menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il muro di Le Roux, Ostapenko e Papi (f. legavolley.it)

Il muro di Le Roux, Ostapenko e Papi (f. legavolley.it)

Volley - Le pagelle: Le Roux ancora una volta è il migliore

Le pagelle di Piacenza-Ravenna, terminata con il successo 3-1 degli ospiti, capaci di espugnare il PalaBanca all'esordio in campionato. Vermiglio 6: la ricezione non lo aiuta, lui fa quello che può appoggiandosi al solito eccellente...


Le pagelle di Piacenza-Ravenna, terminata con il successo 3-1 degli ospiti, capaci di espugnare il PalaBanca all'esordio in campionato.
Vermiglio 6: la ricezione non lo aiuta, lui fa quello che può appoggiandosi al solito eccellente Le Roux. E’ bravo quando trova soluzioni alternative per Zlatanov: in difficoltà a rete lo serve con continuità in pipe trovando discrete risposte.
Le Roux 7,5: ancora una volta il migliore, quello su cui la squadra si appoggia a lungo, il più concreto in attacco, attento anche a muro. Se cresce ancora un po’ al servizio diventa devastante. Da applausi a inizio secondo set la doppia difesa con successivo punto dalla seconda linea
Ostapenko 5,5: al servizio (soprattutto in avvio) fa molto male agli avversari, ma è l’unica nota veramente positiva della serata. A muro fatica parecchio e anche in attacco da un giocatore del suo calibro ci si attende ben più del compitino. Probabilmente per farlo crescere tranquillo è meglio dimenticare paragoni con chi l’ha preceduto dandogli il tempo giusto per capire il campionato italiano
Kohut 5,5: rispetto al suo omologo risponde un po’ meglio in attacco senza però avere grandi risposte al servizio, dove è in cerca di continuità
Papi 7: è dappertutto. In ricezione (ma ormai si dà per scontato), in difesa e, visto che serve, anche in attacco. Pure quando la squadra non passa quasi mai lui mette palla a terra. Unica pecca, che non dipende dalla sua volontà, è sfruttato pochissimo
Zlatanov 5: la partenza è pessima, sia in ricezione sia in attacco. Poi si appiglia al muro e alla pipe per crescere, ma in sostanza è una giornata da dimenticare in tutti i fondamentali eccetto il muro
Mario Junior 5,5: a pesare sul giudizio è soprattutto l’errore decisivo sul set point di Ravenna nel primo set. Per il resto fa quello che deve, ma da un libero del suo calibro ci si aspetta che diventi presto il direttore d’orchestra della seconda linea, non che si limiti esclusivamente a coprire la propria zona
Massari 6: buttato in campo a freddo nel marasma del finale di terzo set commette un errore pesante ma comunque giustificabile considerato che avrebbe dovuto trovare spazio un po’ prima. Titolare nella quarta frazione mette a terra i palloni che qualche suo compagno segna a tabellino in tutta la gara
Tencati sv: troppo poco in campo per essere giudicato. Come martedì scorso, visto il rendimento dei centrali a muro, forse meriterebbe di trovare qualche spazio in più

Marra sv: entra in difesa solamente nella quarta frazione
Tavares sv: un paio di apparizioni al servizio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento