menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Lpr attualmente è al penultimo posto in classifica

L'Lpr attualmente è al penultimo posto in classifica

Volley - Lpr, adesso o mai più

Adesso o mai più. Difficilmente ci saranno prove di appello, a meno di non puntare sui miracoli, e se vuole davvero sperare nel traguardo (comunque difficilissimo) dei play off, l’Lpr è obbligata a vincere. La sfida con Padova in programma lunedì...

Adesso o mai più. Difficilmente ci saranno prove di appello, a meno di non puntare sui miracoli, e se vuole davvero sperare nel traguardo (comunque difficilissimo) dei play off, l’Lpr è obbligata a vincere. La sfida con Padova in programma lunedì alle 20.30 alla Kioene Arena è probabilmente l’ultima occasione che ha Piacenza di rilanciarsi. Un successo servirebbe da trampolino per le successive tre gare in cui i biancorossi affronteranno Trento e Verona in casa quindi Ravenna in trasferta e che diranno molto sul futuro della squadra. «Da adesso ogni gara è una finale» ha dichiarato Zlatanov e se fra venti giorni i ragazzi di Giuliani saranno ancora così distanti dalle prime otto potranno salutare i play off e concentrarsi sugli spareggi per la Challenge Cup, in caso contrario dovranno tentare il tutto per tutto nella volata finale.

MIGLIORAMENTI - Domenica scorsa l’Lpr ha mostrato passi in avanti nella sfida con la corazzata Lube, uscendo dal campo fra gli applausi del pubblico. Però non è arrivato nemmeno un punto e considerata la situazione in classifica dei biancorossi diventa fondamentale capitalizzare il più possibile. Padova è sicuramente una formazione sulla carta più abbordabile, ma nell’ultimo appuntamento ha dimostrato di essere in buona forma costringendo al tie break una Trento che nell’anticipo dell’ultima giornata ha asfaltato Perugia. Tradotto: sarà una battaglia ma Piacenza non ha alternative e deve assolutamente uscire dal campo con una vittoria.


DUBBI - La sfida di domenica scorsa ha dato qualche certezza in più a Giuliani, che di fatto sembra avere un solo dubbio di formazione. Alla fine della gara il tecnico ha dichiarato apertamente di non essere soddisfatto del rendimento di Luburic, in evidente difficoltà contro la Lube. E diventa molto complicato per una squadra che attualmente ha pochissime certezze non poter fare affidamento su un opposto in grado di mettere a terra un buon numero di palloni. In settimana il serbo avrà convinto il tecnico a dargli una nuova opportunità oppure da titolare scenderà in campo Ter Horst? Per il resto la formazione sembra fatta: Coscione in palleggio, Patriarca e Kohut centrali, Perrin e Zlatanov di banda con Lampariello e Papi liberi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento