Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Lpr, con Ravenna c'è un solo risultato

Inutile adesso parlare di crescita, gioco e amalgama: contro Ravenna l’Lpr deve avere in testa solamente la vittoria. Come arriva conta poco, può essere al termine di una gara sofferta o di una passeggiata, l’unica cosa certa è che i...

Loris Manià in ricezione

Inutile adesso parlare di crescita, gioco e amalgama: contro Ravenna l’Lpr deve avere in testa solamente la vittoria. Come arriva conta poco, può essere al termine di una gara sofferta o di una passeggiata, l’unica cosa certa è che i biancorossi devono uscire dal campo con i tre punti in tasca. Che la qualificazione alla Coppa Italia (riservata alle prime otto al termine dell’andata) passasse dalle gare casalinghe si sapeva dal giorno in cui a Bologna si era alzato il velo sul nuovo campionato; la sconfitta con Padova, che solo a Piacenza è riuscita a muovere la propria classifica, ha evidenziato ulteriormente quanto sia importante non perdere terreno negli incontri del PalaBanca.

FUTURO - La Cmc ha una lunghezza in più della formazione di Giuliani e proprio i prossimi due confronti casalinghi con i romagnoli e Monza faranno capire se davvero l’Lpr avrà buone possibilità di entrare nelle prime otto al termine della fase ascendente del torneo. Ravenna ha avuto un cammino simile a quello degli emiliani: una sola gara vinta (proprio con Monza) e quattro sconfitte, di cui tre arrivate contro le corazzate Civitanova, Perugia e Trento. In amichevole, poco prima che iniziasse la Superlega, i biancorossi hanno superato due volte gli avversari, ma domenica in palio ci saranno punti veri e la gara non sarà uno dei tanti esperimenti precampionato in cui il risultato non conta nulla.

SUPERIORI - «Siamo reduci da quattro sconfitte consecutive - spiega Loris Manià, libero biancorosso - e non possiamo permetterci ulteriori passi falsi. Con Ravenna bisogna vincere e dobbiamo dimostrare di essere superiori».
Anche se in Superlega non esistono gare semplici e ogni confronto presenta delle difficoltà: «Se partiamo convinti di avere già battuto i nostri avversari è la volta buona che finisce male. Tutto gli incontri quest’anno sono equilibrati e l’attenzione deve essere sempre al massimo».
La gara di Verona ha detto che Piacenza è in crescita rispetto alla pessima prova contro Trento. Ma quale dovrà essere il segreto dell’Lpr per vincere l’incontro di domenica? La ricetta di Manià è molto semplice: «Dovremo fare tutto bene, giocare come sappiamo e soprattutto mettere in campo la pallavolo che mostriamo in allenamento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento