a partire dalle 18 (diretta live su www.sportpiacenza...

Alberto Giuliani è alla sua prima stagione sulla panchina di Piacenza
Ridurre Lube-Lpr al solo ritorno di Alberto Giuliani in casa della squadra con cui ha vinto due scudetti e due Supercoppe negli ultimi quattro anni sarebbe molto riduttivo. Logico che domenica, a partire dalle 18 (diretta live su www.sportpiacenza.it) vedere il tecnico di San Severino sulla panchina avversaria farà un certo effetto ai tifosi di Civitanova o, se i nostalgici preferiscono, Macerata. Lo stesso allenatore ha ammesso che sarà strano trovare dall’altra parte della rete giocatori del calibro di Kovar, Sabbi, Parodi, Stankovic e Podrascanin con cui ha vinto parecchio nelle ultime stagioni, ed è probabile che l’emozione, almeno un pizzico, farà inizialmente compagnia al tecnico sulla panchina di Piacenza.

SQUADRA - Giusto sottolinearlo, ma lo stesso Giuliani ha subito allontanato i riflettori dal suo ritorno, chiarendo che per non rientrare con le ossa rotte dalla trasferta marchigiana sarà fondamentale puntare sul gruppo. A livello di individualità la Lube è di gran lunga superiore, se ci si mette a fare a botte con gli avversari si corre il rischio (che arriva a un passo dalla certezza) di trovarsi stesi sul ring dopo pochi scambi. L’Lpr non vuole assolutamente salire sul palco con il ruolo della vittima, ma sa anche che conquistare punti in casa della squadra di Blengini sarà durissima. Non è un caso se i biancorossi non vincono nelle Marche addirittura dal 2009, se contiamo solo i confronti della stagione regolare.

SERENITA’ - Però c’è un aspetto sul quale Zlatanov e compagni proveranno a puntare: sono sfavoriti e non hanno nulla da perdere. La serenità giocherà nel campo dell’Lpr, che dovrà essere brava a trasformarla in un’arma importante a proprio favore. Perché giocare tranquilli non significa dare per scontata la sconfitta; questa squadra ha qualità ed esperienza per provare a spingere fuori strada gli avversari.
In settimana Piacenza ha affrontato e superato Lugano in amichevole, mettendo in mostra nuovi passi in avanti in tema di gioco contro una formazione impegnata in Champions League. Confortato anche dalla sfida agli svizzeri, Giuliani non dovrebbe avere dubbi sul sestetto da schierare in avvio, proponendo Coscione in regia, Luburic opposto, Patriarca e Kohut al centro, Zlatanov e Perrin di banda con Manià libero.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI
Dragan Stankovic (Cucine Lube Banca Marche Civitanova): “Vogliamo aprire bene anche la stagione di fronte ai nostri tifosi. Dopo la prima vittoria di Forlì è importante confermarci anche con Piacenza, certamente una buona squadra guidata da coach Giuliani, nostro allenatore nelle ultime quattro stagioni. Dunque concentrazione massima e tanto lavoro per trovare il prima possibile la giusta amalgama, oltre ai risultati”.

Alberto Giuliani (allenatore LPR Piacenza): “Per la sfida che ci attende domenica ci prepariamo lavorando duro come sempre. Arriva in anticipo, siamo all’inizio del Campionato e tutte le squadre devono trovare il loro stato di forma. Puntiamo forte sul mix fra giocatori giovani e quelli più esperti: la parola d’ordine è dare tutto in tutti gli allenamenti che si fanno. Civitanova è una delle cinque squadre favorite per lo Scudetto, è anche quella che ha cambiato di più il sestetto inserendo per esempio Juantorena, Christenson, Grebennikov, Cebulj. È una squadra piena di atleti talentuosi e il suo obiettivo non è solo quello di prevalere in Italia ma anche in Champions”.

Domenica a partire dalle 18 segui il live di Civitanova-Lpr Piacenza su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento