Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Incredibile Lpr, vittoria 3-2 a Molfetta

Su una cosa adesso non ci sono dubbi: questa Lpr ha carattere. Lo si capisce quando a Molfetta, sotto 2-0 e 15-11 dopo aver giocato a tratti malino e in altri momenti proprio male, dirotta una partita che stava atterrando nella casa dell’Exprivia...

La gioia dei biancorossi, a Molfetta in completa tenuta nera, dopo il successo in casa dell'Exprivia
Su una cosa adesso non ci sono dubbi: questa Lpr ha carattere. Lo si capisce quando a Molfetta, sotto 2-0 e 15-11 dopo aver giocato a tratti malino e in altri momenti proprio male, dirotta una partita che stava atterrando nella casa dell’Exprivia e la trascina nell’aeroporto biancorosso. Non è finita: avanti 4-1 al tie break, dopo aver dominato la quarta frazione, Piacenza paga un attimo di sbandamento in ricezione (fondamentale peraltro in difficoltà per quasi tutta la gara), viene raggiunta e superata, tanto che i padroni di casa hanno anche a disposizione due match point. Situazione identica a domenica scorsa contro Verona, quattro palle della partita annullate in tre giorni, sintomo evidente che gli attributi della formazione di Giuliani sono giusti. Quell’aspetto è sistemato, adesso bisognerà lavorare tecnicamente e tatticamente perché la squadra non ha certamente giocato una partita perfetta; ma vincere in un campo bollente come il PalaPoli dopo essere stati a un passo, forse anche meno, dal baratro, è un segnale importante.

Poi, è chiaro, ci vuole anche un pizzico di fortuna. A Piacenza capita quando sulla palla decisiva del quinto set si trova la rotazione che prevede al servizio Fernando Hernandez. Fischiato dai suoi ex tifosi (al contrario di un applauditissimo Hierrezuelo) fin da prima del via, Hernandez si presenta dietro la linea dei nove metri e utilizza le bordate di fischi come trampolino da cui lanciarsi per poi sparare la bordata che vale l’ace del pareggio. Piccola premessa: nel corso della gara dal servizio erano arrivati 7 errori, molti dei quali proprio nelle rotazioni precedenti. Ma nel momento decisivo non si può sbagliare, così arriva l’unica battuta vincente della sua gara condita da 21 punti. Sono questi aspetti che indicano le qualità di un giocatore. E forse uno come Hernandez non andrebbe mai fischiato, perché è capace di trasformare il disappunto avversario in carburante per rendere il suo motore ancora più efficiente.
E non è un caso neppure che la gara venga chiusa da Aimone Alletti, centrale piacentino che da inizio campionato sta giocando a livelli da urlo, capace anche a Molfetta di attaccare con l’86 per cento e di mettere terra 4 muri. Gli avversari sanno che oltre al trio cubano e a Clevenot devono controllare con grande attenzione pure lui.

La bella vittoria in rimonta porta nuovo entusiasmo in casa biancorossa, perché il terreno di Molfetta è fra i più caldi di tutta la Superlega e proprio alla vigilia il presidente Molinaroli aveva dichiarato che avrebbe firmato per arrivare a giocarsi il tie break. Giusto festeggiare, ma Giuliani sa bene che l’Lpr attuale è ancora lontana dal traguardo di gioco che il tecnico si è posto. Al di là dell’aspetto tecnico questa formazione deve essere ancora più cinica, evitare errori marchiani come quello commesso a fine primo set che forse ha impedito di uscire dal campo addirittura con il bottino pieno. Piacenza sotto 20-19 ma in rimonta, servizio del solito Hernandez, la ricezione non tiene e la palla torna nel campo biancorosso. L’occasione ideale, una free ball per pareggiare i conti, invece i giocatori si guardano e la sfera cade incredibilmente nei nove metri degli emiliani.

L’impressione è che contrariamente a quanto successo tre giorni fa contro Verona, stavolta l’Lpr (con Papi inizialmente titolare e Clevenot in panchina) abbia impiegato un po’ più del dovuto a carburare con la formazione giusta. E’ bene che i giocatori si abituino il prima possibile, perché sarà così fino al termine del campionato e queste continue modifiche dovranno diventare l’arma in più di Piacenza. Che intanto festeggia e dopo quasi due anni torna a vincere due gare consecutive in regular season. L’ultima volta era stato il 14 dicembre 2014 proprio contro Molfetta, dopo aver superato Latina in trasferta la settimana precedente. Ma questa squadra può iniziare a scrivere un’altra storia.

EXPRIVIA MOLFETTA - LPR PIACENZA 2-3
(25-22, 25-18, 22-25, 14-25, 14-16)
EXPRIVIA MOLFETTA: Polo 11, Jimenez, Partenio 1, Del Vecchio, De Barros Ferreira 14, Pontes Veloso 1, Olteanu 6, Sabbi 24, De Pandis (L), Hendriks, Ropret, Di Martino 12. Non entrati Vitelli, Porcelli. All. Di Pinto
LPR PIACENZA: Manià (L), Parodi (L), Alletti 10, Papi 2, Marshall 10, Zlatanov 1, Yosifov 3, Tencati 2, Hierrezuelo 8, Hernandez Ramos 21, Clevenot 14, Cottarelli. Non entrati Tzioumakas. All. Giuliani. ARBITRI: Rapisarda, Zanussi
NOTE - Spettatori 1891, incasso 5529, durata set: 24', 22', 30', 22', 24'; tot: 122'.

Aggiornamento - Di Martino per il 12-10, Giuliani ferma il gioco. Invasione di Molfetta e Piacenza risale 11-12. Ancora Sabbi, immarcabile per il 13-11. Lo stesso opposto attacca, l'arbitro non vede e chiede direttamente il video check. Palla out: 13-12. Dentro Cottarelli al servizio e Yosifov per Marshall con l'obiettivo di alzare il muro, ma Polo trova il 14-12. Sabbi batte in rete: 14-13. Ace di Hernandez fra i fischi per il 14-14. Sabbi spedisce out il 15-14 Piacenza, il muro di Alletti chiude 16-14.

Aggiornamento - Miracolo di Sabbi e Molfetta vola 10-8. Alletti accorcia le distanze in veloce: 9-10. Invasione di Piacenza (l'ennesima) e l'Exprivia si porta 11-9, poi Tencati mette a terra il meno 1

Aggiornamento - Tencati manda in rete il servizio del 7-6 Molfetta, Marshall mette a terra il diagonale del pareggio. Out la battuta di Hernandez: 8-7 Exprivia. Poi Sabbi trova il mani e fuori regalando il 9-7 ai padroni di casa

Aggiornamento - Ace di Joao Raphael su Parodi e arriva il 4-4. Poi arriva l'errore al servizio e Piacenza torna avanti. Ancora una mancata copertura dell'Lpr su un attacco di Marshall e Molfetta si porta 6-5. Poi lo stesso Marshall pareggia

Aggiornamento - Un servizio di Alletti e un attacco di Hernandez portano Piacenza avanti 2-1, poi Molfetta manda out il 3-1 e il video check consegna il 4-1 all'Lpr

Aggiornamento - Alletti in veloce mette terra il 17-11, poi ancora il centrale a muro regala il 18-11 a Piacenza. Lo imita Clevenot: 20-11. Molfetta sbaglia tutto e regala il 23-12, chiude Clevenot 25-14 e porta la gara al tie break.

Aggiornamento - Tre errori consecutivi di Molfetta al servizio e Piacenza conduce 13-8. Ace di Tencati e 14-8 Lpr

Aggiornamento - Piacenza riparte con Clevenot e Tencati in campo, Polo manda fuori il servizio e l'Lpr conduce 6-4, quindi Clevenot gioca con il muro dell'Expriva e si porta avanti 9-5. Hierrezuelo attacca e trova il 10-5, Molfetta prova a inserire Jimenez

Aggiornamento - Alletti mura Sabbi: 22-21 Piacenza. Il servizio di Yosifov ipoteca il 23-21, Hernandez trova il primo set point e poi chiude 25-22

Aggiornamento - Muro su Yosifov, ace su Papi e Molfetta riagguanta la parità a 20 dopo essere stati sotto di tre punti. Poi Piacenza commette anche un fallo di posizione: 21-20 per i padroni di casa. Poi Joao Rafael manda in rete il servizio del 21 pari

Aggiornamento - Prima Clevenot e quindi Hernandez in attacco trovano il doppio vantaggio: 19-17

Aggiornamento - L'errore di Joao Raphael riporta l'Lpr a meno 1: 14-15. Dentro Papi per Marshall in seconda linea e spazio anche per Yosifov. L'errore di Sabbi è quello del 16 pari, Hierrezuelo trova l'ace del 17-16, rimontando da 11-15

Aggiornamento - Ancora problemi in ricezione per Piacenza, così Di Martino ne approfitta e porta Molfetta avanti 11-9, poi un infermabile Sabbi mette a terra il 14-11

Aggiornamento - Giuliani presenta Clevenot titolare, con Parodi libero di ricezione e Manià di difesa. Errore di Marshall in ricezione e Molfetta si porta avanti, poi Clevenot firma il 6-6 e uno spettacolare Marshall attacca direttamente da seconda linea una ricezione errata per il 7-6 Piacenza

Aggiornamento - Sul 19-14 entra Zlatanov al servizio per un opaco Marshall, ma Di Martino mette a terra il 20-14. Hernandez tira a tutto braccio anche al servizio ma manda fuori il 23-16, poi Sabbi trova il 25-18 del 2-0

Aggiornamento - Hernandez è caldissimo e spedisce tutto a terra, ma trova scarsa collaborazione dai compagni. Sempre il cubano trova il 15-12, ma Piacenza è costretta a inseguire e quando Marshall spedisce fuori l'attacco i padroni di casa sono avanti 18-13

Aggiornamento - Giuliani si gioca prima di metà frazione il doppio cambio Clevenot-Papi e Tencati-Yosifov, inserendo da libero Parodi al poto di un Manià in difficoltà. Ma il muro sul francese permette a Molfetta di volare 13-9

Aggiornamento - Hernandez ci prova (e ci riesce) sempre, prima su un pallone incredibile, poi con un pallonetto che finisce a terra. Ma l'errore al servizio di Hierrezuelo vale il 7-5 Exprivia

Aggiornamento - Servizio out di Alletti: 23-21 Molfetta, poi Sabbi trova il primo set point. Out la battuta di Tiaguinho per il 24-22. Chiude Joao Rafael con il mani e fuori del 25-22

Aggiornamento - Molfetta arriva per prima a 20, due attacchi di Clevenot regalano il 19-20, poi succede l'incredibile: il servizio di Hernandez ritorna direttamente nel campo di Piacenza, sarebbe un pallone semplicissimo da rigiocare per il pareggio invece i biancorossi si guardano e la palla casa per il 21-19 Molfetta

Aggiornamento - Sabbi trova la parallela vincente e Molfetta conduce 17-15, poi Hernandez accorcia le distanze mettendo a terra una palla difficile

Aggiornamento - Con Molfetta avanti 12-10 Giuliani effettua il previsto doppio cambio, inserendo Clevenot per Papi e Tencati per Yosifiv. Sabbi manda out il servizio e regala l'11-12, Olteanu spedisce fuori il 12-12, poi il muro di Alletti vale il sorpasso

Aggiornamento - La ricezione di Piacenza fatica, i pallonetti di Papi sono difesi facilmente e quando Hernandez viene murato Molfetta conduce 10-8 e Giuliani chiama tempo

Aggiornamento - Hernandez, come previsto, viene fischiato ogni volta che la palla passa dalle sue parti, mentre Hierrezuelo viene applaudito. Proprio il regista di seconda intenzione trova il 5-4

Aggiornamento - Giuliani manda in campo Hierrezuelo in regia, Hernandez opposto, Alletti e Yosifov centrali, Papi e Marshall di banda con Manià libero.

Squadre in campo a Molfetta, dove l'Lpr prova a dare continuità alla vittoria ottenuta domenica in casa contro Verona. Grande attesa per i due cubani Hierrezuelo e Hernandez, lo scorso anno trascinatori dei baresi. In campo altri due giocatori caraibici: Leo Marshall e, tra le file dell'Exprivia, Ernesto Jimenez.
Dalle 20.30 segui la diretta su Sportpiacenza
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento