Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Lpr, parte la stagione del riscatto

Nelle intenzioni sarà la stagione del riscatto. Anzi, deve essere la stagione del riscatto, perché lo scenario rispetto a dodici mesi fa è totalmente cambiato. Non ci sono state corse a perdifiato per presentare documenti o inviare bonifici, la...

Marshall e Zlatanov torneranno a fare coppie in maglia biancorossa
Nelle intenzioni sarà la stagione del riscatto. Anzi, deve essere la stagione del riscatto, perché lo scenario rispetto a dodici mesi fa è totalmente cambiato. Non ci sono state corse a perdifiato per presentare documenti o inviare bonifici, la società ha potuto programmare, muovendosi per tempo e puntando sul fatto che il nome Piacenza ha ancora un buon appeal, grazie principalmente a quanto costruito in passato.

LPR RINNOVATISSIMA
Lunedì pomeriggio alle 16.45 al PalaBanca si raduna la rinnovatissima Lpr, formazione ambiziosa che ha il compito di far immediatamente dimenticare un’annata assolutamente negativa, se si eccettua la coda dei play off per l’Europa. Prima considerazione: bene chiarirsi su cosa significa il termine ambiziosa per i biancorossi. Sulla carta c’è un gruppo di squadre superiori alla rosa di Giuliani: i campioni d’Italia di Modena, la Lube, una Perugia sempre alle prese con il nodo impianti e la coppia Verona-Trento. Qualcuna sembra nettamente migliore, con altre il divario potrebbe essere ridotto in maniera considerevole nel corso del campionato. Piedi ben piantati per terra dunque e niente voli pindarici per evitare le incomprensioni causate anche lo scorso anno quando, con un’abile mossa psicologica per portare entusiasmo e convinzione in un ambiente ancora provato dai rischi di sparizione, si annunciarono traguardi che si rivelarono impossibili.

LE GARANZIE TECNICHE DEI SINGOLI
«L’ultima stagione non inciderà su quella attuale» ha chiosato Giuliani qualche settimana fa. Fondamentale sarà però partire bene, per far capire subito che in campo c’è la vera Piacenza, quella in grado di spaventare qualsiasi avversario come succedeva in passato. La formazione è totalmente rinnovata, il solo Manià era fra i titolari nell’ultima stagione e lo sarà anche nella nuova Lpr. Per il resto il gruppo comprende una rosa completa e tanti giocatori validissimi che dovranno integrarsi trovando nel minor tempo possibile la giusta quadratura. Le garanzie tecniche dei singoli non si discutono, bisognerà capire quanto tempo impiegheranno a diventare una squadra, passaggio obbligato per ottenere risultati importanti.
Fin qui analisi e parole, che da sempre condiscono e dipingono la vigilia. Da lunedì bisognerà solamente lavorare: poco meno di due mesi per prepararsi al meglio a un avvio di quelli tosti. Piacenza è pronta, adesso deve tornare a correre.

L’elenco dei convocati
Loris Manià, Aimone Alletti, Samuele Papi, Leonel Marshall, Hristo Zlatanov, Luca Tencati, Francesco Cottarelli, Simone Parodi, Viktor Yosifov, Raydel Hierrezuelo, Fernando Hernandez. Sono impegnati con le rispettive nazionali e raggiungeranno Piacena al termine delle competizioni il francese Trevor Clévenot e il greco Georgios Tzioumakas.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento