Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Copra, quinta sconfitta consecutiva

Cresce Piacenza, impiega un po’ per trovare l’assetto giusto che consente di ovviare alla partenza di Le Roux e poi se la gioca almeno per due set. Però è una magra consolazione, perché il tabellino vede per la quinta...

Volley - Copra, quinta sconfitta consecutiva - 1


Cresce Piacenza, impiega un po’ per trovare l’assetto giusto che consente di ovviare alla partenza di Le Roux e poi se la gioca almeno per due set. Però è una magra consolazione, perché il tabellino vede per la quinta volta consecutiva gli avversari uscire dal campo vincitori. E per la terza volta in altrettante occasioni il Copra non vince nemmeno un set in campionato. Perugia chiude 3-0 (25-23, 27-25, 25-20) e apre ufficialmente la crisi biancorossa. Se fino a qualche giorno fa c’era un po’ di timore a definire in modo così drastico il momento dei piacentini adesso non ci sono più dubbi.

L’esempio si ha durante il secondo set. Copra avanti 18-12 e ormai a un passo dal pari, in un PalaBanca che finalmente inizia a scaldarsi; tutte le condizioni giuste per allungare la partita e mettere paura a Perugia. Invece gli umbri recuperano e nel campo di Piacenza ci sono anche segnali evidenti di nervosismo. Con Zlatanov sugli scudi e pronto a attaccare in prima linea Vermiglio sceglie di servire in più di un’occasione Alletti e Page, che non riescono a mettere palla a terra. Gli umbri pareggiano e il capitano chiaramente innervosito urla: «Alzala a me».

PERIODO - Segnali di un momento negativo: probabilmente senza quattro sconfitte alle spalle almeno quel secondo set sarebbe finito nelle casse di Piacenza e forse anche l’inerzia della partita sarebbe cambiata. Invece niente, il Copra per un set e mezzo (da dimenticare l’avvio) non gioca male, ma esce dal campo senza aver conquistato nemmeno un parziale.
In parte anche per qualche cervellotica decisione dei direttori di gara, come la “doppia” fischiata a Vermiglio sul 26-25 del secondo set che porta gli umbri sul 2-0 e provoca le proteste della panchina biancorossa, punita con un cartellino rosso a inizio della terza frazione.

CAMBI - Per il resto bisogna segnalare l’assetto scelto in avvio di partita con Massari opposto e Zlatanov vicino al palleggiatore, modificato a metà parziale con l’ingresso di un Page a tratti positivo, che però costringe i biancorossi ad attendere il cambio di campo per riprendere la formazione abituale, con Papi (poi sostituito da Massari) a fianco di Vermiglio.

INVESTITORI - Al di là del risultato una delle poche note positive è la presenza dei potenziali investitori stranieri (non arabi, come si era detto fino ad ora, ma cinesi) sulle tribune. La trattativa per l’ingresso in società è molto avanzata, per il momento bisogna aggrapparsi a questo.

PIACENZA – PERUGIA 0-3
(23-25, 25-27, 20-25)
COPRA PIACENZA: Vermiglio 2, Zlatanov 16, Alletti 7, Massari 2, Papi 1, Kohut 6; Mario Junior (L), Page 6, Tencati 1, Ter Horst 2, Ostapenko 2, Marra (L). Ne: Tavares. All. Radici
SIR SAFETY PERUGIA: Beretta 5, De Cecco 1, Maruotti 6, Barone 7, Anatasijevic 20, Fromm 12; Giovi (L), Vujevic 1, Tzioumakas, Paolucci, Fanuli (L). Ne: Buti e Sunder. All. Grbic
ARBITRI: Cipolla e Cesare
NOTE: Spettatori 3000, incasso 21000. Durata set: 29’, 32’, 27’; tot. 88’.

La partita punto a punto
Aggiornamento - Quando Piacenza sembra aver recuperato la partita ecco che Perugia scatta nuovamente e l'ace di Fromm consegna il 16-11 a Perugia. Atanasijevic manda out ma ormai gli umbri conducono 21-17. Ostapenko entra e piazza due ace del 20-22. Ace di Fromm per il 24-20 poi Perugia chiude 25-20.

Aggiornamento - Adesso Piacenza fa fatica a fare tutto e l'errore di Page porta al tempo tecnico Perugia avanti 12-6. Poi l'ace i Alletti vale il 10-12 e riporta in partita i biancorossi.

Aggiornamento - Ancora una volta Piacenza parte male e Atanasijevic trascina i suoi fino al 7-3

Aggiornamento - Atanasijevic attacca out il 22-22, poi il solito Zlatanov trova il pari a 23 ma manda in rete il servizio del 24-23. Ancora Atanasijevic out per il 24 pari, Massari non trova le mani del muro per il 26-25 Perugia, poi chiude una doppia fischiata a Vermiglio che chiude 27-25

Aggiornamento - Piacenza si porta avanti 18-13, poi arrivano due errori che sul 15-18 obbligano Radici a fermare il gioco. Ace di de Cecco su Zlatanov e Perugia è lì: 17-19 quindi pareggia a 20 e poi Alletti subisce il muro del 21-20 umbro

Aggiornamento - Zlatanov si carica la squadra sulle spalle e anche Page in attacco fornisce un ottimo contributo, così quando Kohut mette a terra il 15-10 Grbic deve chiedere tempo

Aggiornamento - Il secondo set si gioca punto a punto e la partita si scalda anche su qualche decisione arbitale contestate. Poi l'ace di Vermiglio regala il 9-7 Piacenza, la pipe di Zlatanov il 10-8 e ancora il capitano firma il 12-9

Aggiornamento - Beretta manda out il 22-24 dopo che Atanasijevic e Mario Junior si erano "beccati" sotto rete prendendosi un giallo. Fromm non trova la palla per il 23-24 poi chiude 25-23

Aggiornamento - Alletti attacca out il 20-15 Perugia, Baroni lo imita e il Copra è a meno 3: 17-20. Ma subito gli umbri murano Page e si portano 22-17

Aggiornamento - Con Perugia avanti 14-8 entra Page per Massari, con Zlatanov che gioca da schiacciatore-ricettore ma non è nella sua posizione classica in quanto vicino al palleggiatore. De Cecco commette invazione e Piacenza è 10-14. la serie al servizio di Zlatanov fa male e il Copra risale 11-14 con un nuovo ace

Aggiornamento - Kohut manda in rete il servizio dell'11-6 Perugia, poi ancora Massari subisce il muro del 12-6 umbro

Aggiornamento – Piacenza subisce tre muri consecutivi (due su Massari) e Perugia è già avanti 7-2

Aggiornamento - Subito una sorpresa nelle formazioni: gioca Massari da opposto, con Alletti come previsto in campo al posto di Ostapenko, per il resto Vermiglio in regia, Kohut è l'altro centrale con papi e Zlatanov di banda e Mario Junior libero

Squadre in campo per il riscaldamento al PalaBanca, dove il Copra affronta Perugia nel remake della semifinale scudetto dell'anno scorso. Grande attesa anche per l'arrivo dei potenziali investitori interessati a entrare nella società biancorossa e che dovrebbero essere presenti in tribuna.
Due ex nelle fila degli umbri: il regista Luciano De Cecco, alla sua prima volta al palaBanca da avversario dopo le due stagioni da protagonista a Piacenza e Nikola Grbic, tecnico di Perugia e per anni alzatore di Piacenza.
Segui il live su www.sportpiacenza.it
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento