rotate-mobile
Volley A1 maschile

Volley - Fei: «Grazie a De Cecco se gioco bene»

«Abbiamo un palleggiatore a cui piace giocare il primo tempo, per questo sta andando abbastanza bene». Alessandro Fei è soddisfatto del suo nuovo passaggio da opposto a centrale, un ritorno al passato che sta dando i...



«Abbiamo un palleggiatore a cui piace giocare il primo tempo, per questo sta andando abbastanza bene». Alessandro Fei è soddisfatto del suo nuovo passaggio da opposto a centrale, un ritorno al passato che sta dando i risultati sperati probabilmente ben prima di quanto preventivato. «Per adesso andiamo bene, vediamo quando inizieranno le partite toste, quelle contro Trento e Macerata. Sono il nostro obiettivo, speriamo con il lavoro di arrivare al loro livello. Adesso abbiamo qualche problemino ma cresceremo».
Fari puntati ancora sulla continuità. «In effetti non è andata tanto bene, nel terzo set non abbiamo giocato. Ci rilassiamo troppo, invece nella quarta frazione i risultati positivi si sono visti».
Eccolo allora Luciano De Cecco, contento per la vittoria e per la reazione messa in campo dopo il brutto terzo set. «Siamo caduti vittima di troppi errori, anche se Vibo è stato bravo a metterci in difficoltà. Ma la reazione del quarto parziale è stata positiva».
La continuità resta il problema principale: «Vero, ma meglio avere alti e bassi adesso che siamo a inizio stagione. Ci stiamo lavorando e vogliamo trovare una soluzione».
L’intesa con Fei è già da applausi. «Fortunatamente non ho problemi a giocare con i centrali, spero che Alessandro sia a suo agio e anche Vettori si trovi al meglio nel ruolo di opposto titolare».

LE PAGELLE
De Cecco 7: è vero, in un paio di occasioni esagera a forzare troppo il gioco. Ma volete mettere lo spettacolo che garantisce tutte le volte (e sono tante) in cui inventa e riesce a concretizzare soluzioni che buona parte dei suoi colleghi nemmeno immaginano? Se solo Papi avesse messo a terra un pallone in più gli sarebbe riuscita l’impresa di mandare tutti i suoi attaccanti in doppia cifra per la seconda gara consecutiva, dopo l’incontro di Champions di mercoledì
Vettori 7: miglior marcatore al termine di una sfida in cui capisce che non deve combattere contro se stesso ma solo con il muro avversario. Le contromisure le conosce bene e i risultati si vedono. Il servizio però ancora non funziona
Simon 7-: questa volta non gli si può nemmeno imputare una prestazione incolore a muro. Ne piazza 4 vincenti e tocca parecchi palloni. In attacco? Lasciamo stare, questo schiaccia da un altro pianeta. Anche lui però in battuta deve migliorare parecchio
Fei 7,5: il migliore in assoluto, quello che scarica a terra l’attacco del 25-23 nel primo set e il muro del 25-22 che regala il 2-0 a Piacenza. Sbaglia un solo pallone, obiettivamente impossibile da attaccare nel campo avversario, per il resto non lo prendono mai.
Zlatanov 6,5: dategli la palla, più è difficile e più si esalta a metterla a terra. In ricezione invece viene preso di mira e fatica troppo spesso a reggere come dovrebbe
Papi 7: trascinatore nel secondo set, quando per una volta decide di diventare “normale” in ricezione per scatenarsi a rete. Spesso decide di ignorare i suoi temutissimi mani-fuori per far rimbombare le schiacciate all’interno del PalaBanca
Marra 6,5: non sono necessari miracoli in difesa, regge molto bene in ricezione. Ma per lui ormai è ordinaria amministrazione
Kaliberda 6,5: vuole farsi rimpiangere dai suoi ex tifosi e ci riesce bene. Gioca poco, ma lo fa bene. E si merita di segnare il punto il pallone che chiude la gara
Husaj sv
Tencati sv
Partenio sv


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley - Fei: «Grazie a De Cecco se gioco bene»

SportPiacenza è in caricamento