Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Copra sconfitto, in Coppa c'è Trento

Bastano pochi scambi per capire che il Copra non è la formazione abulica di domenica scorsa. Funziona la battuta di Ostapenko, che trascina Piacenza a un 7-1 da far strabuzzare gli occhi ai tifosi, va alla...

Vermiglio e Alletti in azione contro Trento (f.legavolley,it)



Bastano pochi scambi per capire che il Copra non è la formazione abulica di domenica scorsa. Funziona la battuta di Ostapenko, che trascina Piacenza a un 7-1 da far strabuzzare gli occhi ai tifosi, va alla grande anche la difesa guidata da un super Marra, in campo con la febbre per sostituire Mario Junior infortunato. Poi però bisogna fare i conti con Trento, la squadra in questo momento migliore di tutto il campionato e Piacenza non riesce a tenere il ritmo a lungo. La formazione di Radici è più vivace delle ultime apparizioni, anche se crolla sotto i colpi al servizio del sestetto di Stoytchev e soprattutto di un Nemec scatenato dalla linea dei nove metri.
Finisce con i padroni di casa a festeggiare il primato in classifica e Piacenza scivolato in quell'ottava posizione che vale l'accoppiamento nei quarti di finale di Coppa Italia con gli stessi trentini il 6 gennaio. Al momento il gap sembra impossibile da colmare, ma in una gara secca può succedere di tutto.
Intanto in casa Piacenza ci sono da segnalare alcune cose positive. Innanzitutto la prestazione di un Marra precisissimo in ricezione e implacabile in difesa e in copertura, poi la reazione di una squadra che sotto 2-0 e in svantaggio anche nella terza frazione trova la forza di recuperare e arriva pure a giocarsi un set point. Quindi bisogna evidenziare la chiusura del “caso-Papi” (se mai si era aperto): i Lupi Biancorossi lo accolgono con cori tutti per lui all'ingresso in campo per il riscaldamento, poi li ripetono quando lo schiacciatore viene chiamato in causa prendendo il posto di Massari che aveva iniziato la partita. Lo stesso giocatore alla fine manderà tutto in archivio con un sorriso e dichiarazioni al miele; da qui si può ripartire.
Adesso però bisogna concentrarsi sugli aspetti tecnici. Il Copra gioca una partita assolutamente sottotono in attacco, frutto anche di una ricezione in difficoltà di fronte alla battuta ospite, e anche a muro ci capisce poco. A tratti il servizio funziona, e questa è una notizia almeno discreta, ma sono troppi gli alti e bassi per sperare di competere alla pari con le migliori.
Come spiega Radici a fine gara, Piacenza è ancora in corsa in tutte le competizioni, adesso però si inizia a fare sul serio. Se si vuole fare strada bisogna cambiare marcia.

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO - COPRA PIACENZA 3-0

(25-17, 25-17, 27-25)
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 12, Birarelli 5, Zygadlo 1, Nemec 17, Giannelli, Lanza 16, Solé 4, Colaci (L), Fedrizzi. Non entrati Nelli, Thei, Mazzone, Burgsthaler. All. Stoytchev.
COPRA PIACENZA: Alletti 9, Marra (L), Poey 14, Vermiglio, Papi 3, Ter Horst, Massari 6, Zlatanov 9, Ostapenko 7, Tencati, Rodrigues Tavares. Non entrati Kohut. All. Radici
ARBITRI: Rapisarda, Sobrero
NOTE - Spettatori 2800, incasso 28000, durata set: 25', 24', 32'; tot: 81'.

La gara punto a punto
Aggiornamento - Doppia fischiata a Vermiglio per il 22-20 Trento, Massari manda in rete il servizio del 23-21 e poi trova la pipe del meno 1, quindi Zlatanov pareggia a 23 e Alletti mura Lanza per il 24-23 ma Ostapenko manda in rete il servizio successivo. Birarelli sbaglia il servizio del 25-25 poi Lanza chiude con il 27-25.

Aggiornamento - Poey trova il muro del 14-16, Piacenza è sempre lì attaccata ma non riesce mai a mettere la testa avanti. Così quando Alletti manda in rete l'attacco Trento è avanti 18-15. Zlatanov trova l'ace del 17-18 ma manda in rete il servizio successivo, poi Massari consegna a mette a terra due palloni per il 20-20

Aggiornamento - Radici sostiuisce nuovamente gli schiacciatori, mettendo nuovamente in campo Massari per Papi, ma Trento è già avanti 12-8, quindi Ostapenko manda out l'attacco del 14-10

Aggiornamento - Piacenza parte male e Trento vola 4-1 con Radici che chiede tempo. Poi Zlatanov mette a terra il diagonale del 5-6

Aggiornamento - Piacenza ha l'occasione per rigiocare il 16-18 grazie a una bella difesa di Marra su Kaziyski, ma Poey viene murato da Birarelli e Radici chiede il tempo con Trento avanti 19-15. Non serve, Zlatanov commette fallo di seconda linea e i padroni di casa si portano 22-16. Vantaggio impossibile da colmare, così chiude un muro su Poey per il 25-17

Aggiornamento - Zlatanov non è in giornata e manda out la pipe del 15-11 Trento. Poi Ostapenko è bravo per il 15-12

Aggiornamento - Solé manda in rete il servizio dell'8-8, ma la battuta di Nemec propizia il 10-8 dei locali e poi ancora l'opposto dalla seconda linea trova il 12-9 con il muro di Piacenza disattento

Aggiornamento - Piacenza fatica enormemente in attacco, nel secondo set dentro Papi dall'inizio per Massari, ma Solè mette a terra il 7-5 Trento

Aggiornamento - Trento sbaglia pochissimo, così non appena Piacenza si fa difendere un pallone è durissima tenere il ritmo degli avversari, con Lanza che trova il pallonetto del 19-16. Piacenza va in grossa difficoltà in ircezione: Papi entra per Massari e Ter Horst per Zlatanov, ma Nemec firma il 23-16 al servizio. Poi chiude un muro su Poey per il 25-17

Aggiornamento - Piacenza gioca bene, finalmente è una squadra attenta in ogni fondamentale, soprattutto in difesa. Così quando Massari trova il nastro al servizio con la palla che cade nel campo di Trento le squadre sono in parità a 15

Aggiornamento - La jump flot di Alletti vale l'ace su Kaziyski e il 12-11 Piacenza prima dello sto tecnico

Aggiornamento - Nemec con l'aiuto del nastro trova il 4-7, ma Alletti è scatenato in attacco e nonostante il muro a due piazza il 9-4. Ma Kaziyski al servizio permette a Trento di risalire e Lanza sfrutta il muro di Vermiglio per il 7-9. Lo stesso schiacciatore trova il punto del 9-10 con Radici che chiede tempo

Aggiornamento - Partenza sprint del Copra che con Ostapenko al servizio trova l'ace del 6-1 e la successiva battuta vincente del 7-1

Aggiornamento - Radici manda in campo Vermiglio in regia, Poey opposto, Alletti e Ostapenko centrali, Zlatanov e Massari di banda con Marra Libero. Sia prima sia durante la presentazione dei giocatori grandi cori dei Lupi Biancorossi per Samuele Papi.

Squadre in campo a Trento per l'ultima giornata del girone di andata, con la formazione di Stoytchev che affronta il Copra. In serata si conosceranno gli accoppiamenti della Coppa Italia, con Piacenza che in base al risultato di oggi potrebbe chiudere la fase ascendente in una posizione compresa fra il quinto e l'ottavo posto, giocando dunque sicuramente i quarti di finale in trasferta.
Prime brutte notizie dal campo: Mario Junior è out per una contrattura, gioca Marra che però ha l'influenza.

Dal nostro inviato a Trento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento