menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ter Horst in attacco con Modena

Ter Horst in attacco con Modena

Volley - L'Lpr dura solo un set con Modena

Ancora una volta Piacenza dura un set e mezzo. In alcune occasioni è capitato qualcosa in più, a volte un pochino meno, ma sembra che al momento nelle batterie biancorosse ci sia energia per meno di due parziali. Problema fisico o...


Ancora una volta Piacenza dura un set e mezzo. In alcune occasioni è capitato qualcosa in più, a volte un pochino meno, ma sembra che al momento nelle batterie biancorosse ci sia energia per meno di due parziali. Problema fisico o mentale? Difficile da capire, perché ci sarà anche un calo atletico, ma è innegabile che l’Lpr sia incapace di reagire alla prima difficoltà. O meglio, a Modena lo fa quando l’arbitro vuole recitare un ruolo primario e con le squadre appaiate nella seconda frazione assegna prima un cartellino giallo e poi un rosso alla panchina di Piacenza. E’ l’unico momento in cui la formazione di Giuliani recupera, salvo poi spegnersi definitivamente a metà set per non riaccendersi più. A rendere ancora più complessa l’analisi c’è che il calo coincide con un crollo del servizio, fondamentale in cui i biancorossi partono bene salvo poi scendere a livelli ben al di sotto dell’accettabile.

CAMBI - C’è Ter Horst al posto di Zlatanov nel sestetto, nemmeno troppo a sorpresa, ma soprattutto in campo nei primi scambi l’Lpr è una squadra completamente diversa rispetto a quella timorosa e inconcludente delle sfide casalinghe con Padova e Ravenna. Funzionano, e alla grande, i due fondamentali messi sotto accusa in questa prima fase di campionato. La battuta crea grossi problemi alla ricezione ospite e il muro è attentissimo a fermare gli attacchi di una Modena partita senza Ngapeth ma costretta a inserire il francese a gara in corso per i problemi in ricezione di Nikic. Luburic è scatenato e con il servizio spacca in due il parziale trovando il vantaggio che la formazione di Lorenzetti non riesce più a colmare.
E’ una Piacenza spumeggiante e la rimane anche in avvio di seconda frazione. Poi anche l’arbitro Cipolla vuole diventare protagonista. Prima mostra un giallo a Camperi, secondo allenatore, pochi istanti dopo alza anche il rosso verso la panchina dell’Lpr punendo Cottarelli e ragalando un punto a Modena che si porta a condurre 9-8. I biancorossi sono bravi a rimanere calmi e Ter Horst trova il mani-fuori della parità a 15. A questo punto la squadra di Giuliani commette un paio di errori evitabili e si affloscia sul servizio di Piano per il 19-15 che di fatto decide la seconda frazione.

BUIO - La luce che ha iniziato ad affievolirsi a metà secondo set si spegne definitivamente nel terzo. Perrin è in una serata da dimenticare soprattutto in attacco (con l’eccezione del secondo parziale) e lascia spazio a Zlatanov, ma la frazione è già decisa prima ancora di iniziare. Tornano a galla i difetti consueti, a partire da un servizio che solo mezz’ora prima era buono e diventa falloso e inconsistente. E come è ormai abitudine, alla prima difficoltà i biancorossi alzano le mani e lasciano passare il treno avversario senza nemmeno provare a mostrare la paletta rossa. Il quarto set è molto simile, solo leggermente più equilibrato ma mai in dubbio.
Così arriva la sesta sconfitta consecutiva, la situazione è sempre più pesante e per trovare i punti chiesti dalla società rimane solamente l’occasione di martedì contro Monza. La sfida con Modena ha mostrato qualche timido passo in avanti, ne serviranno di ben più consistenti per iniziare a muovere la classifica.

DHL MODENA - LPR PIACENZA 3-1 (20-25, 25-20, 25-16, 25-17)
DHL MODENA: Mossa De Rezende 3, Donadio (L), Petric 22, Rossini (L), Ngapeth 10, Nikic, Piano 7, Saatkamp 11, Vettori 11. Non entrati Soli, Casadei, Sartoretti, Sighinolfi. All. Lorenzetti
LPR PIACENZA: Manià (L), Coscione 3, Kohut 8, Ter Horst 15, Perrin 5, Papi 2, Sedlacek, Patriarca 7, Zlatanov, Luburic 17, Tavares Rodrigues. Non entrati Tencati, Cottarelli. All. Giuliani
ARBITRI: Cipolla, Santi
NOTE - Spettatori 2900, incasso 23000, durata set: 26', 25', 23', 23'; tot: 97'.



