Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Il Copra Ardelia sconfitto all'esordio

Come lo scorso anno Piacenza inizia con una sconfitta. Dodici mesi fa fu Città di Castello allenata da Radici a sorprendere i biancorossi, questa volta si ripete Ravenna, più forte dei tanti errori di una partita...

Volley - Il Copra Ardelia sconfitto all'esordio - 1


Come lo scorso anno Piacenza inizia con una sconfitta. Dodici mesi fa fu Città di Castello allenata da Radici a sorprendere i biancorossi, questa volta si ripete Ravenna, più forte dei tanti errori di una partita tecnicamente per nulla entusiasmante. Il 3-1 dei romagnoli (25-23, 20-25, 25-22, 25-17) dà l’impressione di un passo indietro rispetto alla Supercoppa di martedì in casa Copra Ardelia. Non solo per il risultato peggiore di fronte a un avversario sicuramente inferiore a Macerata, ma anche per la mancata reazione nel quarto set. A Brindisi sotto 2-0 i piacentini cambiarono decisamente ritmo, al PalaBanca invece proprio quando sarebbe servito un colpo di coda (nel quarto parziale) la squadra di Radici si è afflosciata. Da capire anche il motivo di un primo set ancora una volta giocato solamente in parte e un avvio da dimenticare.

Nessun problema insormontabile, nonostante la seconda sconfitta stagionale in altrettante gare, perché in questo momento dell’anno è naturale che le squadre siano in fase di costruzione, soprattutto quelle rinnovate come il Copra Ardelia. Però un campanello d’allarme deve suonare (ed è suonato) soprattutto per l’atteggiamento mostrato nel quarto set. Una giornata storia di alcuni elementi chiave della squadra può anche portare alla sconfitta contro Ravenna, ma rimanere a 17 nel set decisivo deve far riflettere.

FRANCESE - Complessivamente Vermiglio ha ottenuto risposte concrete in attacco dal solo Le Roux, il più positivo nell’arco di tutta la gara. Poi ci sta che sbagli qualcosa, anche perché ha il muro che lo marca stretto. Probabilmente a metà stagione Radici avrebbe fatto ricorso in anticipo all’aiuto della panchina, in questa fase iniziale (lo ha spiegato chiaramente alla fine) ha la necessità di creare un’identità di squadra ancora carente, che può crescere solo con i titolari in campo. Zlatanov è vittima di una giornata storta non solo in ricezione ma, insolito per lui, soprattutto in attacco. Si appoggia al muro, dove sarà il migliore con 4 punti, e Vermiglio è bravo a trovare degli spiragli in pipe, ma l’ingresso di Massari arriva probabilmente troppo tardi e soprattutto in un momento bollente del set.

SFORTUNA - Ci si mette anche un pizzico di sfortuna: 1-1 e 21-20 per Piacenza che può rigiocare per il doppio vantaggio. Vermiglio serve Le Roux che non riesce ad attaccare perché scivola, un incidente che regala la parità ai romagnoli bravi poi a sfruttare l’aiuto della buona sorte per conquistare il 2-1 che sarà il prologo del successo finale.
Ravenna esulta, il Copra Ardelia deve riprendere a lavorare lasciandosi alle spalle le due sconfitte. Nessun dramma, ma adesso bisogna far fruttare i due mesi di lavoro e iniziare a cambiare ritmo.

PIACENZA – RAVENNA 1-3
(23-25, 25-20, 22-25, 17-25)
COPRA ARDELIA PIACENZA: Papi 6, Ostapenko 7, Le Roux 21, Zlatanov 9, Kohut 7, Vermiglio 2; Mario Junior (L), Massari 6, Tencati, Tavares, Marra (L). Ne: Page e Ter Horst All. Radici
CMC RAVENNA: Cebulj 17, Cester 7, Renan 21, Koumentakis 12, Mengozzi 9, Toniutti; Bari (L), Cavanna, Gabriele, Goi (L). Ne: Ricci e Zappoli. All. Kantor
ARBITRI: Grani e Sobrero
NOTE: Spettatori 3000, incasso 22000. Durata set: 32’, 27’, 30’, 25’; tot. 114’.

La gara set per set
Aggiornamento – Mengozzi trova l’ace fortunoso del 16-11, Piacenza ormai sembra già negli spogliatoi; Le Roux e Papi trovano il 14-17 ma Ravenna torna subito 19-14. Ormai il Copra Ardelia non c'è più e subisce il 22-16 da Koumentakis con gli ospiti che poi chiudono 25-17

Aggiornamento – Le Roux prima viene murato, poi attacca il 4-4 ma Ostapenko subisce il muro del 6-4 Ravenna prima che Renan mandi out il 6-6. Ma ancora Ostapenko manda in rete l’8-6 per i romagnoli che poi allungano sfruttando troppe imprecisioni di Piacenza fino al 12-8

Aggiornamento – Zlatanov sbaglia la ricezione e poi manda out l’attacco successivo quindi subisce l’ace del 19-19. Piacenza ha la palla del 21-20 ma Le Roux scivola e non riesce ad attaccare: 20-20. Ancora errore di Zlatanov e 21-20 Ravenna con Massari in campo che però manda fuori il 22-20 Cmc. Vermiglio decide di chiudere da solo per il 22-23 poi arriva l’ace fortunoso di Ravenna che si porta 2-1

Aggiornamento – Mengozzi manda in rete due occasioni consecutive per il 16-13 Piacenza poi Kohut prende il pallone sul soffitto per il 17-14 e il suo omologo Ostapenko regala il 18-15 ai biancorossi

Aggiornamento – Il muro biancorosso diventa decisivo. Inizia Zlatanov, poi lo segue Le Roux per il 12-10 sfruttando un bel servizio di Ostapenko. Mengozzi manda in rete il 15-13 Piacenza e Ravenna chiama time out

Aggiornamento – Due muri consecutivi di Zlatanov e Piacenza si porta 3-1, ma Renan pareggia i conti con l’ace su Mario Junior per il 4-4. A 7 le due squadre sono ancora in parità, poi Papi viene murato e Ostapenko spedisce in rete il 9-7 Cmc

Aggiornamento – Ancora ace su Zlatanov per il 20-23 Ravenna, poi Renan spara in rete il servizio e regala il primo set point al Copra Ardelia che Vermiglio concretizza subito con il muro: 25-20

Aggiornamento – Zlatanov fatica parecchio e viene preso di mira in ricezione, poi riesce a mettere a terra in pipe il 16-14, quindi Ravenna sbaglia in attacco e il Copra Ardelia è ancora a +3: 17-14. Poi è ancora protagonista Le Roux, stavolta con il muro del 19-15

Aggiornamento – Kohut ferma Renan e Piacenza vola 12-8 con un avvio biancorosso molto più deciso di quello di inizio partita. Ravenna però non molla e con un'imprecisione difensiva di Zlatanov risale fino al 10-13 costringendo Radici a chiedere tempo

Aggiornamento – Ace fortunoso di Kohut e Piacenza allunga 5-3, poi è Le Roux show. Doppia grande difesa e punto dalla seconda linea con muro piazzato: 6-3. Zlatanov paga una partenza difficile e subisce l’ace del 7-8 prima che Cebulj spari fuori il 9-7

Aggiornamento – Piacenza ha la palla per pareggiare a 20 ma Kohut sbaglia l’appoggio in bagher per Papi e poi Le Roux manda in rete il 19-21 ma successivamente pareggia a 21 dalla seconda linea. Poi Renan attacca il 23-21 che gli arbitri vedono out ma il videocheck corregge. Piacenza arriva anche 23-23 con una lunghissima attesa per un cambio errato di Ravenna, quindi Mario Junior sbaglia la ricezion che regala il 25-23 ai romagnoli

Aggiornamento – Ostapenko propizia con il servizio il 16-18 e facilita il successivo muro di Zlatanov su Renan. Poi entra in partita Le Roux in attacco e Piacenza è in partita: 19-20

Aggiornamento – Piacenza fatica in attacco, Zlatanov e Le Roux (quest’ultimo peraltro poco servito) non riescono a mettere palla a terra, così Perugia rigioca e vola 13-8 poi allunga con l’ace di Renan. L’unico che trova buona continuità è Papi, ma Piacenza è ancora lontana: 11-16. Poi un errore di Ravenna e il muro di Le Roux riportano i biancorossi 13-16

Aggiornamento - Aggiornamento – Il servizio non entra a nesauna delle due squadre e i tanti errori portano al 5-5. Zlatanov manda out in rigiocata la palla che vale l’8-6 Ravenna, Le Roux non trova le mani del muro per il 10-7 romagnolo, poi Kohut viene murato e si va al tempo tecnico con Ravenna avanti 12-8

Aggiornamento - Radici manda Alletti, titolare martedì, in tribuna e schiera nel sestetto Vermiglio in regia, Le Roux opposto, Kohut e Ostapenko al centro, Zlatanov e Papi di banda con Mario Junior libero.

Copra Ardelia in campo per il riscaldamento al PalaBanca in occasione della prima giornata di campionato, con i biancorossi che dopo la sconfitta in Supercoppa di martedì scorso si tuffano nell'avventura della SuperLega affrontando la Cmc Ravenna.
Dalle 18 segui il live su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento