Questo sito contribuisce all'audience di

Volley - Copra Elior, sono dieci vittorie consecutive

E sono dieci. Arriva in doppia cifra il conto delle vittorie consecutive in campionato del Copra Elior; i biancorossi partono male a Ravenna, soffrono a lungo ma alla fine trovano il guizzo che distingue le buone squadre da quelle nettamente più...

Simon passa sopra il muro di Ravenna. Il centrale cubano ha messo a segno 19 punti (legavolley.it)
E sono dieci. Arriva in doppia cifra il conto delle vittorie consecutive in campionato del Copra Elior; i biancorossi partono male a Ravenna, soffrono a lungo ma alla fine trovano il guizzo che distingue le buone squadre da quelle nettamente più forti. I tre punti lanciano la formazione di Monti a una sola lunghezza dalla capolista Macerata, quando mancano tre giornate alla fine è molto probabile che le due contendenti si giocheranno il primo posto nello scontro diretto dell’ultima giornata in casa dei marchigiani. Lube dunque ancora favorita, ma il successo a domicilio della Cmc ha regalato a Piacenza la certezza quasi matematica di chiudere la regular season al secondo posto. I biancorossi attualmente hanno nove punti di vantaggio su Perugia e dunque sono a un passo dal garantirsi almeno la piazza d’onore.

COPPA - A questo punto della stagione però Luca Monti continua a ripetere che la classifica interessa fino a un certo punto: Piacenza punta ad arrivare al top alla Final four di Coppa Italia in programma fra dieci giorni a Bologna e anche a Ravenna il turn over ha tenuto conto dell’impegno dell’8 e del 9 marzo. Fei a lungo in panchina, anche se il suo ingresso è risultato decisivo soprattuto al servizio, Zlatanov mai entrato nonostante una serata non strepitosa di Kaliberda. Ma il tecnico di Piacenza già nei giorni scorsi era stato chiaro: per il prossimo periodo ci interessa solo la Coppa Italia.

APPROCCIO - A Ravenna il Copra Elior entra in campo con un approccio sbagliato, venendo travolto in avvio da una Cmc eccellente in difesa e carica a mille per due motivi: i quattro successi consecutivi e la conseguente possibilità di agganciare la zona play off e quindi un Pala De Andrè veramente caldo. Mandato in archivio un pessimo primo set Piacenza ha la forza di rialzare la testa riportandosi in partita nonostante un’interminabile serie di errori soprattutto al servizio. Dieci punti regalati nel solo secondo parziale sono un dato emblematico, ma nonostante tutto i biancorossi riescono a lottare alla pari con la Cmc trovando nel finale una risposta positiva proprio dal servizio, con l’ace di Fei e l’attacco decisivo di Simon.

PAUROSO - Il cubano è ancora una volta una forza della natura: 19 punti complessivi con l’85 per cento in attacco. Otto errori al servizio sono molti, frutto soprattutto di un avvio pessimo dalla linea di battuta, ma dopo aver preso le misure arrivano anche 5 ace che permettono a Piacenza di portare a casa una vittoria importante. Nel tabellino meglio di Simon fa solo Luca Vettori, autore di un’altra prova da incorniciare; l’opposto è in un grande momento, adesso deve andare a caccia di quella continuità che al momento fatica ad avere solo per la scarsa esperienza.
Sull’1-1 il Copra Elior rischia di rovinare tutto. Si porta avanti 24-21 ma quando sembra in grado di mettere una pietra sopra le ambizioni degli avversari si vede raggiungere a 24 anche a causa di due errori. Poi ci pensano lo stesso Vettori e un De Cecco in versione attaccante a firmare il 2-1 che diventa il prologo di un nuovo successo.

CMC RAVENNA - COPRA ELIOR PIACENZA 1-3
(25-15, 27-29, 24-26, 22-25)
CMC RAVENNA: Mengozzi 8, Kauliakamoa Jr, Cricca 1, Toniutti 3, Tillie 14, Koumentakis 2, Scarpi (L), Klapwijk 16, Cester 10, Bari (L), Cebulj 11. Non entrati Jeliazkov, Patriarca. All. Bonitta.
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux, Papi 13, Fei 2, Smerilli (L), Kaliberda 9, Simon 19, Tencati 6, Vettori 22, De Cecco 3. Non entrati Partenio, Zlatanov, Husaj. All. Monti.
ARBITRI: Gnani, Cappello.
NOTE - durata set: 20', 29', 30', 24'; tot: 103'.

L’INTERVISTA - MONTI: «NON CI STIAMO MAI A PERDERE»
Luca Monti divide la gara in due: un avvio da dimenticare e una seconda fase in cui Piacenza ha dimostrato le proprie qualità. «Ravenna era carica - attacca il tecnico del Copra Elior - ma noi siamo entrati in campo remissivi, sbagliando l’approccio. Poi siamo stati bravi a rientrare in partita, mi piace molto il fatto che la squadra non ci stia mai a perdere anche quando, come contro la Cmc, non giochiamo benissimo».
Il tecnico poi mette in guardia anche per il prossimo impegno a Molfetta: «Dovremo evitare di sbagliare approccio ancora una volta. Hanno Sabbi che è in grande forma e saranno sicuramente aggressivi. Ci attenderanno al varco, bisognerà partire in modo diverso rispetto a Ravenna».

Quindi Monti ribadisce quanto dice da giorni: «L’attenzione di tutti è rivolta principalmente alla Coppa Italia, ma in questo campionato non ci sono avversari che puoi sottovalutare. Ravenna sta attraversando un buon momento e si è visto, poi noi siamo cresciuti al servizio e la gara è cambiata».
La classifica che vede Piacenza a un solo punto da Macerata al momento interessa poco: «Non ci stiamo pensando, anche perché l’ultima gara dovremo giocarla in casa loro dove sono favoriti. Vogliamo fare bene una gara per volta e poi arrivare in condizioni eccellenti alla Final four di Coppa Italia».

Il film della gara
Aggiornamento - Il lungolinea di Vettori vale il 19-16 Piacenza, con i biancorossi che inseriscono Fei per Tencati al servizio. Ancora Vettori al servizio permette a Simon di mettere a terra il 21-17. Vettori ha la possibilità di mettere a terra il 24-19 ma viene murato da Cester: 20-23. Papi attacca out il 21-23 e non riesce a mettere a terra il pallone successivo che invece viene concretizzato da Cebulj per il 22-23. Vettori trova il primo set point 24-22, poi il muro di Fei su Klapwijk regala il 3-1 a Piacenza.

Aggiornamento - L’attacco di Simon vale il 9-9, quindi De Cecco si appoggia nuovamente al cubano per la palla del 10-10 e ancora il centrale, assoluto protagonista in questa fase di gara, mura Ravenna per il 12-10. Il Copra Elior capisce che è il momento di allungare e si porta 16-12. POi Kaliberda spara fuori il diagonale per il 18-16 che suggerisce a Monti di fermare il gioco

Aggiornamento - Al Pala De Andrè continua a regnare l'equilibrio e nessuna delle due formazioni riesce a guadagnare un buon vantaggio; si riparte nella quarta frazione e le squadre sono 4-4

Aggiornamento - Ancora Kaliberda mette a terra il pallone che vale il 19-18, ma Vettori spreca mandando in rete il servizio successivo salvo poi sfruttare il muro di Cester per il 20-19 biancorosso, quindi Cebulj trova il 20-20 con Monti che chiama tempo. Poi una veloce e un ace di Simon valgono il break del 22-20, quindi Ravenna combina un pasticcio e regala il 24-21 agli ospiti. Vettori manda out il 23-24 e Monti sospende ancora la gara. Non serve, perché il muro di Ravenna ferma Papi e riporta la gara in parità a 24. Vettori mette a terra il 25-24, poi chiude De Cecco per il 26-24

Aggiornamento - Due ace di Simon portano Piacenza sul 14 pari, l’errore di De Cecco vale il 16-15 Ravenna. Il palleggiatore si fa perdonare con una grande difesa che permette a Kaliberda di mettere a terra il 17-16 Copra Elior

Aggiornamento - Ravenna sembra aver accusato il colpo, anche perché è riuscita a perdere un set in cui gli avversari hanno sbagliato ben 10 battute e la partenza dei padroni di casa lo dimostra, con la Cmc a rincorrere 4-6. Ma i padroni di casa non mollano e restano in partita pareggiando a 10. Kaliberda attacca e la palla sembra toccata da Ravenna, ma i direttori di gara consegnano il punto ai padroni di casa assegnando anche un cartellino giallo alla panchina del Copra Elior. Poi Caster in primo tempo porta le squadre al time out tecnico con il 12-11 Cmc

Aggiornamento - Al termine di un'azione infinita Kaliberda trova il primo set point: 24-23 Piacenza. Poi il tedesco non chiude il pallone successivo e attacca in rete quello successivo per il 25-24 Ravenna che ribalta la situazione. Vettori trova il 25 pari, Fei mette a terra l'ace del 26-25 poi sbaglia per il 26 pari, così come Mengozzi che regala una nuova palla set a Piacenza: 27-26 Copra Elior. Cester pareggia a 27, Klapwijk regala il 28-27 ai biancorossi poi Simon mette a terra il 29-27 e porta le squadre sull'1-1

Aggiornamento - Kaliberda riceve male ma poi risolve per il 19 pari giocando bene sul muro a tre piazzato dei padroni di casa. E Klapwijk regala sbagliando il servizio il 20 pari ai biancorossi. Entra Le Roux per Kaliberda ma anche il francese spara fuori la battuta: 21-20 Cmc. L'unico biancorosso veramente concreto è Samuele Papi, che trova la parità a 22 e il successivo 23-23.

Aggiornamento - L’ace di Mengozzi vale il 14-12 Ravenna, Kaliberda invece manda ancora fuori il servizio di Piacenza (troppi errori nel fondamentale) regalando nuovamente alla Cmc il 15-13. E’ la sagra degli sbagli dai nove metri, quello di Simon permette ai padroni di casa di restare due punti avanti, ma il muro di Papi vale il 15-16. Poi l’invasione a muro di Ravenna porta le squadre in parità a 17

Aggiornamento - Tillie trova il mani e fuori del 9 pari, quindi Papi riporta in parità a 10 Piacenza in attacco prima di mandare fuori il servizio (quarto errore nel parziale) regalando alla Cmc il nuovo vantaggio. Quindi il solito Tillie, fino a questo momento in grande spolvero, porta le formazioni alla sosta tecnica con il punteggio di 12-11 Ravenna

Aggiornamento - Al cambio di campo si riparte come nella prima frazione: gara equilibrata e formazioni ancora appaiate a quota 4, quindi Piacenza trova il primo break e si porta avanti di due lunghezze. Ravenna rientra in partita grazie ai troppi errori biancorossi, ma trova la forza di restare avanti 9-7

Aggiornamento - Piacenza non riesce a scuotersi dal torpore e Ravenna si dimostra almeno inizialmente più in palla, allungando fino al 15-10 e non fermandosi grazie anche a due ace consecutivi fino al 17-11, quando Monti chiama tempo. Serve a poco, perché Piacenza continua a faticare in attacco mentre Ravenna è strepitosa in difesa: 21-13 in un set ampiamente segnato. Entra Cricca a in salto flot riesce l'ace del 23-14, poi Vettori manda out il servizio per il definitivo 25-15

Aggiornamento - Nessuna delle due formazioni riesce a prendere il sopravvento e a quota 7 Ravenna e Piacenza sono ancora spalla a spalla. Poi i padroni di casa allungano 11-9 sfruttando un errore di Vettori, quindi alla sosta tecnica la Cmc è avanti 12-10

Aggiornamento - Il muro su Vettori vale il 3-3, con Piacenza che aveva preso un minimo vantaggio in avvio subito annullato dai padroni di casa, quindi Papi firma il nuovo vantaggio biancorosso 6-5

Copra Elior in campo a Ravenna nel recupero della quarta giornata del girone di ritorno. Ai biancorossi serve un successo per arrivare a una sola lunghezza di distanza dalla capolista Macerata, ma la Cmc attraversa un grande momento, reduce da quattro vittorie consecutivi.
Monti prosegue il turn over che dovrebbe permettere al Copra Elior di arrivare al top l'8 marzo in occasione della Final four di Coppa Italia che si disputerà a Bologna. A Ravenna iniziano De Cecco in regia, Vettori opposto, Tencati e Simon al centro, Papi e Kaliberda di banda con Marra libero.
Segui la diretta su www.sportpiacenza.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

Torna su
SportPiacenza è in caricamento