Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Le pagelle: Luburic su tutti

Appena terminata la gara Giuliani vola negli spogliatoi, dove rimarrà a lungo chiuso con il presidente Molinaroli e il presidente onorario Pighi ad analizzare la situazione della squadra. Così a rispondere alle domande...

Il muro di Kohut e Luburic con Ravenna (f. legavolley.it)


Appena terminata la gara Giuliani vola negli spogliatoi, dove rimarrà a lungo chiuso con il presidente Molinaroli e il presidente onorario Pighi ad analizzare la situazione della squadra. Così a rispondere alle domande sull’incontro con Ravenna arriva il secondo allenatore Camperi: la motivazione ufficiale è che la riunione sta proseguendo, l’impressione invece (ma si tratta di sensazioni) è che Giuliani ritenga più opportuno non dire quello che pensa in questo momento. Così tocca a Camperi porre l’indice su una battuta deficitaria e sulla mancanza di reazione della squadra in una serata nera.
Le pagelle
Coscione 6: vicino ha giocatori che entrano e escono come se si fosse nella sala d’attesa di una stazione. Luburic è l’unico terminale certo, lui lo sfrutta bene, ma qualche volta pecca in precisione. In battuta soprattutto nelle prime due frazioni è positivo
Luburic 7+: a tratti attacca solo lui, mentre il muro lo aspetta con le mani ben piazzate sopra la rete. Per quasi un set e mezzo è perfetto, poi rimane comunque su livelli altissimi. Il voto sarebbe ancora più alto se non sbagliasse troppo al servizio
Tencati 5+: parte in panchina, entra perché il muro balbetta e resta in campo tutto il terzo set. Ma incide poco
Kohut 5: non funziona in attacco, non va bene neppure al servizio. L’impressione, soprattutto in battuta, è che non trovi la tranquillità giusta per un minimo di continuità
Patriarca 5+: sempre il giocatore più grintoso, ma incide solo in attacco. Servizio e muro sono da dimenticare
Zlatanov 5: parte così così, poi peggiora. Da lui ci si attende molto di più, soprattutto che diventi il trascinatore della squadra nei momenti di difficoltà. Non ci riesce e finisce in panchina
Perrin 6: uno dei pochi che complessivamente fa tutto in modo discreto. Pochi guizzi, ma il rendimento complessivo è sufficiente in una formazione in cui il livello cala in modo preoccupante dopo il primo set
Manià 5,5: con una squadra che fatica così tanto a muro diventa difficile giocare in seconda linea. Non è solamente colpa sua, però Loris non riesce a dare la carica a tutto il reparto
Ter Horst 5,5: in campo per pochissimo, fa in tempo a mostrarsi positivo in attacco, mentre la battuta è da dimenticare. Forse meriterebbe un po’ più di spazio
Sedlacek 6: a sorpresa chiamato in causa nel finale di quarto set, parte subendo un muro ma non si abbatte e mostra di potersela giocare
Papi sv

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento