Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Lpr autoritaria: 3-0 a Ravenna. VIDEO

Solida, autoritaria, attenta: per oltre tre quarti di partita Piacenza mostra il completo migliore, quello tenuto in naftalina da utilizzare nelle serate di gala. Poi si distrae qualche istante nel finale, quando ormai l’incontro con Ravenna...

Volley - Lpr autoritaria: 3-0 a Ravenna. VIDEO - 1


Solida, autoritaria, attenta: per oltre tre quarti di partita Piacenza mostra il completo migliore, quello tenuto in naftalina da utilizzare nelle serate di gala. Poi si distrae qualche istante nel finale, quando ormai l’incontro con Ravenna sembra segnato: rischiano qualcosina i biancorossi, ma quando alzano gli occhi e vedono sul tabellone luminoso che gli ospiti potrebbero allungare la partita trovano il colpo di reni conclusivo. Ci vogliono solo 69 minuti per chiudere la pratica Bunge, regalando ai tifosi un 3-0 casalingo che mancava dalla prima giornata dello scorso campionato. E per la prima volta i sostenitori di Piacenza hanno il tempo di andare a cena a un orario decente con il sorriso sulle labbra.

I MERITI DI PIACENZA E DI UN SUPER PAPI
Gli avversari sono privi di capitan Lyneel, ma per una serata si dimostrano davvero poca cosa. Probabilmente tutto merito di Piacenza, perché solo quattro giorni fa i romagnoli avevano fatto sudare oltre il previsto la Lube Civitanova. Invece al PalaBanca in campo si vede solo la squadra di Giuliani, nonostante ancora una volta l’infermeria sia piena e il tecnico non abbia praticamente alternative. Zlatanov è inutilizzabile e non effettua il riscaldamento completo, Tzioumakas non è nemmeno in panchina, mentre Manià indossa la divisa da libero ma è bloccato da uno strappo, così in campo lo specialista della seconda linea è Samuele Papi. O’ Fenomeno si merita gli applausi prima, durante e dopo la gara: viene premiato all’ingresso in campo per il traguardo delle 800 partite giocate fra campionato e Coppa Italia, riceve con percentuali eccellenti e nel terzo set piazza anche due difese al limite dell’impossibile (nella prima, a una mano, rischia di schiantarsi contro il tavolo del segnapunti), poi ottiene il riconoscimento come miglior giocatore dell’incontro. Insomma, niente di nuovo: rimane un perno di questa Piacenza anche se ovviamente non può essere sempre in campo come qualche anno fa.

LA GIORNATA DELLA SQUADRA
Vince con il gruppo l’Lpr, perché oltre a Papi può contare nel primo set sul solito implacabile Hernandez, immarcabile per tutta la fase iniziale della gara. Quando il cubano inizia a calare (dopo sei partite non supera quota 20, si ferma “solo” a 17) ci pensa un implacabile Leo Marshall a salire in cattedra. Lo schiacciatore resta inizialmente in secondo piano, quindi sale di tono e diventa grande protagonista del successo biancorosso. Non è finita, perché Hierrezuelo fa venire il mal di testa al muro di Ravenna con i suoi attacchi di seconda intenzione (nel finale addirittura esagera), Tencati si conferma in crescita in attacco mentre Clevenot e Alletti rappresentano le solite certezze.

Finalmente sembra di essere tornati a qualche anno fa, quando il pubblico arrivava a un passo dall’annoiarsi per la superiorità di Piacenza. Adesso, dopo due stagioni di stenti, questi netti successi si godono maggiormente. E giovedì arriva Trento, la formazione più in forma del momento, l’unica imbattuta in Superlega. Un esame tostissimo, l’obiettivo dell’Lpr deve essere innanzitutto quello di recuperare il maggior numero possibile di protagonisti per giocarsela al meglio contro gli avversari più difficili. Poi i biancorossi potranno divertirsi.

PIACENZA – RAVENNA 3-0
(25-19, 25-18, 25-23)
LPR PIACENZA: Clevenot 9, Tencati 6, Hernandez 17, Marshall 12, Alletti 4, Hierrezuelo 7; Papi (L), Cottarelli. Ne: Parodi, Manià (L), Zlatanov e Yosifov. All. Giuliani
BUNGE RAVENNA: Van Garderen 5, Bossi 3, Spirito 2, Grozdanov 11, Ricci 7, Torres 13; Goi (L), Marchini (L), Kaminski 1, Calarco 1, Raffaelli 1. Ne: Leoni. All. Soli
ARBITRI: Gnani e Pasquali
NOTE: Spettatori 2500, incasso 12000. Durata set: 22’, 23’, 24’; tot. 69’.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Piacenza sbaglia un paio di palloni e Ravenna risale fino al 18-21. Tencati viene murato per il 19-22, quindi ci pensa Marshall con il mani e fuori del 22-19. Pallonetto di Torres e Ravenna è a meno 1: 22-21. Poi il portoricano spedisce fuori il servizio del 23-21 Piacenza, in rete anche la battuta di Hernandez per il 23-22. Marshall trova il 24-22 poi Hierrezuelo viene murato: 24-23. Chiude Clevenot con il 25-23.

Aggiornamento - L'invasione di Ravenna regala il 17-12 a Piacenza, la pipe di Marshall segna il 19-14 sul tabellone, la veloce di Tencati il 20-15

Aggiornamento - Spirito sbaglia il servizio del 7-6 Lpr, Tencati attacca l'8-6. Poi l'invasione di Ravenna costringe SOli a chiamare il tempo con Piacenza avanti 9-6. Ace di Clevenot per il 12-8

Aggiornamento - La pipe di Clevenot finisce a terra con Piacenza avanti 21-14, Marshall gioca sul muro per il 22-14. Marshall conquista il primo set point e poi conclude con la diagonale del 25-18

Aggiornamento - Muro di Hernandez, Piacenza conduce 11-5, quindi Clevenot manda fuori il servizio dell'11-6 Lpr. Hierrezuelo di seconda intenzione firme il 15-9 e si ripete per il 18-12

Aggiornamento - Piacenza parte alla grande e si porta immediatamente 6-2 con le battute di Hernandez. Quando Grodzanov spedisce out la battuta l'Lpr è avanti 7-3

Aggiornamento - La veloce di Tencati vale il 21-16 Lpr, poi un'invasione consegna il 22-16 a Piacenza. I biancorossi volano 23-17, poi Ravenna risale fio al 19-23 e Giuliani ferma il gioco. Marshall guadagna il primo set point subito sfruttato con il muro di Alletti del 25-19

Aggiornamento - Bossi manda out il 18-14 Piacenza, Van Garderen spedisce in rete il 19-14 Lpr

Aggiornamento - Ravenna risale con il muro: fermati Marshall e Hernandez per l'11-11. Poi i due cubani trovano il mani e fuori e l'ace del 13-11

Aggiornamento - Due muri di Hierrezuelo permettono a Piacenza di guadagnare il primo break, poi Hernandez spedisce a terra il 7-4. Ancora Hierrezuelo attacca di prima intenzione e mette a terra l'8-4

Aggiornamento - Giuliani ripropone la formazione consueta, giocano Hierrezuelo in regia, Hernandez opposto, Alletti e Tencati al centro, Marshall e Clevenot di banda. La novità è Papi nel ruolo di libero insieme a Manià. Proprio Samuele, premiato per le 800 gare giocate fra campionato e Coppa Italia, scende subito in campo

Lpr in campo al PalaBanca per riprendere la corsa dopo lo stop di Vibo. I biancorossi affrontano Ravenna: obiettivo vittoria per cercare di «spezzare la classifica» come ha dichiarato capitan Hristo Zlatanov alla vigilia.
Dalle 18.00 segui la diretta su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

  • Risultati e classifiche di Juniores, Allievi e Giovanissimi. Il Dpcm chiude i campionati Provinciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento