rotate-mobile
Volley A1 maschile

Volley - Il nuovo Copra Elior costruito attorno a De Cecco

Il nuovo Copra Elior è ancora lontano dal prendere forma e al momento è solamente un’entità astratta nelle menti dei dirigenti. Ma la riunione di inizio settimana fra il presidente Guido Molinaroli, il direttore generale Gabriele Cottarelli e...

Il nuovo Copra Elior è ancora lontano dal prendere forma e al momento è solamente un’entità astratta nelle menti dei dirigenti. Ma la riunione di inizio settimana fra il presidente Guido Molinaroli, il direttore generale Gabriele Cottarelli e alcuni procuratori ha lasciato intendere che l’obiettivo di Piacenza è quello di costruire una squadra competitiva. Quanto lo si saprà solamente a fine mercato, anche in base al valore delle avversarie. Le notizie di oggi infatti sono due: Vibo Valentia sarà al via del prossimo campionato, ma soprattutto Trento (stando alle parole del presidente Mosna) ritiene concluso un ciclo e ripartirà riducendo i costi e puntando su parecchi giovani. Realtà o mossa per cercare di acchiappare qualche altro sponsor? Lo sapremo fra qualche settimana, intanto a Piacenza è bene tenersi stretto un Copra Elior che continua prima a guardare i conti e poi il mercato.

Primo aspetto che lascia pensare positivo: «La nuova squadra sarà costruita attorno a De Cecco». Parole di Molinaroli e se l’intenzione è quella di respingere gli assalti di società pronte a presentarsi con il libretto degli assegni in mano significa che Piacenza non vuole smobilitare. Poi, sia chiaro, di fronte a una proposta indecente si potrebbe anche vacillare, e forse cedere, ma il mercato attuale non sembra in grado di presentare offerte adeguate al valore del regista biancorosso.

De Cecco punto fermo, per il resto è ancora tutto in divenire. A iniziare da quello che allo stato attuale è l’obiettivo prioritario: la conferma dei giocatori a cui il contratto è in scadenza. La possibilità di vedere Max Holt in biancorosso anche il prossimo anno sotto la guida di Luca Monti (per lui e il suo secondo Davide Delmati manca solo la firma) sono ormai ridotte al lumicino. Piacenza sta facendo il possibile per trattenerlo, ma contro la potenza economica della Dinamo Mosca obiettivamente c’è poco da fare. A molti altri, iniziando da capitan Hristo Zlatanov, è stato proposto un prolungamento a condizioni differenti da quelle attuali. In parole povere (Molinaroli lo ha detto piuttosto chiaramente) da questa stagione in avanti in fondo ai contratti ci saranno cifre ridotte rispetto alle ultime annate. Questo è quanto può offrire allo stato attuale Piacenza, e più in generale la pallavolo italiana salvo eccezioni sempre più rare, chi vuole restare è ben accetto, altrimenti l’unica alternativa è trasferirsi all’estero. Le offerte sono sul tavolo e molto chiare, adesso tocca ai giocatori decidere che risposta dare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley - Il nuovo Copra Elior costruito attorno a De Cecco

SportPiacenza è in caricamento