Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Lpr, con la Lube cerca l'impresa come nel 2014

Facciamo un passo indietro, anzi due: 23 gennaio 2014, ritorno dei play off a 12 di Champions League. Piacenza ospita Macerata, che all’andata ha battuto i biancorossi 3-0. L’allora Copra con Simon, Le Roux (miglior marcatore con 13...

Hristo Zlatanov, uno dei protagonisti dell'ultima vittoria di Piacenza contro la Lube

Facciamo un passo indietro, anzi due: 23 gennaio 2014, ritorno dei play off a 12 di Champions League. Piacenza ospita Macerata, che all’andata ha battuto i biancorossi 3-0. L’allora Copra con Simon, Le Roux (miglior marcatore con 13 punti), Papi e Zlatanov restituisce la scoppola subita in trasferta e vince anche un incredibile tie break eliminando gli avversari dalla corsa europea.
Uno dei successi più emozionanti nella storia recente dei biancorossi, l’ultimo conquistato contro la Lube (allora allenata da Giuliani) che nei cinque scontri diretti successivi ha sempre battuto Piacenza. Altri tempi, altre squadre, con l’Lpr che inaugura il 2016 ospitando da penultima in classifica la seconda forza del campionato (domenica al PalaBanca, fischio d’inizio alle 18). Guardando la graduatoria non dovrebbe esserci partita: i marchigiani in questa stagione hanno perso solamente 2 gare, contro le 10 di una Piacenza che è tornata alla vittoria prima della pausa faticando in casa del fanalino di coda Milano.

CAMBIO - Durante la pausa natalizia i muscoli degli emiliani sono passati sotto la cura di Carlos De Lellis, sarà stato sufficiente per ritrovare una discreta brillantezza? Di certo Giuliani non ha potuto lavorare con la squadra al completo se non negli ultimissimi giorni, visto che Luburic e Perrin sono stati impegnati con le rispettive nazionali, ma questo è un problema a cui in parte ha dovuto far fronte anche il suo collega Blengini. La Lube a metà settimana ha superato senza grossi problemi Latina, qualificandosi per la Final four di Coppa Italia, togliendosi di dosso qualche ruggine provocata dalla lunga sosta e fugando i dubbi sulle condizioni di Juantorena, alle prese con un problema alla spalla ma sempre decisivo. I pronostici sono tutti dalla parte dei marchigiani, ma l’Lpr oltre a dimostrare di avere fatto passi in avanti sul piano del gioco e del carattere dovrà anche provare a impensierire gli avversari. Il girone di ritorno propone in casa una serie di scontri da brividi, contro tutte le primissime della graduatoria, ma se la formazione di Giuliani non vuole essere esclusa dalla lotta per i play off ben prima che i giochi entrino nel vivo dovrà cercare di fare lo sgambetto anche a qualche big.

INCOGNITE - In tema di formazione, da capire chi il tecnico utilizzerà come schiacciatori di palla alta. Luburic è arrivato a metà settimana e si è allenato poco con i compagni, partirà lui titolare oppure come nelle ultime amichevoli toccherà a Ter Horst iniziare in diagonale a Coscione? Una scelta che inciderà anche sul posto quattro: Perrin dovrebbe essere sicuro di iniziare la gara, mentre Zlatanov potrebbe giocarsela con l’olandese se Thijs venisse utilizzato anche in ricezione. Sicuri del posto dovrebbero essere, oltre a Coscione, i centrali Patriarca e Kohut, mentre Lampariello sarà il libero con un possibile aiuto di Papi in ricezione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

Torna su
SportPiacenza è in caricamento