La gara punto a punto
Aggiornamento - Modena ci mette anche del suo: spettacolare difesa di piede di Rossini e poi Vettori chiude il punto del 20-14. Dentro Tavares per il servizio ma la sua jump float finisce fuori: 21-15, poi Ngapeth mette a terra il 25-17.

Aggiornamento - Papi sostituisce Perrin e rimane in campo anche in prima linea trovando il diagonale del 13-16. Poi Ngapeth gioca sul muro piazzato dei biancorossi trovando il 17-13

Aggiornamento - Il solito Luburic tiene in partita Piacenza con l'attacco del 5-6, poi Kohut, sparito dal campo nel terzo set, mette a terra il 6-6. Il diagonale di Ter Horst sarebbe il punto dell'8-9, ma l'arbitro vede un tocco a rete dell'olandese prima che la palla tocchi terra. Poi ancora ace di Piano e Modena conduce 12-8

Aggiornamento - Zlatanov manda in rete il servizio del 20-13 Modena, poi lo stesso capitano subisce l'ace del 23-15 per mano di Petric e lascia nuovamente spazio a Perrin. Luburic manda in rete il servizio, poi chiude Bruno in attacco per il 25-16

Aggiornamento - Sul 13-7 Modena entra Zlatanov per un Perrin in grande difficoltà. Ace di Petric per il 14-7. Piacenza va in grossa difficoltà in ricezione e Ngapeth mette a terra il 16-9

Aggiornamento - Perrin conferma la serata non eccezionale in attacco e subisce un muro che lancia Modena al termine di un'azione spettacolare. Poi ancora Perrin prova a recuperare un pallone ma viene ostacolato da un addetto alle pulizie e i padroni di casa sono avanti 8-4. Modena mantiene il vantaggio e Petric mette a terra l'ace del 12-7

Aggiornamento - Piacenza alza le mani e subisce il 21-16 con il servizio di Vettori. Chiude Petric per il 25-20

Aggiornamento - A metà set le squadre sono ancora appaiate: Ter Horst trova il mani-fuori del 15 pari. Ma Vettori e un muro di Petric su Luburic portano Modena a condurre 17-15. Piacenza si spegne: altro errore di Luburic e ace di Piano per il 19-15 che costringe Giuliani a chiamare il nuovo time out

Aggiornamento - Piacenza parte ancora meglio, Modena riesce a recuperare su un errore di Coscione ma Luburic trova il 7-6. Poi Cipolla diventa protagonista e prima assegna un giallo a Camperi, poi un rosso alla panchina di Piacenza regalando il 9-8 Modena. Perrin mura Bruno per l'11-11 poi Ter Horst manda out il servizio regalando il 12-11

Aggiornamento - Ancora Luburic per il 21-18, poi Coscione piazza l'ace del 22-18 e N'gapeth manda out l'attacco successivo e il servizio del 24-19. Chiude uno scatenato Luburic per il 25-20

Aggiornamento - Luburic scatenato al servizio: ace diretto e altro mezzo punto portano l'Lpr avanti 17-15. Ancora l'opposto in attacco trova il 19-16, Modena inserisce N'gapeth, Patriarca mette a terra il 20-17

Aggiornamento - Battuta e soprattutto muro, i due grandi imputati di questo avvio di stagione, funzionano bene e proprio Kohut ferma gli attacchi di Modena per il 13-12 Lpr

Aggiornamento - Modena risale e sull'8-7 Giuliani ha già utilizzato le due possibilità con il video check, entrambe errate. Poi Vettori mura Perrin, in difficoltà in avvio, e i padroni di casa volano 10-7 con Giuliani che ferma il gioco. Poi un ace di Coscione e due muri, di Kohut e Luburic, valgono la parità a 11 prima che Vettori mandi le squadre allo stop tecnico

Aggiornamento - La serie al servizio di Luburic permette a Piacenza di partire bene: il serbo mette in difficoltà la ricezione avversaria e Ter Horst trova il punto del 6-4

Erano attese sorprese dopo la sconfitta di domenica con Ravenna e infatti Giuliani lascia in panchina Zlatanov inserendo Ter Horst nel sestetto. Giocano Coscione in regia, Luburic opposto, Kohut e Patriarca centrali, Perrin è l'altra banda con Manià libero

Iniziato il riscaldamento a Modena, dove l'Lpr reduce da cinque sconfitte consecutive affronta i padroni di casa attualmente al secondo posto in graduatoria.


Dal nostro inviato a Modena

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento